Home / 2016 / Maggio (Pagina 6)

I poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, capitanati dal vice questore, Cesare Castelli(nella foto), hanno compiuto un controllo straordinario del territorio in occasione del fine settimana appena trascorso. Ecco gli esiti : 3 automobili sequestrate, 17 sanzioni amministrative, 130 persone identificate, 82 mezzi controllati, alcuni dei quali sorpresi senza assicurazione o revisione.

Ad Agrigento sono trascorsi 3 giorni, da venerdì scorso 27 maggio, dallo sprofondamento di una voragine in strada, al Villaggio Mosè, a ridosso di viale Leonardo Sciascia, dietro il distributore di carburante Agip, e, dopo un primo sopralluogo da parte di Polizia municipale e Girgenti Acque, nessuno più è intervenuto a rimedio della rottura alla condotta fognaria, che, peraltro, si aggrava sempre più, rischiando di provocare danni maggiori alla carreggiata. Cittadini contribuenti di Agrigento, soprattutto i centauri, a fronte di cotanto menefreghismo da parte di coloro che sono pagati per intervenire, prestate la massima attenzione in zona perché la voragine è solo transennata con un nastro difficilmente visibile, e ricorre il pericolo di incidente mortale. Ecco l’ Agrigento che rinasce. Ecco l’ Agrigento che cambia.

Incidente mortale lungo il raccordo tra la 640 Agrigento – Caltanissetta e la A 19 Palermo – Catania, dove un autoarticolato carico di prodotti ortofrutticoli di un’azienda di Vittoria è precipitato da un viadotto, da circa una ventina di metri. L’autista, R D F sono le iniziali del nome, 47 anni, originario di Vittoria, è stato estratto cadavere dalla cabina sconquassata del mezzo pesante che si è schiantato al suolo. L’uomo, diretto verso Caltanissetta, è stato fuori controllo all’ imbocco di una rotatoria e ha sfondato per decine di metri il guardrail precipitando nel vuoto.

L’ Usb, l’ Unione sindacale di base, dei Vigili del fuoco di Agrigento, insieme ad alcuni rappresentanti dei Vigili discontinui, ha incontrato la sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, nel merito della grave carenza di personale dei Vigili del fuoco sull’isola, meta di migliaia di migranti. Il coordinatore Usb Vigili del fuoco di Agrigento, Giovanni Loria, afferma : “Come riportano le ultime cronache, le manifestazioni sfociate in rivolta presso il locale Hot Spot, hanno evidenziato ancor di più la necessità di rafforzare il dispositivo di soccorso sull’isola. Per queste ragioni abbiamo chiesto alla sindaco Nicolini di rappresentare in tutte le sedi competenti l’annoso problema, affinché si possa considerare il potenziamento dell’organico dei distaccamenti Aeroportuale e Terrestre di Lampedusa e Linosa con l’immissione in ruolo dei vigili discontinui lampedusani. Il bilancio dell’incontro è da ritenersi positivo, e conferma la disponibilità del Sindaco nell’affrontare tematiche di interesse collettivo e soprattutto occupazionali verso i giovani”.

Il Governo Nazionale mette a disposizione fino ad un milione di euro per recuperare luoghi culturali dimenticati. Fino a domani, 31 maggio tutti i cittadini potranno segnalare un luogo pubblico da valorizzare e recuperare, ovvero un progetto culturale da finanziare scrivendo una semplice e-mail. Una speciale Commissione stabilirà a quali progetti assegnare le risorse.Il Comune di Agrigento ha scelto di proporre il progetto di restauro dell’ex antitracomatosario antico edificio inutilizzato di proprietà comunale situato tra il complesso del Monastero di Santo Spirito e la via Atenea accessibile sia da via Orazio che dalla Salita Madonna degli Angeli e da via Argento.Il grande immobile venne acquisito dal Comune nel 1867 e nel 1920 venne destinato alla cura delle malattie veneree delle prostitute mentre nel 1921 il filantropo agrigentino Sac. A. Di Piazza finanziò la realizzazione di un centro antitubercolare. Per il recupero di questo edificio il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, invita gli agrigentini ad inviare una e-mail a bellezza@governo.it con questo breve testo: “Vorrei che venisse recuperato l’ex antitracomatosario di Agrigento”.


Appuntamenti di Lunedì 30  Maggio del candidato a sindaco Angelo Messinese

  • ore 15:30  partecipazione all’evento organizzato da Confcommercio presso la Sala del Collare del Castello Chiaramonte dal titolo ” Confcommercio  incontra i candidati sindaco del comune di Favara” dove si parlerà di economia locale ;
  • ore 17:00   passeggiata/incontro con i cittadini in Via Olanda e zone limitrofe;

Si svolgerà il 5 Giugno il primo raduno per appassionati di Moutain Bike “Il Bosco dei Sicani” che si svolgerà nel territorio di Burgio. Le iscrizioni sono ancora aperte al prezzo di 10 euro con possibilità per gli accompagnatori di poter fare delle visite guidate della cittadina delle campane. Per info o altro la pagina Facebook del gruppo
https://www.facebook.com/events/206783093016691/

Dopo l’attentato al presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci (nella foto) : operazione antimafia della Polizia e della Direzione distrettuale antimafia di Messina, 23 arresti. Nel dettaglio, nell’ ambito di indagini sulle famiglie mafiose dei Nebrodi, la Polizia ha eseguito 16 misure cautelari in carcere e 7 agli arresti domiciliari. I provvedimenti sono scattati a pochi giorni dall’agguato contro il presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, il 18 maggio scorso. Tra gli arrestati vi è anche Antonio Foraci, ritenuto il boss emergente di Tortorici e in rapporti di affari con le famiglie di ndrangheta calabrese. Le indagini hanno avrebbero sgominato una cosca mafiosa impegnata nelle estorsioni, e altre due organizzazioni criminali che avrebbero gestito il traffico e lo spaccio di stupefacenti.

Ad Agrigento, a San Leone, l’ associazione ambientalista MareAmico, di Claudio Lombardo, rileva, con rammarico, le differenze ricorrenti tra una spiaggia privata e una spiaggia pubblica, una accanto all’ altra. “Si tratta – afferma MareAmico – della zona, perfettamente balenabile, appena sotto il lungomare Falcone Borsellino, attualmente completamente abbandonata e trasformata a discarica pubblica, e che, invece , con una pulizia e un diserbamento potrebbe diventare il fiore all’occhiello di San Leone. Proprio come accade a Catania e a Siracusa”. Il video testimonianza è in onda oggi lunedì 30 maggio al Videogiornale di Teleacras.