Home / 2016 / Maggio (Pagina 25)

PALERMO – “Al comune di Licata (Ag) i consiglieri appartenenti al
nostro partito sono Pino Moscato, Giuseppe Todaro, Gino Farruggio e
Stefano De Caro. Quest’ultimo è il capogruppo. Pertanto ogni altro
componente dell’assemblea municipale non può attribuirsi alcuna
appartenenza a Sicilia Futura poiché non ha il riconoscimento
ufficiale”. Lo afferma Nicola D’Agostino, segretario regionale di
Sicilia Futura.

Ad Agrigento, domani, martedì 24 maggio, nella chiesa di San Pietro, in via Pirandello, alle ore 11, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione di un progetto congiunto tra Spazio Temenos, Fai Fondo per l’ambiente italiano, e Giardino Kolymbethra. Si tratta di una iniziativa che lancia in rete per la prima volta due luoghi storici di Agrigento: il Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi e la Chiesa di San Pietro nel centro storico. Dunque, i responsabili di Spazio Temenos e Fai spiegheranno i dettagli del progetto e firmeranno ufficialmente l’accordo di convenzione. Parteciperanno l’assessore Beniamino Biondi, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, e Don Giuseppe Pontillo, direttore dell’Ufficio Diocesano ai Beni culturali. Interverranno Salvo Ciulla, presidente della cooperativa sociale Temenos, Giuseppe Lo Pilato, direttore del Fai – Giardino della Kolymbethra, e Federica Salvo, responsabile Turismo del Fai – Giardino della Kolymbethra. A termine della conferenza sarà offerto un aperitivo, preparato con i prodotti Fai, al Caffè San Pietro.

Anche l’agrigentino è terra di ultracentenari. Infatti, l’agrigentina Pina Amore ha festeggiato il compleanno per i 107 anni. La donna, ancora arzilla e forte di oltre un secolo di ricordi, è stata festeggiata dai suoi parenti, quasi tutti nipoti e pronipoti, al ristorante il “Borgo dei Vigneti”. Dopo una cena con menu tipico siciliano, poi è stata la volta della maxi torta. La serata si è conclusa con un brindisi, insieme anche alla titolare del “Borgo dei Vigneti”, Francesca Fragapane.

A Racalmuto, da venerdì 27 maggio a domenica 29, sarà la tre giorni della “Festa della Cultura”, promossa e organizzata dalla Fondazione Sciascia, che esporrà, tra l’altro, un carteggio inedito tra Leonardo Sciascia e l’editore Vito Laterza per celebrare i 60 anni dalla data di pubblicazione del libro “Le parrocchie di Regalpetra”. Vito Laterza è l’editore che, nel 1956, pubblicò “Le parrocchie di Regalpetra”. La stessa Fondazione Sciascia spiega : “Si tratta di un’ occasione per poter rileggere Sciascia nei luoghi dove il libro è stato concepito. ‘Le parrocchie di Regalpetra’ è, per ammissione dello stesso autore, il primo vero libro di Leonardo Sciascia. Infatti, la prima raccolta delle sue Opere parte proprio da lì, escludendo le opere precedenti. Fu proprio l’editore Vito Laterza a commissionare il libro a Sciascia e, infine, a trovarne il titolo dopo aver letto sulla rivista ‘Nuovi Argomenti’ le Cronache scolastiche che ne costituirono il nucleo originario con la Breve cronaca del regime”.

I prossimi appuntamenti del candidato a Sindaco Angelo Messinese:
24 maggio  ore 20:00  Comizio elettorale in Via Agrigento ( Vicino al Bar Vetro);
25 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in  Corso Vittorio Veneto (Vicino al Bar Casello);
26 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza Kennedy;
27 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza Itria;
28 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Viale Aldo Moro (Vicino al Parigi Bistrot);
30 maggio ore 20:00  Comizio elettorale Via Alcide De Gasperi – Piazzale adiacente le case popolari (Quartiere Luna);
31 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza della Pace;
3 giugno   ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza Don Giustino.
Inoltre, nelle giornate di domenica 22 e domenica 29 Maggio saranno presenti dei Gazebi installati nelle seguenti aree: Via Aldo Moro (Vicino Bar Arnone), Piazza Itria e Piazza Don Giustino.

I prossimi appuntamenti del candidato a Sindaco Angelo Messinese:24 maggio  ore 20:00  Comizio elettorale in Via Agrigento ( Vicino al Bar Vetro);25 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in  Corso Vittorio Veneto (Vicino al Bar Casello);26 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza Kennedy;27 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza Itria;28 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Viale Aldo Moro (Vicino al Parigi Bistrot);30 maggio ore 20:00  Comizio elettorale Via Alcide De Gasperi – Piazzale adiacente le case popolari (Quartiere Luna);31 maggio ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza della Pace;3 giugno   ore 20:00  Comizio elettorale in Piazza Don Giustino.Inoltre, nelle giornate di domenica 22 e domenica 29 Maggio saranno presenti dei Gazebi installati nelle seguenti aree: Via Aldo Moro (Vicino Bar Arnone), Piazza Itria e Piazza Don Giustino.

Rosetta Morreale assessore designato a Favara  nella squadra del candidato Sindaco Airò presenta le linee guida del progetto da donna impegnata nel sociale, nel mondo dell’istruzione e delle politiche di rilancio amministrativo per la città che va al voto.
La Morreale ha 45 anni, sposata con Lillo Millefiori, laureata, docente di scuola primaria da 25 anni a Racalmuto presso l’Istituto Comprensivo “Gen.Macaluso 2.Inoltre è docente formatrice nei percorsi metodologici didattici,docente coordinatrice per 15 anni presso l’Università di Palermo nel corso di laurea in Scienze della formazione primaria.Ha una breve esperienza politica come Assessore che si è caratterizzata per il forte impegno in campo sociale e scolastico a difesa dei cittadini economicamente svantaggiati che necessitavano di assistenza e solidarietà.E’ stata impegnata in azioni di rilancio della piccola e media impresa a sostegno di commercianti e attività artigianali.Queste esperienza hanno segnato e dato linfa al ruolo di amministratore pubblico della Morreale che ha dimostrato che le rivoluzioni e la ripresa possono partire negli enti locali dalle piccole iniziative in un rapporto di collaborazione costruttiva tra amministrazione attiva e le classi produttive che chiedono un rapporto veloce con politica e burocrazia per creare opportunità e servizi per dare occasioni di crescita nel tessuto locale.Adesso il nuovo impegno come assessore designato nel governo della città con il giovane Airò per portare le proprie esperienze e una ventata di freschezza in un momento di cambiamento nell’impostazione generale del governo cittadino.”

A Sambuca di Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sciacca, capitanati da Salvatore Marchese, hanno arrestato un immigrato dalla Romania di 40 anni, Irodica Soirinel Florin, per furto di gasolio su mezzi pesanti. Il romeno, insieme ad altre 2 persone che sono però fuggite, è stato sorpreso all’interno di un cantiere edile in contrada Pandolfina a rubare gasolio dai serbatoi dei mezzi pesanti di proprietà della ditta “Infrastrutture Srl”, impegnata in lavori alla condotta idrica. Nelle scorse settimane, la stessa ditta ha subito altri furti dello stesso genere. E i Carabinieri hanno compiuto degli appostamenti nottetempo.

Controllo del territorio tra Agrigento e Favara ad opera, durante il fine settimana, dei Carabinieri della Compagnia di Agrigento. Ecco gli esiti : impegnate 9 pattuglie, 3 persone denunciate in stato di libertà, 1 persona segnalata alla Prefettura di Agrigento, 205 persone controllate e identificate, 63 veicoli controllati, 8 perquisizioni personali e veicolari; elevate 20 contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada, 9 patenti ritirate; 3 carte di circolazione ritirate e 3 veicoli sottoposti a sequestro.

I poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, agli ordini del vice questore, Cesare Castelli(nella foto), hanno arrestato, e non è la prima volta, Salvatore Gangarossa, 45 anni, empedoclino, per violazione di alcuni obblighi che gli sono stati imposti dall’Autorità giudiziaria appena scarcerato lo scorso 18 maggio. Infatti, Gangarossa sarebbe rientrato a dormire a casa propria, nonostante il divieto di avvicinamento alla moglie. E, inoltre, avrebbe schiaffeggiato la donna costringendola a dormire in automobile per due notti. Pertanto, la Procura di Agrigento ha disposto l’aggravamento della misura, e ha ordinato l’arresto e il trasferimento di Salvatore Gangarossa in carcere.

L’Ufficio misure di prevenzione della Divisione di Polizia Anticrimine della Questura di Agrigento, diretto da Giovanni Giudice, ha applicato 16 avvisi orali, preventivi e ammonitori, a carico di altrettanti soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica tra Agrigento e provincia. In particolare, il provvedimento è stato imposto tra Agrigento, Licata, Montallegro, Sambuca di Sicilia, Ribera, Caltabellotta, Sciacca, Palma di Montechiaro, Licata, Aragona, Canicattì, Grotte e Ravanusa. E poi, fogli di via obbligatori sono stati imposti a Naro, a Porto Empedocle, a Sciacca, e ad Agrigento a carico di 2 catanesi.