Home / 2017 / Gennaio

Questa mattina i biancoazzurri hanno svolto un altro intenso allenamento per preparare al meglio la partita di sabato prossimo, alle ore 14.30, sul campo della Virtus Francavilla. Mister Di Napoli ed il suo staff hanno sottoposto i giocatori ad un lavoro di rapidità e potenziamento muscolare, alternato alla tecnica. La sedutà si è conclusa con una serie di partitelle a tema. L’attaccante Francesco Salvemini ha svolto un lavoro personalizzato.
Domani, mercoledì 1 febbraio, è previsto un nuovo allenamento, alle ore 14.30.
Il giudice sportivo ha squalificato per due giornate il difensore Thiago Caze’ da Silva e per un turno il centrocampista Luca Palmiero.

Riparato il guasto alla condotta idrica in Via dei Coralli nel Comune di Sciacca, oggi turno straordinario di distribuzione idrica
Girgenti Acque comunica che il guasto accertato ieri alla condotta principale in Via Coralli nel Comune di Sciacca è stato tempestivamente riparato.
L’Azienda, visto lo slittamento del turno previsto per ieri  in detta zona, ha attivato oggi 31/01/2017 un turno di distruzione idrica straordinaria per approvvigionare gli utenti interessati.

La sezione giurisdizionale della Corte dei Conti ha condannato 7 ex amministratori a risarcire all’Istituto dei Sordi di Palermo 450mila euro di danno all’Erario e 300mila euro di danno all’immagine. La sentenza, che è la numero 53 del 2017, riguarda Giacomo Maria Sgroi, ex presidente, che dovrà versare circa 115mila euro, Davide Salvatore Cutrona, ex direttore amministrativo, con la condanna più pesante, 448mila euro, Maurizio Tarallo, direttore generale (81mila euro), Vito Inghilleri, segretario (9.500 euro) e tre componenti del consiglio di amministrazione: Antonino Gioiosa (40mila euro), Alfredo Riccardo Oneto (27mila euro) e Ciro Sucato (32mila euro). Il danno consiste nella “sottoscrizione di mandati di pagamento per spese estranee ai fini istituzionali dell’istituto o prive di documentazione giustificativa oppure per il pagamento di compensi non dovuti”.

Sono in corso le procedure di accorpamento delle Camere di Commercio in Sicilia, e il Partito Democratico lancia un accorato appello al Governo regionale per la vigilanza e i controlli. Carmelo Greco (nella foto), responsabile del Dipartimento regionale Sviluppo Economico del Partito Democratico, afferma : “Bisogna vigilare sulle procedure di accorpamento delle Camere di Commercio in Sicilia. Potenziali opacità danneggiano l’economia siciliana e il rilancio del sistema camerale. Quanto denunciato da Cna, Legacoop, Confesercenti e Confcooperative, circa la presenza di neo associazioni con iscrizioni apparentemente abnormi, impone quantomeno una soglia di attenzione altissima, a garanzia e tutela della regolare composizione degli organi camerali. La vicenda sta assumendo contorni sempre più paradossali, che di fatto paralizzano il regolare esercizio democratico e di rappresentanza. Chiedo pertanto all’ assessore Mariella Lo Bello di attivarsi in tempi brevissimi al fine di garantire l’ottimale funzionamento delle Camere di Commercio in Sicilia, a tutela di artigiani, esercenti e cooperatori, che nella buona rappresentanza e nel rilancio dei servizi camerali ripongono la massima fiducia. Va sgomberato, in tempi certi, il campo da potenziali zone grigie, sottoponendo tutte le fasi pregresse e future a rigidi controlli”.

Ad Agrigento, al Villaggio Peruzzo, l’assessore comunale Beniamino Biondi (nella foto) ha partecipato all’inaugurazione della scuola secondaria di primo grado “Margherita Hack” a conclusione dei lavori di recupero e di manutenzione straordinaria. L’assessore Biondi, accolto dal dirigente scolastico Francesco Casalicchio, afferma : “Questi lavori, attesi da molti anni e finalmente portati a termine con un preciso impegno di rigenerazione delle condizioni di sicurezza di tutto l’immobile, hanno restituito al territorio una scuola che appartiene non solo a chi la frequenta ma ad un intero quartiere. Si tratta quindi di un punto di riferimento essenziale, oltre che di un presidio di legalità e di cultura, che finalmente riconquista dei locali in condizioni di massima sicurezza e nel pieno decoro di quanto è dovuto per lo svolgimento più sereno dell’attività didattica. I disagi per i turni pomeridiani che i ragazzi e le famiglie hanno dovuto sostenere per il periodo necessario ai lavori, adesso è finalmente compensato da un ritorno definitivo nei locali originari”.

IL 2 FEBBRAIO SAREMO DAVANTI AL TRIBUNALE DI PALERMO:
NON LASCIATECI SOLI!”

Il prossimo 2 febbraio rappresenta una data decisiva per questa  vicenda della “Calcestruzzi Belice”. La Corte d’Appello di Palermo deciderà il ricorso presentato dall’ANBCS contro la sentenza del Tribunale di Sciacca che ha dichiarato il fallimento della stessa in accoglimento della richiesta dell’ENI che vantava un credito, peraltro non riconosciuto, di 27.300 euro!
In queste settimane siamo stati con i Lavoratori che, malgrado il licenziamento, hanno presidiato l’Azienda e cercato in ogni modo di non far spegnere i riflettori su questa loro incredibile vicenda.
Sentiamo il dovere di ringraziare quanti ci sono stati vicini: l’Amministrazione ed il Civico consesso di Montevago; il Parlamentari Nazionali Moscatt, Capodicasa, Iacono, Mattiello; i Sindaci di tutto il Belìce, la Chiesa di Montevago ed il Cardinale Montenegro; Don Luigi Ciotti, i Lavoratori della “Calcestruzzi Ericina” e quelli della “Inerti srl”.
Oltre, naturalmente, alla CGIL ed alla FILLEA Regionali e Nazionali che ci hanno sostenuto e sono intervenuti in modo opportuno e forte.
Se la  Corte d’Appello accoglierà il ricorso tutto riprenderà come prima o, al contrario, con un’altra incredibile sentenza, si dichiarerà la morte definitiva della “Calcestruzzi Belice”?
Non ha senso e non è il momento di pensare a “piani B”: il piano dev’essere uno solo, ristabilire la giustizia rispetto ad una sentenza ingiusta ed assurda.
Noi saremo lì ad attendere il verdetto, ma vorremmo che, insieme a Noi, ci fossero tutti quelli che hanno desiderato la conclusione positiva di questa vicenda.
Chiediamo a tutti di sostenerci, di attendere con Noi, di testimoniare con la loro presenza che lo Stato ha un’occasione per ritrovare la credibilità perduta e che occorre restituire a questi 11 lavoratori, alle loro famiglie ed alla comunità di Montevago la certezza di un lavoro dignitoso.

Si è svolto, a Siculiana, l’ottavo congresso provinciale dell’Acsi, comitato provinciale di Agrigento, per il rinnovo della carica del presidente provinciale e del direttivo provinciale.  I delegati delle associazioni affiliate hanno riconfermato Giuseppe Balsano alla presidenza del comitato provinciale di Agrigento e hanno eletto il nuovo consiglio direttivo, che è  formato da Salvatore Balsano, Patrizia Iacono, Giancarlo La Greca, Giuseppina Mira e Vito Salvaggio.
Nel corso del congresso, dopo i saluti del sindaco di Siculiana, Leonardo Lauricella, sono intervenuti: Don Aldo Sciabbarrasi, Enzo Zambito, assessore al turismo, sport e spettacolo del comune di Siculiana, e Graziella Fazzi, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Garibaldi” Realmonte.
Il presidente Giuseppe Balsano ha illustrato il lavoro svolto e gli ottimi risultati ottenuti nell’ultimo quadriennio dal comitato provinciale Agrigento.
Dopo gli interventi dei presenti all’assemblea, anche Salvatore Balsano, presidente del comitato regionale Acsi Sicilia, ha letto la relazione sulle attività svolte dall’Acsi.

La Chiesa ha recentemente lanciato un allarme crisi vocazioni, che però sarebbe ingiustificato in Sicilia e, in particolare, ad Agrigento. Secondo quanto emerge da un report del Sir, che è il Servizio di informazione religiosa, la Sicilia è al quarto posto in Italia per numero di seminaristi diocesani, dunque in cammino verso il sacerdozio. E nella Diocesi di Agrigento, come conferma il rettore del Seminario, don Baldo Reina, vi sono 35 studenti di teologia, di cui 2 provenienti da Iringa, in Tanzania, che è diocesi gemellata con Agrigento, e 2 di un’altra diocesi africana, più 7 giovani al propedeutico. Presenze altrettanto confortanti vi sono nelle Diocesi di Messina, Palermo e Caltanissetta. Meno a Ragusa, Monreale, Nicosia e Mazara.

TEATRO della POSTA VECCHIA
presenta
ALBERTO PATRUCCO
uno dei più bravi, colti e sagaci monologhisti italiani da ZELIG
in

VEDO BUIO!
spettacolo di cabaret
SABATO 4 FEBBRAIO 2017 ORE 21
DOMENICA 5 ORE 18
Ingresso € 15
Info e prenotazioni Tel. 0922 26737

SE AMATE IL TEATRO, IL CABARET E LA SATIRA INTELLIGENTE NON MANCATE A QUESTO IMPORTANTE APPUNTAMENTO.
FATEVI PROMOTORI E SOSTENITORI DELLA NOSTRA ATTIVITA’.

I più fedeli estimatori di Alberto Patrucco ricorderanno questo titolo in libreria e come incipit dei suoi monologhi televisivi.
Ma VEDO BUIO! è prima di tutto uno spettacolo dal vivo; una panoramica al vetriolo sui tempi che stiamo vivendo, intrisa di comicità vera, dunque non indulgente o auto-consolatoria.
Liberato dagli orpelli del quotidiano, lo spettacolo assume in questo modo tutta un’altra angolazione: attinge dalla cronaca, certo, ma si alimenta anche di più ampi scenari storici.

E sullo sfondo, le tante vicende che hanno condizionato – e segnano ancora – il nostro attuale stile di vita.
In VEDO BUIO!, Alberto Patrucco non risparmia niente, nessuno e nemmeno se stesso. Così, tanto per tornare a ridere… sul serio.
” La sua unica arma scenica è il linguaggio.
Niente fronzoli né travestimenti.
Soltanto la sua maschera naturale, duttile e vivacissima. ”

Musica d’ambiente, trattenimenti musicali senza ballo, trattenimenti danzanti e centri fitness. Le imprese associate  potranno usufruire, anche per il 2017, dei benefici contenuti nella  rinnovata convenzione CNA-SIAE, relativamente alle tariffe previste per il nuovo anno. Il pagamento dovrà essere effettuato entro il prossimo 28 di febbraio, attraverso la modulistica già predisposta e disponibile presso ogni sede territoriale della CNA di Agrigento. Le tariffe Siae, grazie alla convenzione, saranno scontate della percentuale di riduzione riservata alla convenzione. E in particolare è previsto un risparmio nella misura del 25% per il settore esercizi commerciali e artigiani e del 15% per il settore bar e ristoranti, per il settore alberghi e villaggi turistici, per il settore campeggi e per il settore pubblici esercizi in stabilimenti balneari. Si scende al 10% per i centri fitness, per le attività di animazione sulle spiagge e per i trattenimenti musicali senza ballo, mentre per il settore trasporti la riduzione raggiunge il 40%.