Home / 2016 / Maggio (Pagina 73)

“Un’arteria abbandonata quasi al suo destino, la cui chiusura ogni giorno provoca non pochi disagi a chi risiede nella zona”. Il consigliere comunale di Agrigento del gruppo “Uniti per la Città”, Marco Vullo, richiama l’attenzione delle istituzioni locali sullo stato in cui versa la strada provinciale 1 che si snoda tra Piano Gatta e contrada Borsellino e si va ad innestare lungo la Statale Raffadali – Agrigento. “Dallo scorso mese di febbraio – afferma Vullo –  il collegamento è interdetto al transito a causa della caduta massi sul manto, provenienti da terreni adiacenti. Una situazione che certamente crea parecchi problemi e difficoltà agli automobilisti e soprattutto agli abitanti di quest’area, costretti quotidianamente ad utilizzare percorsi alternativi per raggiungere le proprie abitazioni. Faccio appello allora al Libero Consorzio di Agrigento, con in testa il Commissario straordinario Barberi, a farsi carico di questa emergenza –  conclude Marco Vullo – in modo da sollecitare gli interventi di messa in sicurezza, necessari per potere riaprire alla circolazione questa importante strada provinciale”.

Ad Agrigento, al teatro Pirandello, domenica 22 maggio, alle ore 17, si svolgerà la cerimonia di consegna della 26esima edizione del premio Mimosa d’oro, organizzato dal Centro culturale Guttuso di Favara, presieduto da Lina Urso Gucciardino. Il premio Mimosa d’oro edizione 2016 è stato assegnato a Nicole Orlando (nella foto), la campionessa mondiale di atletica leggera, recentemente ricevuta e premiata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Riconoscimenti speciali a Giusy Parolino, Asia Abate, Rosanna Sestili e le volontarie dell’ Associazione Aronne. Gli intermezzi musicali saranno a cura delle Accademie dello Spettacolo “Palladium” e “Le Muse”. Interventi artistici, da “Ballando con le stelle 2016”, di Veera Kinnunen e Stefano Oradei. Concluderà Paolo Belli in concerto. Presentano Gabriella Omodei e Giuseppe Moscato. Coordinamento artistico Lia Minio. Direttore artistico Enzo Alessi.

Il sindaco di Menfi, Vincenzo Lotà, è stato eletto presidente dell’ Assemblea territoriale idrica di Agrigento. Il vice presidente è il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana. Il Comitato Inter.Co.Pa, Inter – comunale per l’acqua pubblica, di Agrigento, rivolge i propri auguri di buono e proficuo lavoro, per il raggiungimento degli impegnativi obiettivi prefissati nello Statuto di recente approvazione, al Presidente e al Vicepresidente dell’Assemblea territoriale idrica di Agrigento. Il coordinatore dell’ InterCoPa, Franco Zammuto (nella foto), afferma : “Dopo la nomina e l’insediamento del Consiglio di amministrazione, chiederemo al presidente Lotà un incontro al fine di chiedere di inserire nello statuto del consorzio Ati l’equivalente dell’articolo 12 della Legge Regionale 19 del 2015 e come si intende procedere nei confronti del gestore Girgenti Acque che ad oggi gestisce 27 dei 43 Comuni che sono parte del consorzio. Appare superfluo ricordare che obiettivo del comitato Inter.Co.PA è chiedere, spingere e battersi al fine di utilizzare tutti gli strumenti utili e legittimi per liberarsi di un gestore che sin dal suo insediamento, 1 gennaio 2007, ad oggi, si è solo distinto per l’aumento ingiustificato di tariffe, considerato che nessun miglioramento è stato apportato al servizio idrico, mentre non è stata capace di evitare gravi danni all’inquinamento come dimostrano le indagini avviate dalla magistratura che ha proceduto al sequestro di dieci impianti di depurazione, che si aggiungono ad altre indagini riguardanti sempre il gestore Girgenti Acque, per altre e più gravi ipotesi di reato”.

Ancora altri particolari emergono dalle intercettazioni delle conversazioni di Pino Maniaci. Lui, rivolgendosi all’amante, galoppa a cavallo della fantasticheria, e prospetta : “Faccio il sindaco o l’onorevole? Con 22 mila euro al mese: auto blu, la scorta, l’autista”. E’ il 5 febbraio scorso, e il direttore di Telejato è alla Camera dei Deputati, e così, dialogando con l’ amante, riflette ancora : “Il sindaco è 2mila euro al mese, l’onorevole è 22mila euro. Allora io ho due possibilità : mi posso candidare a sindaco o mi posso candidare a deputato… deputato significa che andiamo a stare a Roma….e gioia mia 22mila euro al mese… Il sindaco invece a Partinico si rompe il culo e devi prenderti i cornuti dai cristiani…duemila…eh, Salvo piglia duemila euro al mese, e qua ne prendono ventiduemila… ca certo, solo, solo che uno deve salire in auto blu, onorevole, la scorta, l’autista”. Il Salvo a cui si riferisce il giornalista sarebbe Salvo Lo Biundo, sindaco di Partinico, poltrona a cui ambirebbe anche Pino Maniaci, e lo stesso Lo Biundo lo conferma, e le sue parole, interrogato, sono state : : “Maniaci mi ha rivelato di volersi candidare alle prossime elezioni amministrative, ha chiesto il mio sostegno e di tutta l’attuale amministrazione. Non l’ho contraddetto, sempre per tenerlo buono e per non subire altre ritorsioni mediatiche. Vorrei però precisare che la mia volontà non sarebbe mai stata quella di sostenere la sua candidatura, anche se fingevo davanti a lui di assecondarlo, perché mi ero informato sulla sua candidabilità e mi risultava non avere i requisiti previsti dalla legge”. Nel frattempo, l’ Ordine dei Giornalisti di Sicilia, presieduto da Riccardo Arena, annuncia che esaminerà con attenzione la posizione del direttore di Telejato, Pino Maniaci, indagato dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo e che, secondo legge, non può essere sospeso cautelativamente e in urgenza dall’albo perché la misura cautelare a suo carico non è il carcere o gli arresti domiciliari. E l’ Ordine dei Giornalisti aggiunge : “Fermo restando il massimo rispetto per la presunzione di innocenza e l’augurio al collega di riuscire a provare la propria estraneità alle contestazioni che gli sono mosse, gli atti saranno trasmessi al competente Consiglio di disciplina territoriale, che, pur se autonomo e del tutto indipendente dal Consiglio dell’Ordine, sarà invitato a non entrare nel merito delle accuse di estorsione, la cui fondatezza dovrà essere accertata dai giudici penali. Invece, esaminerà con rigore estremo e scrupolo il contenuto delle affermazioni dello stesso Maniaci, nel corso delle conversazioni intercettate. Oggetto della verifica dovrà essere la dignità, il decoro e il prestigio del giornalista sotto inchiesta e, di riflesso, della categoria intera, nonché l’eventuale strumentalizzazione della professione e dell’immagine antimafia per fini diversi da quelli imposti dalle regole del mestiere”.

Gero Acquisto, segretario generale  della camera sindacale territoriale della Uil di Agrigento, interviene in merito alla manifestazione regionale di CGIL CISL UIL Sicilia di sabato 07 maggio che vedrà la presenza di migliaia di siciliani che attendono risposte dal governo.
Il sindacato confederale ha in ogni modo evidenziato ai governi regionali e nazionali questa situazione di stallo e di politica sostanzialmente ingessata,chiassosa e inconcludente.
Se è notizia di ieri che il governo regionale approva lo stato di emergenza perché non è riuscito a portar a termine un piano dei rifiuti, è chiaro che la cifra politica e di governo in Sicilia è scadente.
In 3 anni e mezzo di legislatura e di governo Crocetta le emergenze si sono amplificate, non c’è stato nessun raccordo con le parti sociali e il sindacato, e le fantomatiche riforme sono deragliate al primo vento romano, più che autonomi siamo commissariati, con pochissimi margini di manovra.
Oggi il sindacato scende in piazza per chiedere atti veri alla politica, ci sono intere categorie che sono state cancellate o sono in codice rosso, risultato di un gioco delle parti, dove l’antimafia parolaia non ha raggiunto nessun risultato, per questo invochiamo risultati diversi.
I contrattisti degli enti locali che fine faranno, se ai Comuni si riducono i trasferimenti,e i contratti dei liberi consorzi e delle partecipate faranno la fine di lavoratori che sono fuori dal mercato, per riforme governative che sono state sistematicamente bocciate dal Governo nazionale.
E il ritorno al lavoro di filiere come il sistema della formazione professionale che vede ormai 8 mila operatori fermi e maciullati da demagogia e populismo e pagano sulla propria pelle responsabilità di altri ? I cahiers de dolèances sono lunghissimi, dalla gravissima situazione degli operatori dei call center di Almaviva alla crisi strutturale, ormai per imprese piccole e medie che vegetano è necessario trovare l’inizio di un nuovo percorso.
Quindici mesi che ancora ci separano dalle elezioni sono un periodo, per questo governo Crocetta, bastevole per sedersi con il sindacato in maniera finalmente seria al fine di trovare delle soluzioni che noi abbiamo sintetizzato nel volantino di sabato in investimenti, infrastrutture, ambiente e riforme.
Questa manifestazione vuole essere un input di forte cambiamento e discontinuità con quello fatto finora per andare avanti,il governo e Crocetta devono capire che il tempo della demagogia è finito,i siciliani sono esasperati e l’esecutivo deve fare scelte politiche ed economiche velocemente, intercettando e mettendo a risorsa le progettualità europee, nazionali e regionali. La presenza di migliaia di siciliani in piazza sia finalmente un monito che dia al governo regionale, la possibilità di dare risposta al grido di dolore di migliaia di siciliani, oggi affamati ma che non si arrendono.
Il Segretario Generale UIL C.S.T. Agrigento
Gero Acquisto

Il Sette Maggio UIL CGIL e CISL  in piazza per un punto di svolta contro il Governo regionale
Gero Acquisto, segretario generale  della camera sindacale territoriale della Uil di Agrigento, interviene in merito alla manifestazione regionale di CGIL CISL UIL Sicilia di sabato 07 maggio che vedrà la presenza di migliaia di siciliani che attendono risposte dal governo.Il sindacato confederale ha in ogni modo evidenziato ai governi regionali e nazionali questa situazione di stallo e di politica sostanzialmente ingessata,chiassosa e inconcludente.Se è notizia di ieri che il governo regionale approva lo stato di emergenza perché non è riuscito a portar a termine un piano dei rifiuti, è chiaro che la cifra politica e di governo in Sicilia è scadente.In 3 anni e mezzo di legislatura e di governo Crocetta le emergenze si sono amplificate, non c’è stato nessun raccordo con le parti sociali e il sindacato, e le fantomatiche riforme sono deragliate al primo vento romano, più che autonomi siamo commissariati, con pochissimi margini di manovra.Oggi il sindacato scende in piazza per chiedere atti veri alla politica, ci sono intere categorie che sono state cancellate o sono in codice rosso, risultato di un gioco delle parti, dove l’antimafia parolaia non ha raggiunto nessun risultato, per questo invochiamo risultati diversi.
I contrattisti degli enti locali che fine faranno, se ai Comuni si riducono i trasferimenti,e i contratti dei liberi consorzi e delle partecipate faranno la fine di lavoratori che sono fuori dal mercato, per riforme governative che sono state sistematicamente bocciate dal Governo nazionale.E il ritorno al lavoro di filiere come il sistema della formazione professionale che vede ormai 8 mila operatori fermi e maciullati da demagogia e populismo e pagano sulla propria pelle responsabilità di altri ? I cahiers de dolèances sono lunghissimi, dalla gravissima situazione degli operatori dei call center di Almaviva alla crisi strutturale, ormai per imprese piccole e medie che vegetano è necessario trovare l’inizio di un nuovo percorso.Quindici mesi che ancora ci separano dalle elezioni sono un periodo, per questo governo Crocetta, bastevole per sedersi con il sindacato in maniera finalmente seria al fine di trovare delle soluzioni che noi abbiamo sintetizzato nel volantino di sabato in investimenti, infrastrutture, ambiente e riforme.Questa manifestazione vuole essere un input di forte cambiamento e discontinuità con quello fatto finora per andare avanti,il governo e Crocetta devono capire che il tempo della demagogia è finito,i siciliani sono esasperati e l’esecutivo deve fare scelte politiche ed economiche velocemente, intercettando e mettendo a risorsa le progettualità europee, nazionali e regionali. La presenza di migliaia di siciliani in piazza sia finalmente un monito che dia al governo regionale, la possibilità di dare risposta al grido di dolore di migliaia di siciliani, oggi affamati ma che non si arrendono. Il Segretario Generale UIL C.S.T. AgrigentoGero Acquisto

Tutto pronto all’ospedale di Sciacca per avviare, dal prossimo primo luglio, le azioni del servizio ambulatoriale di riabilitazione pediatrica. Un apposito documento, siglato dal direttore del Distretto sanitario di Sciacca, dal responsabile del Servizio di neuropsichiatria infantile, dal direttore della Fondazione “S. Maugeri” e dal direttore sanitario del presidio ospedaliero “Giovanni Paolo II”, definisce i criteri di arruolamento dei piccoli pazienti ed è stato condiviso dal Tribunale per i diritti del malato e dall’Associazione “Crescere Insieme” di Sciacca.
L’avvio dell’attività di riabilitazione, affidata alla Fondazione “S. Maugeri” sulla base di un protocollo integrativo alla convenzione esistente, rappresenta un importante traguardo sia per la comunità saccense che per quella limitrofa e concretizza un risultato fortemente voluto dalla Direzione strategica dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Già nel corso del 2015 l’Asp aveva sollecitato l’Assessorato regionale alla salute al fine di ottenere le necessarie autorizzazioni  ricevendo piena disponibilità operativa. L’iter ha avuto una precisa definizione lo scorso mese di dicembre con l’adozione dell’atto deliberativo con cui è stata approvata l’azione progettuale della “Maugeri” ed il relativo protocollo d’intesa. La successiva consegna dei locali e, adesso, lo start alle prestazioni a partire dal primo luglio, rappresentano un segnale di attenzione alle istanze del territorio ed ai bisogni di salute della popolazione.

Sciacca, al via dal primo luglio il servizio ambulatoriale di riabilitazione pediatrica
Tutto pronto all’ospedale di Sciacca per avviare, dal prossimo primo luglio, le azioni del servizio ambulatoriale di riabilitazione pediatrica. Un apposito documento, siglato dal direttore del Distretto sanitario di Sciacca, dal responsabile del Servizio di neuropsichiatria infantile, dal direttore della Fondazione “S. Maugeri” e dal direttore sanitario del presidio ospedaliero “Giovanni Paolo II”, definisce i criteri di arruolamento dei piccoli pazienti ed è stato condiviso dal Tribunale per i diritti del malato e dall’Associazione “Crescere Insieme” di Sciacca. L’avvio dell’attività di riabilitazione, affidata alla Fondazione “S. Maugeri” sulla base di un protocollo integrativo alla convenzione esistente, rappresenta un importante traguardo sia per la comunità saccense che per quella limitrofa e concretizza un risultato fortemente voluto dalla Direzione strategica dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Già nel corso del 2015 l’Asp aveva sollecitato l’Assessorato regionale alla salute al fine di ottenere le necessarie autorizzazioni  ricevendo piena disponibilità operativa. L’iter ha avuto una precisa definizione lo scorso mese di dicembre con l’adozione dell’atto deliberativo con cui è stata approvata l’azione progettuale della “Maugeri” ed il relativo protocollo d’intesa. La successiva consegna dei locali e, adesso, lo start alle prestazioni a partire dal primo luglio, rappresentano un segnale di attenzione alle istanze del territorio ed ai bisogni di salute della popolazione.

Ad Agrigento sabato prossimo, 7 maggio, la Valle dei Templi ospiterà le vetture che parteciperanno alla Targa Florio Classic e al Ferrari Tribute. Sabato, in mattinata, si svolgerà una sfilata lungo il Viale della Vittoria, e poi la sosta al tempio di Giunone. La manifestazione, coordinata dall’ Automobile Club di Agrigento presieduta dall’ avvocato Salvatore Bellanca, è compresa nell’ ambito delle celebrazioni relative alla edizione numero 100 della Targa Florio. I concorrenti, tra cui Muthar Kent, che è l’ amministratore delegato di Coca Cola, e l’attore Renato Pozzetto, percorreranno il Viale della Vittoria e poi proseguiranno fino al tempio di Giunone dove sosteranno per circa un’ora. La carovana proseguirà poi alla volta della casa di Pirandello.

Il Comune di Agrigento comunica che il servizio di decespugliamento, che verrà effettuato nella settimana dal 04/05/16 al 14/05/16, vedrà impegnate diverse squadre di operai, in altrettante zone del territorio comunale.
In particolare le squadre GESA si occuperanno di decespugliare il viale Cannatello, nell’area  dell’incrocio con via Leonardo Sciascia,  le traverse  di viale Cannatello, all’altezza di via Rosario Di Salvo,   le  traverse di via Cavaleri Magazzeni, all’altezza di via dei Garibaldini e  la frazione di Fontanelle.
Una squadra Iseda invece, è attualmente impegnata nel decespugliamento della via De Gasperi, di via S.Vito e zone limitrofe;
Una squadra  SEA  si occuperà di Piazza Vittorio Emanuele, di via Imera e delle zone limitrofe.
Una squadra SEA interverrà a Monserrato.
Nella giornata di sabato 07/05/16 si effettuerà il decespugliamento con due squadre, presso le aiuole ubicate sul terrazzo del lungomare Falcone Borsellino.

Nuovo termine per la presentazione delle domande per il trasporto scolastico e servizi di assistenza specialistica relativo all’anno scolastico 2015/2016. Le famiglie degli alunni, anche con disabilità, delle scuole statali e paritarie secondarie di primo e secondo grado avranno tempo fino al 30 Luglio 2016 per consegnare alla Segreteria della Scuola di appartenenza dello studente la documentazione richiesta.
I soggetti destinatari sono gli studenti che appartengono a famiglie con reddito, in possesso di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) non superiore ad € 10.632,94 e che non ricevano o che non abbiano ricevuto nell’anno scolastico 2015/2016 altri analoghi benefici erogati da Amministrazioni pubbliche per le medesime finalità.
Il bando con la relativa domanda si trova pubblicato nella home page del sito dell’ente www.provincia.agrigento.it, nella sezione primo piano. Riguarda il servizio di trasporto urbano ed extraurbano per raggiungere la sede scolastica, anche con riferimento alle particolari esigenze degli studenti con disabilità. Inoltre il bando è relativo anche ai servizi di assistenza specialistica, anche attraverso mezzi di trasporto attrezzati con personale specializzato con riferimento alle peculiari esigenze di studenti con studenti in condizione di grave disabilità.
Il Libero Consorzio Comunale, sulla base delle domande pervenute nei termini stabiliti dal  bando, provvederà all’istruttoria delle istanze pervenute, predisponendo la relativa graduatoria in base alle condizioni economiche e, a parità di condizioni economiche, in base al requisito della distanza tra l’abitazione e la scuola frequentata, per gli alunni della scuola secondaria di secondo grado.

CHE LUNEDI  9 MAGGIO 2016 ALLO STADIO ” ESSENETO ” DI AGRIGENTO DALLE ORE 8,00 ALLE ORE 13,00 SI SVOLGERA’ LA MANIFESTAZIONE SPORTIVA STUDENTESCA ” UNITI NELLO SPORT,LEGALITA’ E SOLIDARIETA’ “….CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA..!!!
ALLA MANIFESTAZIONE SPORTIVA DI CALCIO A 11 PARTECIPERANNO IL LICEO LEONARDO ( ISTITUTO ORGANIZZATORE ), L’I.T.C. SCIASCIA, L’I.P.I.A. FERMI , L’I.T.C. FODERA’ , L’ I.S.P.  RITA LEVI MONTALCINI ,, L’I.P.S.C.E.O.A. GALLO .
SI CONFRONTERANNO IN INCONTRI DI CALCIO FEMMINILE E MASCHILE COME DA PROGRAMMA POSTO IN LOCANDINA ALLEGATO.
LA MANIFESTAZIONE OLTRE CHE IL CARATTERE SPORTIVO , HA LO SCOPO DI SENSIBILIZZARE GLI STUDENTI AI VALORI POSITIVI DELLA LEGALITA’ E SOLIDARIETA’.
INFATTI I RAPPRESENTANTI DEI VARI ISTITUTI PARTECIPANTI STANNO RACCOGLIENDO DEI CONTRIBUTI DEGLI STUDENTI DI TUTTE LE CLASSI CHE VERRANNO CONSEGNATE DIRETTAMENTE NELLE MANI DI DON FRANCO MONTENEGRO , CHE SARA’ PRESENTE ALL’EVENTO, DA DEVOLVERE ALLA MENSA DEI POVERI DI AGRIGENTO.
INOLTRE PER CARATTERIZZARE LA GIORNATA DI LEGALITA’ E CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA, VERRA’ PREMIATA LA TIFOSERIA STUDENTESCA DI UN ISTITUTO PARTECIPANTE, CHE AVRA’ DIMOSTRATO PIU’ CORRETTEZZA ED ENTUSIASMO.
ALLA MANIFESTAZIONE SONO STATI INVITATI A PARTECIPARE TUTTE LE AUTORITA’ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO.
QUESTA BELLA GIORNATA DI SPORT,LEGALITA’ E SOLIDARIETA’ E’ STATA VOLUTA DALLA DIRIGENTE SCOLASTICA DOTT.SSA V.IERNA , DAL VICARIO PROF. P. MANGIONE E DAI DOCENTI DI SCIENZE MOTORIE DI TUTTI GLI ISTITUTI PARTECIPANTI.
TUTTI GLI STUDENTI SARANNO ALLO STADIO ” ESSENETO ” DALLE ORE 8,00 PER PRENDERE LE PRESENZE E POI ASSISTERE ED ESSERE PROTAGONISTI DI UNA GIORNATA SPORTIVA DA RICORDARE..