Home / 2012 / Maggio (Pagina 5)

Nuovo incarico per l’agrigentino Carmelo Cantone, in passato presidente dell’Azienda delle Terme di Sciacca e attualmente coordinatore del dipartimento regionale elettorale del FLI, vicino alle posizioni dell’on. Luigi Gentile. Il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, lo ha infatti nominato vicepresidente di Siciliacque, società di primo piano nella gestione del sistema idrico regionale.

I Consiglieri Provinciali Ivan Paci, Capogruppo del Pdl e Davide Gentile di “Autonomisti, Forti e Liberi”, manifestano il vivo disappunto per la inopportuna concessione dei locali dell’Istituto Tecnico Galileo Galilei di Canicattì ad una manifestazione di partito organizzata dal PD che si terrà il 18 maggio. I Consiglieri Paci e Gentile invitano il Dirigente Scolastico a revocare l’uso dei locali e auspicano che il Presidente D’Orsi si attivi affinché gli istituti di competenza Provinciale non vengano concessi per manifestazioni di partiti politici.

Il  Gup del tribunale di Agrigento, Valerio D’Andria, accogliendo le tesi accusatorie del Pubblico ministero Giacomo Forte ha rinviato a giudizio le undici persone tutte coinvolte nell’inchiesta “Tetris”, relativa a presunte irregolarità nell’affidamento di appalti inerenti al settore della Solidarietà sociale del Comune di Agrigento. Il processo comincerà il prossimo 16 luglio.
Gli imputati sono: Giovanni Calogero Lattuca, 49 anni, Anna Maria Principato, 59 anni, Arturo Attanasio, 59 anni, e Antonietta Sciarrotta, 54 anni, tutti dipendenti del Comune di Agrigento, Maria Rita Borsellino, 41 anni, legale rappresentante della società “Tetris”, Calogero Sicurella, 49 anni, Maria Ginex, 48 anni, Letizia Montalbano, 37 anni, Antonella Di Vincenzo, 50 anni, Ivana Anna Rizzo, 38 anni, Alessandro Fanara, 41 anni. I reati contestati a vario titolo sono quelli di turbativa d’asta, abuso in atti d’ufficio e falso. Il Comune di Agrigento e il consigliere comunale De Francisci sono costituiti parte civile.

Nuovo appuntamento con le opere d’arte d’autore alla Galleria “Open Space Theater”. Sabato 19 maggio, alle 18 e 30, nei locali di  via Empedocle 159, sarà inaugurata la collettiva“Artisti in Scena”. Cinque pittori ed una scultrice daranno vita ad una esposizione vitale ed energica, capace di fondere le linee classiche con le istanze digitali della modernità, per offrire al visitatore un autentico viaggio nella rappresentazione del reale e dell’immaginario. La mostra è organizzata e curata da Alfredo Bordenca e Francesco Novara, direttori della Galleria Open Space Theater. Dalla policromia delle tele , all’espressività dei soggetti umani, fino alle linee armoniose delle culture, oniriche e mitologiche, saranno esposte le opere di : Lillo Emilio Bellomo, Alfredo Bordenca, Toto Cacciato, Andrea Carisi, Lanic, Rosa Tirrito. Si tratta di artisti che hanno profondamente inciso il panorama artistico e culturale non solo a livello locale, ma anche nazionale. Le opere saranno esposte fino al 31 maggio, la Galleria sarà aperta dalle 18 alle 20. Ingresso libero e gratuito.

“Vigileremo affinchè nelle discariche presenti nel comprensorio del territorio del Comune di Agrigento, ed in particolare in quelle che trovasi nella zona di Monserrato, vengano depositati solo rifiuti compatibili con l’ambiente e con le abitazioni vicine alle stesse. Nel corso di questa campagna elettorale abbiamo registrato la preoccupazione degli abitanti di Monserrato in ordine alle polveri sottili che potrebbero provenire dai rifiuti depositati nelle discariche presenti in tale parte della Città”.
 Lo ha dichiarato il responsabile provinciale Enti Locali William Giacalone  nel corso di un incontro avvenuto nei giorni scorsi con i residenti della zona, alla presenza dei  neo consiglieri comunali di Grande Sud al Comune di Agrigento Gramaglia, Cicero, Patti e Gibilaro. I quattro consiglieri arancioni hanno  dichiarano di essere pronti a vigilare affinché in tali discariche vengano collocati  solo rifiuti previsti dalla concessione e compatibili con l’ambiente.
“Siamo certi che il futuro Sindaco Pennica- conclude Giacalone- sarà attento a tale preoccupazione ponendo in essere tutte le azioni politiche per dare tutela e serenità ai concittadini residenti a Monserrato.

Il sindaco di Realmonte, Piero Puccio, ha ricevuto presso il Palazzo Civico, l’allenatore del Catania ed ex calciatore di Sampdoria, Roma e della nostra nazionale di calcio, Vincenzo Montella, al quale ha donato un piatto in ceramica raffigurante lo stemma del Comune di Realmonte. Approfittando della partita del suo Catania allo stadio Esseneto di Agrigento, l’allenatore Montella, accompagnato dal Sindaco Puccio, ha visitato la Scala dei Turchi e parte della costa dove ha perfezionato l’acquisto di una villetta in zona. Come Montella, anche tanti altri personaggi importanti del mondo dello spettacolo stanno investendo, acquistando proprietà nella città della Scala dei Turchi. 

Grande successo per il triangolare disputato stamani allo stadio Esseneto tra Catania, Akragas e Atletico Campofranco. Due incontri di 45 minuti hanno deliziato il pubblico presente quantificabile in circa mille unità. Presenti scuole calcio e centinaia di sportivi per vedere all’opera la squadra di Vincenzo Montella, rivelazione del campionato di serie A.
Il Catania ha disputato due partite, la prima con l’Atletico Campofranco, ed è sceso in campo con questa formazione: Terracciano, Calapai, Bellusci, Marchese, Capuano, Izco, Paglialunga, Almiron, Gomez, Aveni, Wellington.
Con questi uomini i rossoazzurri si sono divertiti sommergendo di gol i nisseni, organizzatori della manifestazione, che hanno schierato Di Martino, Ardizzone, Immesi, Lo Nigro, Kouyo, Provenzano, Cannioto, Galeoto, Mineo, Abate, Restivo. Spazio anche per Semprevivo, Alderuccio, Di Leo, Tummiolo, Messina e Morosano.
Dopo una prima fase di studio gli etnei hanno dilagato con Marchese, Wellington, Gomez due volte con il secondo gol praticamente realizzato dalla linea di fondo; il giocatore argentino è un portento, davvero uno spettacolo vederlo giocare; “Papu”, così è soprannominato affettuosamente dai suoi compagni di squadra, è molto richiesto dall’Inter e non solo. Un interessamento pare sia giunto anche da Madrid, sponda Atletico.
Alla mezz’ora ancora l’incontenibile Gomes salta due giocatori e offre al brasiliano Wellington una palla che deve solo essere spinta in porta per il cinque a zero. Ancora il giocatore carioca, dopo un errore della difesa campofranchese si presenta a tu per tu con Di Martino che viene trafitto da un preciso tiro, e sono sei. Settimo ed ultimo gol ancora di Marchese con un gran tiro da fuori-area.
Sette a zero e carte mischiate da Montella che con l’Akragas preferisce mandare in campo Kosicky; Motta, Legrottaglie, Franchina, Marchese (35′ Calapai); Seymour, Lodi (36′ Aveni), Comegna; Ricchiuti, Ebagua, Catellani (25′ Wellington).
L’Akragas risponde con Infantino, Russello, Morgana, Cacioppo, Russo, Semprevivo, Biondo, Borrelli, Piazza, Bennardo e Guastella. In panchina Casella, Faja, Tilaro, Indelicato, Gallo, Santangelo, Monteleone.
Dopo le premiazioni e le foto di rito, la seconda partita ha avuto inizio.
Biancoazzurri pimpanti fin dal primo minuto con Guastella che ben servito da Biondo sbaglia un gol fatto a porta libera! Ancora Guastella dribbla due giocatori etnei calcia ma l’imponente Kosicky neutralizza. Ancora Biondo cinque minuti dopo impensierisce l’estremo catanese con una gran botta che accarezza l’incrocio dei pali! L’Akragas è irresistibile.
Stimoli diversi per i giocatori in campo, da un lato un appagato Catania dall’altro i giocatori dell’Akragas che cercano di mettersi in mostra, Piazza, Guastella e Biondo fra tutti, ma anche difesa e centrocampo non hanno sfigurato giocando benissimo, comprese ottime trame di gioco. In prospettiva della partita di domenica ad Alcamo, Montalbano ha avuto delle ottime indicazioni.
Alla fine lo zero a zero accontenta l’Akragas, e tra gli applausi i giocatori del Catania escono dal campo non prima di essere assaltati da bambini e da fan a caccia della maglia o di un autografo.

“Ho appena appreso delle scandalose nomine, effettuate dal Sindaco Zambuto, in favore del cugino (e nipote dell’on. La Russa, suocero di Zambuto) avv. Daniele Re nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Banco di Sicilia. Gravissime perplessità suscita inoltre la nomina, effettuata da Zambuto con determina sindacale n.50 del 4/3/2010, in favore dell’avv. Giuseppe Lauricella, notoriamente grande amico personale e supporter del Sindaco uscente Marco Zambuto”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale rieletto di Agrigento del Pdl, Andrea Cirino.
“Un sindaco uscente che, dopo esser trasmigrato in tutti i partiti ed essendo oggi il Presidente del partito UDC prende in giro , – prosegue – gli agrigentini ricoprendo (malamente) il ruolo di anticasta per ricostituirsi una verginità politica. Un sindaco che ha impostato una campagna elettorale di aggressione e di veleno criticando nomine ormai appartenenti al passato, un Sindaco che ritiene possa passare sotto silenzio il fatto che abbia nominato un suo stretto congiunto ed uno dei suoi migliori amici in ruoli importanti, di prestigio e remunerati. Evviva la casta Zambuto!”
“Annuncio fin da ora – conclude – di condividere pienamente quanto anticipato dal collega Consigliere Giuseppe Di Rosa ed annuncio che condivido la necessità di apposita interrogazione, pertanto mi associo al collega anticipando fin da ora che l’atto ispettivo che sarà protocollato al Comune nella mattinata di domani porterà pure la mia firma”.

Domenica 20 maggio il Giardino della Kolymbetra, splendida proprietà del FAI- Fondo Ambiente Italiano nella Valle di Templi di Agrigento si trasformerà in un grande palcoscenico dove si esibiranno giovani e talentuosi musicisti che allieteranno la giornata lungo i sentieri del Giardino.
La Kolymbetra è un autentico gioiello archeologico e agricolo: un tempo sito dell’antica Piscina di Akragas, è diventato nel corso dei secoli un florido giardino ricco di agrumi, frutti e olivi secolari, irrigato con le limpide acque ancora oggi sgorganti dagli Acquedotti Feaci – gli antichi ipogei del V secolo a.C. che un tempo alimentavano la piscina, gli unici tuttora visitabili nella Valle dei Templi. Ed è in questo meraviglioso luogo che i visitatori potranno trascorrere una domenica di festa all’aria aperta, all’insegna della natura, della musica e dell’entusiasmo degli “artisti in erba”.
Dalle ore 10 i visitatori avranno l’occasione insolita di ascoltare coinvolgenti melodie grazie a qualificati esecutori che si disporranno sugli antichi sentieri dando vita a una suggestiva armonia di suoni e paesaggio. All’ora di pranzo sarà possibile consumare il pranzo al sacco nelle aree attrezzate per il pic nic godendo della frescura degli alberi dell’agrumeto. A conclusione della giornata, alle 18, gli studenti del Conservatorio Arturo Toscanini di Ribera (AG) proporranno un suggestivo concerto di chiusura al Tempio di Vulcano.

L’evento è realizzato dal FAI in collaborazione con il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, la Provincia Regionale di Agrigento e il Conservatorio Arturo Toscanini di Ribera.

Michele Cimino, deputato regionale di Grande Sud, ha presentato interrogazione scritta all’Assemblea regionale, per chiedere chiarimenti all’assessore regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale in merito ai decreti di revoca della parità scolastica del Liceo Classico e Scientifico Dante Alighieri e dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Pitagora di Agrigento.  “Il problema – ha dichiarato Cimino – assume particolare rilevanza sotto il profilo occupazionale in quanto  la chiusura  definitiva degli istituti da parte dell’assessorato determinerà una ricaduta sui livelli occupazionali dei docenti e del personale amministrativo.”