Home / 2016 / Febbraio

“L’approvazione dell’art 7 rappresenta un importante novità
perché di fatto riduce la partecipazione finanziaria della Sicilia
alle spese sanitarie. Grazie al piano di rientro attuato con grande
sforzo, oggi ci si può omologare, in ordine ai costi, alle altre
regioni”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e
deputato regionale.

Si comunica che l’avvio della raccolta differenziata domiciliare è rinviata al giorno quindici  di Marzo. Ciò è motivato dal ritardo con il quale i cittadini stanno ritirando i contenitori della frazione umida (ne sono stati ritirati poco più del 50%) e dagli ostacoli posti da alcuni amministratori che si rifiutano di prendere in consegna i carrellati condominiali. Torniamo a fare appello ai cittadini perché ritirino prima possibile i loro contenitori e al buon senso degli amministratori condominiali per evitare di dover imporre la consegna  con ordinanza sindacale. La raccolta differenziata è una scelta di civiltà, e comunque un obbligo di legge e non una facoltà.

Si informa che da domani e fino al prossimo 9 marzo, e comunque sino al completamento delle attività, saranno presenti sul territorio comunale di Montallegro incaricati della Girgenti Acque SpA per le attività di foto-rilevazione dei consumi idrici.
I suddetti incaricati saranno muniti di apposito tesserino e di idoneo documento di riconoscimento, sono autorizzati ad eseguire la rilevazione dei consumi idrici con foto-lettura dei contatori e non sono in alcun modo autorizzati a richiedere somme di denaro.
Si rammenta inoltre che la rilevazione dei consumi è presupposto fondamentale per una corretta fatturazione anche ai fini dell’applicazione delle nuove tariffe approvate dall’Ato Ag9.
Si ricorda infine che è obbligo degli utenti, nel loro preciso interesse ed onde consentire il reale conteggio dei consumi, lasciare il contatore libero da impedimenti per un’agevole lettura dello stesso.
E’ inoltre possibile comunicare la lettura del proprio contatore collegandosi on line all’indirizzo: www.girgentiacque.com (autolettura del contatore).
Per informazioni sulle attività di lettura:

20160229-135638.jpg

Alla Procura della Repubblica di Agrigento si indaga, alla scoperta dei delinquenti che hanno avvelenato i “Cani degli Dei”. Così sono stati battezzati i cani nella Valle dei Templi, le mascotte dei gruppi di turisti in visita guidata, simpatici, socievoli, la gioia anche dei bambini, spesso in posa fotografica accanto a loro, tra i Templi. La notizia di reato è stata ricevuta dalla Procura agrigentina di Renato Di Natale e Ignazio Fonzo. Infatti, i magistrati hanno appreso quanto accaduto dalla stampa, e in Italia vi è l’ obbligo dell’ azione penale appena si apprende la notizia di reato, sotto ogni forma. E poi, a parte la stampa, le associazioni animaliste hanno presentato le denunce contro ignoti, i delinquenti che – attenzione – probabilmente ancora gravitano nella Valle dei Templi. L’ Enpa, l’ Ente nazionale protezione animali, ha sporto denuncia, ha annunciato che si costituirà parte civile, e giovedì mattina, 3 marzo, sarà ad Agrigento, in piazza Cavour, dalle ore 10 in poi, in occasione di un corteo organizzato dalla veterinaria Leila Li Causi, che ha soccorso i cani avvelenati, contro quanto di vigliacco ed efferato è stato compiuto tra i Templi. E poi anche l’ Oipa, l’ Organizzazione per la protezione degli animali di Agrigento, ha depositato una denuncia contro gli ignoti avvelenatori. E mercoledì pomeriggio, 2 marzo, alle ore 17.30, nella Valle dei Templi, parteciperà ad una fiaccolata in memoria dei “Cani degli Dei”, insieme ad altre associazioni come “Aronne”. “Forza Italia Giovani”, tramite Lilly Di Nolfo, da sempre impegnata nel volontariato animalista, invoca interventi a rimedio da parte del Comune, e afferma : “E’ evidente il fallimento delle politiche strutturali per arginare il fenomeno del randagismo. In campagna elettorale la promessa ad intervenire è stata sbandierata solo a fini elettorali ? Chiediamo al Sindaco e all’Amministrazione che siano attuate iniziative concrete, come la redazione e l’ approvazione di un regolamento comunale a tutela degli animali. Sarebbe una testimonianza di civiltà, a fronte di tanta indifferenza e negligenza”. E il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, commenta così la barbara strage perpetrata nella Valle dei Templi : “Gli avvelenamenti che hanno stroncato alcuni cani nella Valle dei Templi costituiscono un gravissimo indizio di degrado. Si tratterebbe di animali regolarmente microchippati e ben integrati. Cattiveria gratuita. Mi auguro sia individuata la mano responsabile. Il Comune non mancherà di compiere conseguenti azioni, come la costituzione di parte civile nell’ eventuale giudizio”. In conclusione : commissario capo Tommaso Amato, carissimi poliziotti della Squadra Volanti, voi che indagate non mollate : i delinquenti hanno agito nella Valle Templi la sera o la notte tra mercoledì 24 febbraio e giovedì 25 febbraio. Sequestrate le registrazioni delle telecamere di video – sorveglianza tra mercoledì 24 e giovedì 25 febbraio. E poi, acquisite l’elenco del personale, tra custodi e impiegati vari, che è stato in servizio nella zona, tra la via Sacra e il Tempio di Giunone, tra mercoledì e giovedì. Ascoltateli a sommarie informazioni. Probabilmente offriranno degli spunti investigativi. Grazie.

Interventi in corso
Prosegue l’attività di riparazione delle reti e di manutenzione degli impianti gestiti da Girgenti Acque SpA sul territorio provinciale.
Agrigento: riparazione della rete idrica in via Piersanti Mattarella; completamento dei lavori di riparazione della rete idrica in via Plebis Rea; pulizia area del serbatoio Villaggio Peruzzo
Siculiana: riparazione delle reti idriche in via Castellana e in contrada Pietra Cadute
Sambuca di Sicilia: riparazione delle reti idriche in via Aldo Moro e in via Maurici
Realmonte: riparazione della rete idrica in va Napoli

20160229-135519.jpg

POST TAGS:

20160229-153205.jpg
Dopo aver presentato, lo scorso 29 dicembre, la proposta di programma condivisa, nell’ambito dell’iniziativa #primaleidee, ed alla luce della campagna di consultazione cittadina iniziata il 10 gennaio scorso, gli attivisti del M5S di Favara si sono riuniti in assemblea permanente per scegliere il portavoce candidato alla carica di sindaco ed iniziare ad indicare i primi due assessori che faranno parte della giunta.
La candidata portavoce alla carica di sindaco è Anna Alba, 33 anni, avvocato impegnata nel sociale, sposata con un figlio. Mentre i due assessori sono: Rossella Carlino, 35 anni, avvocato specializzata in diritto scolastico, sposata con due figlie; Lillo Attardo,40 anni, geologo ambientale, sposato, designato vice sindaco.
Nei prossimi giorni sarà organizzata una conferenza stampa per presentare ufficialmente il programma, la squadra di governo e la lista dei candidati al consiglio comunale.


I “CORAGGIOSI”di Fabrizio Ferrandelli sempre più radicati e numerosi in città e provincia di Agrigento. Mandare a casa la classe parlamentare che continua a fare danni ormai irreversibili alla Sicilia, a casa Crocetta la sua giunta e tutta l’assemblea dei privilegi e degli sprechi! I Siciliani chiedono un cambiamento radicale della politica e il movimento di Ferrandelli interpreta e rilancia il grido di milioni di siciliani che ormai vogliono cacciare una classe politica inefficiente e corrotta che non li rappresenta e che è solo interessata a difendere i propri privilegi e i lauti stipendi che riceve in criminale sodalizio con la peggiore, inefficiente burocrazia siciliana. Lotta agli sprechi, alla corruzione, alla inefficienza e all’impoverimento continuo dei cittadini tartassati e defraudati, sono i capisaldi del movimento di Ferrandelli che per primo ha dato l’esempio dimettendosi da deputato per non essere complice delle caste e di un parlamento che sta affamando e distruggendo la Sicilia. Rinunciare a tutti i privilegi e a 11.000 euro al mese è stato un alto e raro esempio di coerenza e onestà. Fabrizio Ferrandelli lo ha fatto! Tutti gli altri rimangono aggrappati alla poltrona compresi i 5 stelle che al di là delle buone intenzioni portano scarsi risultati e forniscono un comodo alibi all’incompetente Crocetta e alla sua pessima giunta. Noi agrigentini non potevamo restare silenti e insensibili di fronte all’appello lanciato da Fabrizio e in tanti ormai aderiscono e si preparano alla rivolta, una ribellione popolare forte e decisa. Non c’è più tempo, rilanciamo noi in provincia L’invito ad aderire ai “CORAGGIOSI” di Sicilia, coraggiosi di ribellarci, coraggiosi di metterci il cuore e apertamente sfidare la classe politica che governa. “L’invito” afferma Massimo Muglia “non vuole escludere nessuno è rivolto a chi nel PD trova sempre gli stessi di sempre e non li vuole più. A chi non ha mai fatto politica attiva, a chi ha militato in qualsivoglia schieramento e ne è rimasto deluso, ai giovani alle donne tutte di Sicilia e della provincia di Agrigento, ma sopratutto è rivolto a chi ci vuole mettere il cuore per riportare la Sicilia In Italia e restituire dignità e onore a una terra che è oggi un groviglio di volgari interessi, di spreco, di corruzione, di inefficienza.”

20160229-135827.jpg


Si è conclusa la quinta giornata del girone di andata del campionato provinciale Acsi di calcio a 7, evento sportivo riservato alla categoria esordienti, organizzato dall’Acsi, comitato provinciale di Agrigento.
Si riportano di seguito i risultati della quinta giornata e la relativa classifica:
Polisportiva Fulgentissima A.D. 3 – Asd Città del Gattopardo “A” 4
Asd Atletico Canicattì5  6 – Asd Città del Gattopardo “B” 4
Riposa Ssd Santa Sofia
Classifica:
1)      Asd Atletico Canicattì5 punti 10
2)      Asd Città del Gattopardo “A” punti 9
3)      Polisportiva Fulgentissima A.D. punti 7
4)      Ssd Santa Sofia punti 3
5)      Asd Città del Gattopardo “B”  punti 0

Fortitudo basket è stata sconfitta a Siena, 84 a 77, e l’ allenatore Franco Ciani commenta : “Abbiamo fatto un buonissimo primo quarto, molto preciso e molto lucido, direi anche condotto con autorità. Nei secondi due quarti invece abbiamo perso lucidità, siamo andati fuori ritmo e abbiamo subito la loro aggressività difensiva andando sotto, questa è una cosa che non deve e non può far parte delle nostre abitudini. Poi abbiamo avuto la capacità di rientrare in partita, di arrivare a un tiro dal sorpasso, però alla fine non ci siamo riusciti perché in quel momento abbiamo sbagliato due conclusioni e la partita è andata nella mani dei nostri avversari”.

Ancora interventi nel merito della perdurante precarietà finanziaria e sociale in cui versa il Comune di Porto Empedocle, con le conseguenti gravi carenze nei servizi pubblici cittadini, come la pulizia e la raccolta dei rifiuti, più volte documentate dal Videogiornale di Teleacras. La neo associazione culturale e di promozione sociale “MariTerra”, coordinata da Antonella Grassonelli, anche lei recentemente ospite al microfono del Vg di Teleacras, ha diffuso delle foto – testimonianza di intollerabile degrado, del tutto eloquenti e non bisognevoli di alcun commento, se non l’ appello ribadito alla Regione a trasferire i fondi necessari al Comune di Porto Empedocle per tamponare, alla meno peggio, i problemi incombenti. Le foto sono in onda oggi, lunedì 29 febbraio, al Videogiornale di Teleacras.