Home / Secondo Piano  / Ennio Morricone: Un Oscar che vale una vita

Ennio Morricone: Un Oscar che vale una vita

Aveva già vinto un Oscar alla Carriera, Ennio Morricone, colui che ha reso straordinari film bellissimi, ma che senza la musica del grande Maestro, forse non avrebbero avuto la fortuna ed il successo che hanno poi riscosso a livello mondiale.
E così a 87 anni, dopo una vita dedicata alla musica che lui stesso dice “di non voler mai tradire“, arriva per Ennio Morricone un meritatissimo premio Oscar per la miglior colonna sonora realizzata per il film “The Hateful Eight”, di Quentin Tarantino. Lo stesso regista che nei suoi film precedenti, aveva preso sempre “pezzetti di altre colonne sonore” del maestro. Fu nel maggio scorso, che Tarantino riuscì a convincere Morricone a firmare per intero la colonna sonore dal suo ultimo film, scelta che si è rivelata vincente, e che lo ha condotto dritto dritto all’Oscar.
Il suo primo “Academy Award”, questo, carriera a parte. Che poi dalla sua carriera proprio non si può prescindere, considerato che Morricone, ha speso tutta la sua vita e la sua carriera nei panni impeccabili di grande musicista e compositore, mentre imbastiva e realizzava colonne sonore che hanno fatto realmente la storia della cinematografia mondiale.
Mahler, insieme a Stravinsky,  sono stati gli unici ad influenzare la sua musica per il cinema. Tutta la sua carriera è stata fondata sulla “fiducia” tra regista e compositore, ed è quella che lui ha sempre richiesto a coloro che hanno lavorato con lui. La fiducia come anello fondamentale di rapporti lavorativi e personali che possano essere vincenti.
Nella sua carriera erano state ben 5 le nomination per lui, che però non andarono mai a buon fine, e così finalmente Ennio Morricone trionfa, agli Oscar, dopo quello vinto nel 2007, proprio alla carriera.
Un oscar per 500 colonne sonore scritte, tra film e serie tv. Ma a parte questo prestigiosissimo Oscar, Morricone ha vinto altri premi tutti meritatissimi. Parliamo di premi come 3 Grammy Award, 3 Golden Globe, 11 Nastri D’Argento, 10 David di Donatello, un Leone D’Oro alla Carriera, 6 Bafta, un European Film Award, un Polar Music Prize.
Riconoscimenti a tutto quello che il Maestro Morricone ha saputo realizzare, perché la musica è stata la sua vita, e attraverso quella, ha saputo rendere concreto un talento difficilmente replicabile.
Una serata speciale, dunque per Ennio Morricone, quella della consegna degli Oscar con tanto di “Standing Ovation” per quel musicista italiano, composto ed emozionatissimo che  è salito suo palco accompagnato da suo figlio Giovanni, e con commozione dopo aver ringraziato per il premio ricevuto ha avuto parole sentite verso i film fatti bene: Non c’è musica importante se non c’è un grande film che la ispiri, ringrazio quindi Quentin Tarantino per avermi scelto e il produttore Harvey Weinstein e tutta la troupe del film“.
E la dedica di questa straordinaria vittoria è tutta per sua moglie Maria.
Ennio Morricone entra nella storia, con questo riconoscimento. Lui, che durante l’assegnazione della sua stella nella Hollywood Walk of Fame ha dicharato: “Devo cercare di realizzare una colonna sonora che piaccia sia al regista, sia al pubblico, ma soprattutto deve piacere anche a me, perché altrimenti non sono contento. Io devo essere contento prima del regista. Non posso tradire la mia musica“.
Simona Stammelluti

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO