Home / 2012 / Maggio (Pagina 17)

Anche il giornalista di Teleacras Agrigento, Angelo Ruoppolo, è in scaletta, con i video dei suoi servizi Tg, questa sera, su Rai 2, in prima serata, alle ore 21, in occasione della prima puntata di “Coast 2 Coast”, condotto dal Trio Medusa, le ex Iene reduci da “Quelli che il calcio”, e dalla showgirl Laura Barriales. Ospiti della serata, alla scoperta dei talenti delle emittenti televisive locali del territorio nazionale, sono Teo Teocoli e Diego Abatantuono. Il programma sarà in onda ogni giovedì, per 4 puntate.

Un evento religioso di straordinaria importanza è avvenuto per la prima volta nel Santuario del Santissimo Crocifisso di Siculiana: è stato ordinato sacerdote dall’Arcivescovo Mons. Francesco Montenegro Don Antonio Corda, proveniente dalla Comunità Ecclesiale di Lucca Sicula, alla presenza di Don Pasquale Pinzarrone e Don Leopoldo Argento, parroci di Siculiana, cinquanta presbiteri, molti diaconi, seminaristi e numerosissimi fedeli accorsi da ogni parte della diocesi di Agrigento. Tale evento, che ha commosso profondamente i suoi genitori e tutti gli intervenuti, è stato festeggiato in modo particolarmente solenne, con la partecipazione di Autorità, oltre che religiose, anche civili, politiche, militari, e resterà tra le pagine più belle della storia di Siculiana. Il coro della Cattedrale di Agrigento e i due cori delle Parrocchie di Siculiana hanno fatto echeggiare il Santuario di meravigliosa armonia. Nel sagrato del Santuario Don Antonio ha salutato e ringraziato gli intervenuti con in sottofondo le melodiche note della banda musicale “V. Bellini” di Siculiana, allietando i cuori di tutti. La poetessa Giuseppina Mira ha consegnato a Don Antonio una poesia scritta appositamente per testimoniare la grandissima gioia derivante da questa consacrazione sacerdotale.

La Procura della Repubblica di Agrigento, per mano dell’aggiunto Ignazio Fonzo, ha dato vita ad una iniziativa che ha pochi precedenti nell’Isola. Rigoroso giro di vite rispetto agli abusi edilizi e, soprattutto, nessuna presa in giro. Gli immobili abusivi, come vuole la legge e come recitano le sentenze, vanno demoliti. E subito. Il procuratore Fonzo ha organizzato una squadra specializzata all’interno dell’Ufficio, composta da appartenenti al Corpo forestale, che ha il compito di monitorare e censire tutti gli immobili risultati costruiti abusivamente. Verrà compilata la lista degli edifici e manufatti da abbattere e verranno notificati gli ordini di demolizione a privati e Comuni. Precedenza per quei manufatti che già sono stati acquisiti al patrimonio dell’Ente. Il primo lotto di edifici da abbattere è stato già individuato e sono partiti gli ordini di demolizione. Nel caso in cui il privato non dovesse adempiere (assumendosi le conseguenti responsabilità penali) sarà il Comune a procedere alla demolizione del manufatto caricando le spese ai privati. Nel caso in cui i Comuni (sindaci e dirigenti dell’Ufficio tecnico) dovessero disattendere l’ordine della magistratura ecco immediata scattare la denuncia penale per abuso d’ufficio e omissione di atti d’ufficio con conseguente segnalazione alla Corte dei conti per ottenere il ristoro del danno arrecato. primi ventuno immobili abusivi sono stati già individuati ed hanno le ore contate: dovranno essere demoliti. Poi sarà la volta degli altri che man mano verranno localizzati.  Insomma, si sta realizzando la “black list” dell’abusivismo in provincia di Agrigento. I primi manufatti individuati sono così dislocati:  sei ad Agrigento, otto a Palma di Montechiaro, quattro a Lampedusa, due a Grotte ed uno a Canicattì. I relativi provvedimenti giudiziari con ordine di demolire i manufatti sono già stati inviati ai proprietari che, stavolta, non potranno aggirare o eludere la legge. E in caso di mancata demolizione ad opera dei privati dovrà intervenire il Comune attraverso gli organi preposti, sindaco in testa, onde evitare una denuncia penale. (grandangoloagrigento.it)

Si è riunito ieri sera, presso il Centro Culturale Pier Paolo Pasolini di Agrigento, il Gruppo recentemente costituitosi sul noto social network “Facebook””Salviamo la Porta dei Saccajoli di Agrigento”. Durante l’incontro, a cui hanno partecipato circa venti membri del gruppo (in rappresentanza dei piu di 1600 aderenti) ed in videoconferenza l’artista agrigentino Franco Fasulo, sono emersi non solo un grande entusiasmo ed un genuino interesse rispetto a diversi temi riconducibili tutti al recupero, alla salvaguardia ed alla fruizione dei beni artistici ed architettonici della città, ma anche voglia di partecipazione, dialogo e confronto. Si sono delineate nel corso della discussione due diverse linee di intervento tra loro sovrapponibili e non confliggenti; la prima consistente in un’azione tesa all’individuazione, di volta in volta,  di un bene per il quale vi è la concreta possibilità di un immediato recupero e/o utilizzazione, la seconda una più complessiva strategia volta alla valorizzazione del centro storico nel suo complesso e nella sua piena accezione.
Si è convenuti pertanto sulla necessità di intraprendere a breve ulteriori iniziative affinchè nessun silenzio o disattenzione cali sulla Porta. A tal fine si è costituito un “Comitato spontaneo”  che coordinerà tutte le iniziative artistiche, mediatiche, culturali, etc. destinate a tenere accesa l’attenzione sulla Porta dei Saccajoli e soprattutto a ricordare agli organi preposti, che esiste un gruppo di cittadini, con gli occhi bene aperti, che sta aspettando la messa in sicurezza prima, e il successivo restauro della porta.  In seconda battuta il gruppo si è poi soffermato, come già accennato, sulla necessità di aprire una grande discussione sul Centro storico, sia attraverso la già collaudata formula del social network , che, attraverso incontri tematici, dibattiti, riunioni, mostre ecc.ecc., che possano fare da stimolo al pieno recupero della “città vecchia” . Nel corso dei prossimi incontri, si programmeranno le iniziative da intraprendere.

Dopo 30 anni torna una squadra di serie A all’Esseneto. Si tratta del Catania di Vincenzo Montella che mercoledì prossimo scenderà in campo all’Esseneto per sfidare in un triangolare Akragas e Atletico Campofranco.
L’evento è organizzato dalla Tecnocasa di Gero Curcio e dal presidente campofranchese Salvo Mazzara con la collaborazione della società biancazzurra, “un impegno che avevo preso con i tifosi ad inizio campionato” dice il presidente akragantino Giovanni Castronovo “una promessa di far arrivare una squadra di serie A all’Esseneto che abbiamo mantenuto. Per questo ringrazio soprattutto i dirigenti del Campofranco nella persona del presidente Mazzara e della Tecnocasa, sponsor ufficiale dell’evento”.
Il triangolare che si giocherà con tre tempi di 45 minuti ciascuno, si disputerà mercoledi 16 maggio con inizio alle ore 16, Stadio Esseneto di Agrigento.
La Società comunica che tutti i tifosi che acquisteranno il biglietto di Akragas-Campofranco, che si giocherà, lo ricordiamo sabato 12 maggio allo stadio Esseneto, avranno diritto ad uno sconto per assistere al triangolare tra Akragas, Catania e Campofranco di mercoledì 16 maggio.
Inoltre la Società comunica alle Scuole Calcio interessate ad assistere al triangolare, che potranno con sole cento euro far partecipare tutti i loro iscritti, compresi tre accompagnatori, all’evento; i bambini dovranno necessariamente entrare allo stadio con la divisa ufficiale della Scuola Calcio.
Tale richiesta dovrà pervenire alla Società entro e non oltre la giornata di martedì 15 maggio attraverso l’email usdakragas@gmail.com Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure direttamente alla segreteria dello Stadio Esseneto.


Sull’elezione a Sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola esprime apprezzamento l’Avv. Barbara Garascia in rappresentanza del Coordinamento Provinciale di Grande Sud “Sostenere Fabrizio Di Paola per noi di Grande Sud è stato facile; avevamo piena consapevolezza delle capacità umane, politiche e professionali del candidato ed eravamo certi del riscontro immediato che avrebbero avuto tra la gente. Siamo altrettanto sicuri che sarà un elemento innovativo e propositivo nel quadro politico attuale con cui potremo stabilire rapporti di costruttiva collaborazione”.

La Procura di Agrigento ha notificato 3 avvisi di garanzia ad altrettanti indagati nell’ ambito di una inchiesta su presunte irregolarita’ nella costruzione di un edificio nei pressi del porto di Porto Empedocle, in via Dell’ industria, a ridosso di un albergo e di alcune stazioni di servizio. Recentemente, il Comune, in attesa dei necessari approfondimenti, ha disposto la sospensione dei lavori. L’inchiesta e’ coordinata dal sostituto procuratore Antonella Pandolfi.

Si svolgerà venerdì alle ore 10.30 presso la Sala conferenze della Camera di Commercio di Agrigento la cerimonia di premiazione del concorso “Disegna la legalità”,organizzata dalla Camera di commercio di Agrigento con il coinvolgiomento degli Istituti scolastici delle scuole elementari e medie della provincia di Agrigento.
Nel corso della manifestazione è prevista la presenza del magnifico Rettore dell’Università di Palermo, Prof. Roberto Lagalla che terrà una conferenza sul tema del concorso, alla presenza delle autorità locali, dei dirigenti scolastici della Provincia e delle delegazioni degli alunni degli Istituti che hanno preso parte al concorso

Venerdì 11 maggio 2012 il la Responsabile del Coordinamento Donne Prov.le della Cisl di Agrigento Lilly Mazza, in collaborazione con  la Questura e con l’ I T C Leonardo Sciascia, organizza una Tavola Rotonda dal titolo: “Stalking: conoscerlo e difendersi”. L’incontro rappresenta la conclusione di un percorso formativo con gli studenti  dell’Istituto, che parteciperanno attivamente ai lavori della Tavola Rotonda, illustrando alcuni degli elaborati finali e dei prodotti multimediali realizzati. All’evento che avrà luogo ad Agrigento, alle ore 10.30 presso l’Auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale Leonardo Sciascia, parteciperanno il Questore Giuseppe Bisogno, il Dirigente Patrizia Marino e la docente referente dell’ITC Giuseppina Parisi, , S. Montalbano Vice Reggente Cisl Ag, M.Pia Vita Consigliera di Parità, G. Dalli Cardillo Presidente Comitato Imprenditoria Femminile CCIAA, F. Celona Primo Dirigente Polizia di Stato, F. Modica Amore Responsabile Sindacato Polizia SIULP, A. Maragliano  Psicologa e gli Avvocati Alba Raguccia ed E. Cacciatore. I Lavori saranno coordinati dal giornalista Salvatore Pezzino. L’argomento dello stalking, fenomeno in crescente e preoccupante aumento, verrà trattato dalle varie figure professionali presenti dal punto di vista sociale, psicologico e giuridico.

Una giornata speciale dedicata alla famiglia e ai bambini, da vivere all’aria aperta tra i profumi e i colori della natura rigogliosa del Giardino della Kolymbetra, attorniati dalle affascinanti testimonianze archeologiche della Valle dei Templi di Agrigento: questo è quanto promette la manifestazione “La domenica dei bambini” organizzata domenica 13 maggio 2012, dalle ore 10 alle 18, dal FAI – Fondo Ambiente Italiano alla Kolymbetra.
Il programma della manifestazione prevede numerosi laboratori, giochi e animazioni che permetteranno ai più piccoli di conoscere, divertendosi, il ciclo delle colture, la storia dei contadini che nei secoli passati hanno lavorato queste terre e la flora e la fauna presenti in questo splendido giardino. Ad accompagnare i bimbi in questo emozionante percorso di scoperta saranno una fantastica fatina e Giufà, un personaggio di altri tempi a cui verrà affidato il racconto delle storie che i nonni tramandano di generazione in generazione. Inoltre all’ora di pranzo, presso l’area attrezzata, sarà possibile gustare un saporito pranzo rustico tra gli alberi di arancio (prenotazione obbligatoria al numero 335/1229042 tutti i giorni dalle 10 alle 18), con specialità tipiche della cucina contadina siciliana – tra cui “pane “cunzato”, caponata di melanzane, frittata con fave e piselli, pizze ripiene, ricotta di pecora, etc. – a cura di “L’Antico Forno” di Galvano Ali Pasquale – Raffadali (AG).
La Kolymbetra è un autentico gioiello archeologico e agricolo: un tempo sito dell’antica Piscina di Akragas, è diventato nel corso dei secoli un florido giardino ricco di agrumi, frutti e olivi secolari, irrigato con le limpide acque ancora oggi sgorganti dagli Acquedotti Feaci – gli antichi ipogei del V secolo a.C. che un tempo alimentavano la piscina, gli unici tuttora visitabili nella Valle dei Templi.

L’evento è realizzato dal FAI in collaborazione con il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, la Provincia Regionale di Agrigento e l’Associazione Culturale Nicodemo ed è stato reso possibile grazie al generoso contributo di Conad Sicilia e Groupama Assicurazioni. Con il Patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e il contributo di Tassoni e Prelios.