Home / 2017 / Gennaio (Pagina 32)

Domenica 22 gennaio, ore 10,30, presso la sede di Messina, via Gagini 1, l’associazione Scuola Politica inaugurerà il nuovo anno politico. Introdurrà Carmelo Briguglio, presidente di Scuola Politica, concluderà Nello Musumeci, deputato e Presidente della Commissione Antimafia all’Ars.

Nasce il progetto “Ri-narrarsi attraverso l’opera d’arte”. Presso la GAM, la Galleria d’Arte Moderna di Palermo, Civita Sicilia in collaborazione con l’Istituto Geriatrico Siciliano ha avviato questa iniziativa con l’obbiettivo di sviluppare percorsi museali dedicati alle persone affette dal morbo di Alzheimer, ai loro familiari e agli operatori della struttura gestita dalla società friulana Sereni Orizzonti.
Il progetto è stato strutturato dal personale della GAM e da Nadia Bonomo, dottoressa in psicologia dell’Istituto Geriatrico Siciliano. Si tratta di sei percorsi museali tematici guidati ed altrettante attività laboratoriali dal titolo: “Il Paesaggio Interiore”, “Ritratti familiari”, “Autoritratto”, “Corpi”, “La vita quotidiana: oggetti e immagini”, “Lo spazio urbano”. La tipologia di attività coadiuvate dalla guida degli educatori consentiranno ai pazienti di partecipare in modo adeguato, coinvolgendo ambiti cognitivi, competenze relazionali e comportamentali.
Un ruolo determinante sarà anche quello dei caregiver, familiari o professionali.  Il termine anglosassone caregiver, entrato ormai stabilmente nell’uso comune, indica “colui che si prende cura” e si riferisce, naturalmente, a tutti quei familiari o professionisti che assistono una persona anziana, ammalata e/o disabile. La presenza del caregiver contribuisce ad instaurare una linea di continuità rispetto alla quotidianità dell’esperienza familiare dell’anziano e agli permette di sperimentare ed elaborare nuove modalità comunicative. “L’arte-terapia svolta nei musei, sottolineano i responsabili dell’Istituto Geriatrico Siciliano di Sereni Orizzonti, stimola la memoria cognitiva andando a toccare le corde della sensibilità dell’ammalato o dell’anziano. Infatti, il solo osservare quadri e dipinti, può sprigionare racconti, ricordi e dibattiti sorprendenti”.
Questo progetto, oltre a migliorare l’umore dei pazienti portati fuori dall’ordinaria quotidianità, vuole dimostrare come la malattia, se da un lato riduce le capacità fisiche e cognitive, dall’altro può, a volte, far emergere competenze interpretative ed espressive in precedenza nascoste.
I sei incontri, che vedranno la partecipazione di 5 ospiti dell’Istituto Geriatrico Siciliano accompagnati da familiari e personale della struttura, avranno cadenza mensile.
Il Progetto è patrocinato dall’ICOM (International Council of Museums) che sostiene l’accessibilità museale.

La seconda fase dell’operazione “Criminal drinks”, che nello scorso mese di novembre aveva condotto all’esecuzione di 4 ordinanze di custodia cautelare (3 in carcere ed 1 ai domiciliari) e in luglio, nella prima fase, all’esecuzione di 16 fermi, registra un nuovo importante risultato con l’arresto, a Londra, di un importante componente dell’organizzazione, dedita all’evasione delle Accise e dell’Iva mediante la creazione di depositi fiscali e movimentazioni fittizie di alcolici di provenienza comunitaria.
Si tratta di Francesco Cimieri di Cirò Marina (KR) domiciliato a Londra, Old Brombton Road South Kensinghiton;
Dando seguito agli accordi stipulati durante apposito incontro tenutosi presso l’Ambasciata del Regno Unito in Roma lo scorso dicembre, l’autorità britannica ha proceduto a dare esecuzione al Mandato di Arresto Europeo emesso nei confronti del soggetto, latitante, esponente di vertice dell’organizzazione ed anello di congiunzione verso i depositi di destinazione delle movimentazioni fittizie sul territorio italiano.
La cooperazione investigativa e giudiziaria con le Autorità britanniche, secondo quanto disposto dalla Procura della Repubblica di Agrigento, proseguirà, sia per individuare eventuali ulteriori responsabilità ed elementi di prova a carico dell’organizzazione, sia ai fini del più ampio recupero dei proventi dell’attività illecita.
L’operazione in codice chimata “Criminal drinks”, guidata dalla Procura della Repubblica di Agrigento (procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, sostituto procuratore Andrea Maggioni) è stata eseguita dalla Guardia di Finanza di Agrigento con la collaborazione di colleghi di mezza Italia e del personale dell’Ufficio delle Dogane di Porto Empedocle.
Il complesso delle risultanze istruttorie ha permesso di individuare l’esistenza e l’operatività, in diversi luoghi d’Italia e d’Europa, di un’articolata e complessa organizzazione criminale a carattere transnazionale che, serialmente, dapprima istituisce e, poi, gestisce fittizi depositi fiscali di prodotti alcolici, per mezzo dei quali viene simulata la movimentazione di ingenti quantitativi di bevande alcoliche (birra e spiriti), verso tali depositi che, in realtà, ivi mai materialmente giungono.
Il presunto capo dell’organizzazione sarebbe Sebastien Hubert Albert Beatrice De Meersman, 36 anni, nato e residente in Belgio.

Questa mattina il Sindaco Ida Carmina ha convocato un tavolo tecnico avente per oggetto l’annosa questione Italcementi.
All’incontro hanno partecipato i vertici dell’azienda, Confindustria, le rappresentanze sindacali dei lavoratori ed anche esponenti del mondo religioso.
“ Ebbene – ha dichiarato il presidente del Consiglio comunale Marilù Caci –  ancora una volta il nostro Primo cittadino, pervaso da un insano meccanismo di oscurantismo interno, ha deciso di baipassare il Consiglio comunale, nonostante la tematica discussa fosse così importante e delicata.
All’incontro non solo non sono stata convocata io nella qualità di presidente del Consiglio, ma non era neppure presente una rappresentanza dei Consiglieri comunali.
L’accaduto di quest’oggi prende le mosse dalla conferenza dei capigruppo riunitasi il tre gennaio 2017 e avente all’ordine del giorno “richiesta informazioni su eventuali sviluppi, in merito alla situazione Italcementi”. Il Sindaco, non potendo essere presente ma intervenuto telefonicamente, informava dell’imminente incontro e si impegnava a comunicarne la calendarizzazione al Presidente ed ai consiglieri: in modo da consentirne così la loro partecipazione e la successiva convocazione del consiglio comunale straordinario sul tema.
Tuttavia, nonostante la formale disponibilità espressa dal Sindaco, ancora una volta nella sostanza dei fatti, si é oggi assistito al tentativo di estromettere il Consiglio comunale da un passaggio cruciale relativo alla vita del nostro Paese.
La vicenda Italcementi non racconta “semplicemente” di una crisi aziendale, bensì di storie personali e familiari disperate: non solo per la perdita del lavoro ma, ancor peggio, per la mancanza di concrete prospettive future.
La collaborazione, l’apertura al dialogo ed un’attività congiunta devono rappresentare, all’interno del Comune, le premesse fondamentali per poter affrontare un situazione così complessa e di difficile risoluzione.
Il Sindaco di Porto Empedocle invoca pubblicamente una fantomatica collaborazione, ma nei fatti è sempre lontano da uno spirito lavorativo proficuo e collaborativo.
Nonostante ciò, – ha concluso Marilù Caci – il Consiglio ha sempre continuato a non far mancare mai il proprio sostegno approvando, una ad una, le poche proposte fino ad oggi pervenute: pur con la scarsa e difficile informazione ricevuta sugli argomenti trattati
20170120-175155.jpg

20170120-203909.jpg

20170120-203918.jpg

20170120-203925.jpg

20170120-203932.jpg

20170120-203939.jpg

20170120-203949.jpg
COMUNICATO STAMPA
Il plesso “G .Garibaldi” dell’Istituto comprensivo “Agrigento Centro” ha aperto le sue porte al territorio per accogliere genitori e alunni. Nel corso di un partecipato “Open day”, che si è tenuto lo scorso giovedì, il Dirigente Scolastico, prof.ssa Antonella Rizzo Pinna, ha presentato l’offerta formativa della scuola. Gli alunni dei tre ordini di scuola:Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado si sono esibiti nell’aula polifunzionale in performance ritmco-musicali,danze e proiezioni di lavori multimediali. Il momento d’incontro, si è concluso con la visita degli spazi laboratoriali ed attrezzati dell’Istituto e con la presentazione dei lavori realizzati dagli alunni. Pinocchio e i personaggi della fiaba sono stati i protagonisti del percorso formativo e didattico realizzato dalle insegnanti e da tutti i bambini della Scuola Primaria attraverso la presentazione delle scene principali:-Il laboratorio di Geppetto e il burattino Pinocchio; -Mangia fuoco ed il teatro dei burattini; -La fata Turchina e la sua casa,-Il paese dei balocchi; -Il gatto,la volpe e il campo dei miracoli. Particolare anche lo spazio:”L’angolo dei sogni” dedicato alla proiezione di foto illustrative del progetto:”tecnologie informatiche “e ai lavori realizzati dagli alunni della scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado guidati dai docenti di sostegno che in tale occasione hanno illustrato le varie metodologie alternative che la scuola offre a favore di ogni tipo di difficoltà. Numerose le famiglie intervenute che hanno apprezzato i diversi momenti di accoglienza ed il clima sereno e festoso che si è respirato nel corso della manifestazione.
Agrigento, 20 gennaio 2017

Indescrivibile il Consiglio comunale in seduta di prosecuzione del 18 Gennaio, visibile al link http://www.magnetofono.it/streaming/agrigentovideo/play.php?flv=CAGRV_19034_32699_001_20170118.mp4&q&C=eJw9jO9Lg1AYhd8%2ARUYfKoirhi1HC2zDKOdGs27bp7DrW7ldvT9nbn99Olhw4BweHo4CJrQUOrdIrEYcDV6FJGxnrKhQk0n0uKQDJ5pPnXOn6KT7sTckrkd81xsecQ%2Avxl54glf%219SgIuzgXwKG0UEMj2vyr5GhA%2AogabcnABY5VlXedS6lF2w0D%2ARWYHhrsFcMqqLFBDcX%2AOvs1qACf94cJu22yb76YZe27Sjfzfbbz6Zuy2WyZHMwljcKnQK23Eutt8LDS%2AGW6itWaJsXm8yZdUD%21KwyROzQf8AUJBTw8_
Votati favorevolmente alcuni atti di indirizzo del Movimento 5 stelle, quelli comodi per l’amministrazione:
il far rispettare il divieto di fermata ai bus che prelevano turisti all’uscita del Parco presso il tempio di Ercole, perchè in pratica dovrebbe già essere così;
l’opposizione al distacco della fognatura da parte del gestore, atto importantissimo che la maggioranza sapeva di dover votare perchè il leader dei 9 Consiglieri presenti si era già impegnato in tal senso ad ottobre 2015.
il controllo delle bollette idriche comunali e il tentativo di recupero delle somme pregresse conteggiate a forfait: già nelle linee guida per il risanamento, quelle ancora da sistemare, si parla di revisione delle bollette anche se le idriche non sono citate. Un atto, quindi, che è in linea con ciò che vorrebbe fare l’amministrazione.
Non sono invece passati gli altri, sempre a mia firma:
7 Consiglieri hanno bocciato la restituzione del deposito cauzionale ai cittadini. Non è stata una sorpresa.
Adesso la palla passa alla Corte dei Conti che, essendo informata sui fatti, potrebbe chiedere al Comune di ridare i soldi ai cittadini.
Hanno votato contro (si sono astenuti con votazione certosina)  ad un atto che richiedeva un tavolo tecnico dal prefetto per il controllo sulla sosta selvaggia delle auto in via Acrone e sul viadotto Morandi.
Contro la depurazione, dalla bacheca comunale, dei comunicati politici del Sindaco e contro il miglioramento della fruibilità per i cittadini.
Infine ancora contro il divieto di capitozzare gli alberi ornamentali comunali.
Il voto è sempre di scuderia anche se i cavalli sono sempre meno.
Ing.Marcella Carlisi
Movimento 5 stelle Agrigento

Indescrivibile il Consiglio comunale in seduta di prosecuzione del 18 Gennaio, visibile al link http://www.magnetofono.it/streaming/agrigentovideo/play.php?flv=CAGRV_19034_32699_001_20170118.mp4&q&C=eJw9jO9Lg1AYhd8%2ARUYfKoirhi1HC2zDKOdGs27bp7DrW7ldvT9nbn99Olhw4BweHo4CJrQUOrdIrEYcDV6FJGxnrKhQk0n0uKQDJ5pPnXOn6KT7sTckrkd81xsecQ%2Avxl54glf%219SgIuzgXwKG0UEMj2vyr5GhA%2AogabcnABY5VlXedS6lF2w0D%2ARWYHhrsFcMqqLFBDcX%2AOvs1qACf94cJu22yb76YZe27Sjfzfbbz6Zuy2WyZHMwljcKnQK23Eutt8LDS%2AGW6itWaJsXm8yZdUD%21KwyROzQf8AUJBTw8_Votati favorevolmente alcuni atti di indirizzo del Movimento 5 stelle, quelli comodi per l’amministrazione:il far rispettare il divieto di fermata ai bus che prelevano turisti all’uscita del Parco presso il tempio di Ercole, perchè in pratica dovrebbe già essere così;l’opposizione al distacco della fognatura da parte del gestore, atto importantissimo che la maggioranza sapeva di dover votare perchè il leader dei 9 Consiglieri presenti si era già impegnato in tal senso ad ottobre 2015. il controllo delle bollette idriche comunali e il tentativo di recupero delle somme pregresse conteggiate a forfait: già nelle linee guida per il risanamento, quelle ancora da sistemare, si parla di revisione delle bollette anche se le idriche non sono citate. Un atto, quindi, che è in linea con ciò che vorrebbe fare l’amministrazione.Non sono invece passati gli altri, sempre a mia firma:7 Consiglieri hanno bocciato la restituzione del deposito cauzionale ai cittadini. Non è stata una sorpresa. Adesso la palla passa alla Corte dei Conti che, essendo informata sui fatti, potrebbe chiedere al Comune di ridare i soldi ai cittadini. Hanno votato contro (si sono astenuti con votazione certosina)  ad un atto che richiedeva un tavolo tecnico dal prefetto per il controllo sulla sosta selvaggia delle auto in via Acrone e sul viadotto Morandi.Contro la depurazione, dalla bacheca comunale, dei comunicati politici del Sindaco e contro il miglioramento della fruibilità per i cittadini.Infine ancora contro il divieto di capitozzare gli alberi ornamentali comunali.Il voto è sempre di scuderia anche se i cavalli sono sempre meno.
Ing.Marcella Carlisi
Movimento 5 stelle Agrigento

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo ha sequestrato, nel Principato di Andorra, somme di denaro e gioielli del valore di circa 1 milione e mezzo di euro. Il sequestro è stato disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo nei confronti della moglie, Maria D’Anna, e delle figlie, Monia e Antonella, di Ezio Brancato, morto nel 2000 e fino al 1981 funzionario della Regione Siciliana. Brancato nel corso degli anni effettuò degli investimenti in società operanti nel settore della metanizzazione, sia in Sicilia che in Abruzzo ed è stato socio del cosiddetto “Gruppo GAS” di Palermo, la cui attività è stata costantemente controllata e favorita illecitamente da Vito Ciancimino e Bernardo Provenzano. Nel gennaio 2004, il “Gruppo GAS” è stato venduto alla multinazionale spagnola “Gas Natural”, per un valore di oltre 115 milioni di euro, dei quali oltre 46 milioni di pertinenza della famiglia Brancato.

Al termine della rifinitura tecnica di questa mattina, allo stadio Esseneto di Agrigento, mister Di Napoli ha reso noto l’elenco dei giocatori convocati per la partita contro la Reggina di domani pomeriggio, alle ore 16.30, allo stadio “Granillo” di Reggio Calabria.
Ecco la lista suddivisa per reparto e con i relativi numeri di maglia dei calciatori convocati:
Portieri: 1 Addario, 35 Sarcuto
Difensori: 33 Petrucci, 34 Mazza,16 Thiago, 3 Russo,19 Sepe, 6 Carillo, 27 Caternicchia, 14 Riggio
Centrocampisti: 20 Coppola, 5 Pezzella, 30 Privitera, 15 Palmiero, 26 Rotulo, 2 Zanini
Attaccanti: 29 Cochis, 9 Gomez, 17 Longo, 24 Leveque, 36 Sicurella.

Indisponibili: 1 Pane, 7 Salvemini, 8 Carrotta, 10 Cocuzza.

Lo Stato ha riconosciuto un risarcimento di 6 milioni e 500 mila euro a favore di Giuseppe Gulotta, 59 anni, di Alcamo, muratore, ingiustamente detenuto in carcere per 22 anni perché vittima del clamoroso “errore giudiziario” relativo alla strage della casermetta di Alcamo Marina, il 26 gennaio 1976, quando furono uccisi a colpi di arma da fuoco due giovani carabinieri, Carmine Apuzzo e Salvatore Falcetta. Gulotta vive adesso a Certaldo, in Toscana. Il denaro gli permetterà, oltre che di assicurare un alto tenore di vita alla moglie Michela e ai figli, anche di elargire una donazione alla chiesa del parroco che ha aiutato lui e la sua famiglia.

A Canicattì i Carabinieri hanno arrestato D S, sono le iniziali del nome,  43 anni, casalinga, sorpresa, nel corso di una perquisizione domiciliare, in possesso di 14 involucri termosaldati, contenenti complessivamente 6 grammi circa di cocaina, già confezionati per la vendita. La donna è ristretta ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.