Home / Agrigento  / Pd, Restivo replica a Ferraro
   

Pd, Restivo replica a Ferraro

 

Sulle dichiarazioni rese da Mimmo Ferraro sulla situazione del Pd agrigentino risponde Gigi Restivo, uno dei collaboratori del Sen. Benedetto Adragna.
“Stupisce – dichiara Restivo – che le prime considerazioni di Mimmo Ferraro all’indomani delle elezioni siano rivolte al Sen. Adragna e non nei confronti di chi ha la responsabilità di aver condotto il Pd a questo punto. Dimentica Ferraro – continua Restivo – che le aree che fanno capo al Sen. Adragna ed all’On. Panepinto, hanno spesso sottolineato l’inadeguatezza dell’attuale gruppo dirigente del partito a cui hanno chiesto, da tempo e pubblicamente, di fare un passo indietro.
E per queste ragioni nessun componente di tali aree fa parte degli organi di gestione del partito. Ferraro dimentica altresì – pur essendo stato presente a numerosi incontri – l’inconsistenza delle proposte che il principale gruppo politico che tiene in ostaggio il PD ha avanzato per la scelta delle coalizioni e delle candidature a Sindaco sia ad Agrigento che nei restanti paesi della provincia chiamati al voto: ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti soprattutto con riferimento al Comune capoluogo. Siamo assolutamente certi – conclude Restivo – che adesso, con il determinante contributo di Ferraro e con le sue significative analisi, il PD sarà certamente in grado di risalire la china e fare le scelte giuste per gli agrigentini”.

14 COMMENTI
  • Avatar
    gufo triste 9 Maggio 2012

    Veramente le prime reazioni degli esponenti del pd provinciale, riferite al voto, sono state del sen. Adragna. Ho pensato subito che era la voce ufficiale del partito democratico, invece il dottore Ferraro fa delle utili considerazioni al fine di analizzare il risultato elettorale. Io penso che la scelta del partito democratico, per il ballottaggio, possa venire da una discussione interna allo stesso partito innanzitutto e non da salti in avanti di qualche esponente. Al di là del comizio di Bersani, non mi pare che il Senatore sia stato molto presente nella campagna elettorale per il partito democratico. Non mi pare che in lista di candidati consiglieri ci fosse qualcuno che facesse riferimento al Senatore. E’ giusto che un esponente di rilievo nazionale del partito fosse così defilato in una campagna elettorale così importante e dopo il primo turno essere il primo a prendere posizione senza alcuna discussione interna anche con i candidati al consiglio comunale che si sono spesi con la loro faccia e la loro ricerca del voto?

    • Avatar
      Mandracchia Salvatore 10 Maggio 2012

      A me pare caro Gufo Tristissimo, che il tenore della dichiarazione di Adragna erano di tipo politico ed invitavano appunto il partito a prendere posizione in una direzione che lui ha spiegato abbastanza coerentemente. E’ chiaro che tutto questo non vada bene ai tifosi di Capodicasa e Roberto Di Mauro Presidente del PD agrigentino. La tristezza ti accompagni sempre.

      • Avatar
        gufo triste 10 Maggio 2012

        Anche il mio commento fa un’analisi politica. A me non frega niente di capodicasa o di di mauro. C’era in gioco un partito di cui sono simpatizzante ed è assurdo che la partecipazione dei dirigenti nazionali arrivi dopo il risultato a suggerire chi appoggiare. Tutto ciò a mezzo stampa e senza aver discusso almeno con i candidati che hanno speso il loro sacrificio. Non posso pensare che tutti i candidati in lista erano “tifosi” di Di Mauro e Capodicasa. Non era corretto che prima di tutto si esprimessero loro insieme al partito e alla candidata sincaco? N.B. Gufo Triste non era “triste”, ma era un indiano molto saggio ed io non sono triste.

  • Avatar
    Valeria 9 Maggio 2012

    basta di questo Adragna non se ne può più: sindacato, politica, consigli di amministrazione…. non penso gli interessi Agrigento, ma ben altro

    • Avatar
      Claudio Cacicia 10 Maggio 2012

      Cara Valeria/o…….quasi quasi sembri una intera tinozza di INVIDIA più che di sano commento civico. Comunque cerca di non annegare nella bile. Auguri

  • Avatar
    angus 9 Maggio 2012

    Caro Gigi “te la potevi sparagnare”.
    Da buon ” collaboratore ” ti svegli dal tuo letargo romano solo quando vi è da difendere il tuo “nobil signore”.
    Ne’ tu nè il “nobil signore” avete sfoderato ” l’armi ” per combattere il comun nemico , ma in verità lo avete fatto per infilzar l’amico. Tutto questo dopo che, prima e durante la campagna elettorale , avete tramato, in buona compagnia dell’altro “nobil signore delle terre di Bivona” contro il pd agrigentino( quello che ci ha messo la faccia, il sudore e le nottate di lavoro) e contro i suoi candidati ufficiali LO BELLO e DI BENEDETTO . E lo avete fatto in tutti i modi possibili, e sempre nell’ombra, utilizzando qualsiasi strumento e “uomini” a vostra disposizione , killer di primordine che bene sanno utilizzare la macchina del fango.
    Vi siete , ufficialmente , limitati a mettere su un’autogestita di sette minuti con il simbolo del pd, dove tu , nelle parti di giornalista e il tuo “nobil signore” invece di spronar “le armate del pd” verso la vittoria , avete consacrato il Patto del Territorio come una delle migliori novità politiche presente in tutta la Sicilia (forse perchè l’altro tuo collega “collaboratore” , anche lui dirigente provinciale e regionale del pd, ha piazzato qualche candidato in quella lista?).
    E mentre ad Agrigento correvate per Zambuto , a Raffadali aiutavate La Porta , altro candidato del Patto, che in prima battuta indicava come vicesindaco un’altro vostro amico ex sindacalista, il tutto con la benedizione dell’altro nobil signore di Bivona, che ,sin dall’inizio , ha cercato di mettere il bastone tra le ruote a Di Benedetto. E anche qui non vi siete risparmiati : avete pure ingaggiato il miglior kille che vi è sulla piazza per fare fuori Di Benedetto. E dagli col Posterbus, col volantino, col giornalino, col comizio in esterna , e accuse , e veleni , e fotocopie di assegni, etc ,etc, etc…..
    Io posso comprendere , in guerra si dice tutto è lecito, l’atteggiamento del signor di Bivona , che mosso dalla paura di perdere pezzi di territorio, lui che i voti se li deve andare a cercare ad uno ad uno, abbia mostrato il suo lato lato oscuro, ma il tuo signore , che è quello che è per volonta di Marini, che cosa lo spinge a comportarsi così ?
    ” Lo scorpione rispose: “Non ho potuto farne a meno, questa è la mia natura”.”
    – La rana e lo scorpione, ESOPO.
    ” – E’ la mia natura – rispose

    • Avatar
      gufo triste 9 Maggio 2012

      Bel commento! Complimenti veramente! Ed io elettore PD devo sopportare tutto questo! Che, se fosse vero quanto detto da Angus, dovrò votare tra un anno, senza preferenze, chi magari oggi avrebbe preferito la sconfitta di Di Benedetto oppure ha gioito per il non successo della candidata sindaco del PD ad Agrigento, invece di chiedersi che contributo ha dato ha questi due risultati. Un partito non è la somma di tranelli tra componenti, ma la somma delle componenti, altrimenti, alla lunga perdono tutte le componenti.

      • Avatar
        Roberto Salemi 10 Maggio 2012

        Caro Angus e caro Gufo triste, eroi dell’anonimato più becero, fatevene una ragione questo PD, di cui voi non ne fate parte neanche un briciolo, sento il vostro odore di destra, dovrà cambiare o scomparirà. Io ero a Porta di Ponte quel giorno di Bersani, e ho tirato queste conclusioni : Ma guarda unpò è ritornato il partito comunista: Capodicasa, Di Benedetto, Palermo, Gambino, Messana, ecc. ecc. credo che la sola presenza del Senatore Adragna abbia salvato la faccia al PD. Anche se i comunisti sul palco mostravano grande disagio nel colorare con del bianco il loro rosso sfrenato. FATEVENE una ragione : Arnone ha perfettamente ragione, la rovina del PD sono i vecchi comunisti che non si dimettono manco a cannonate. LARGO AI GIOVANI PD

  • Avatar
    Benedetto 10 Maggio 2012

    Caro Gigi Restivo capisco che il soggetto Adragna è il tuo capo,è ti da da mangiare,ma stai attento che ormai siete alla frutta!

  • Avatar
    Raimonda Sessa 10 Maggio 2012

    Bravo Gigi ti conosco e ti stimo non preoccuparti dei detrattori non finiranno mai di essere cosí il PD è allo sbando ovunque non possono mandare via tutti almeno qualcuno alza la testa io sono con voi.

  • Avatar
    gio 10 Maggio 2012

    leggendo le dichiarazioni dell’ex sindaco di racalmuto gigi restivo, attuale collaboratore di adragna noto che la confusione, si vuole che resti sovrana.
    tante, tantissime responsabilità hanno i dirigenti a cui fai riferimento, e questo è sotto gli occhi di tutti, ma se vuoi fai bene a ricordarlo.
    ma adragna è uno di questi, ha delle responsabilità grandi quando una casa.
    ma cosa avete fatto voi tutti di quell’area che fa riferimento al capo dei tifosi interisti del parlamento?
    niente.
    alle provinciali, ZERO.
    alle regionali, ZERO.
    a queste comunali e in altre nell’agrigentino, ZERO.
    predicate bene e razzolate male, povera politica povera.
    finchè ci putiti purtari u pani e lu cumpannaggio a la casa, facitilu, vinissi di diri: tantu ni la cuscienza vi lavit’assentiri. tutti quantu siti, ma tantu l’acqua vi vagna e lu ventu va sciuca.
    buona politica a tutti.

  • Avatar
    filippo 10 Maggio 2012

    Ecco i 94 senatori che hanno votato CONTRO i tagli alle pensioni d’oro.
    C’è anche ADRAGNA
    Consiglio lettura
    link:
    http://violapost.it/?p=7009

  • Avatar
    sapituri 10 Maggio 2012

    adragna fa così anche con i suoi amici politico-sindacalisti.sta un po’ con tutti:un pochino con dantoni,un pochetto con cocilovo e un tantino(one) con bonanni.

  • Avatar
    ezio 10 Maggio 2012

    Assurdo!!!l’arroganza,l’ignavia e tanti altri fattori imputabili agli organi dirigenziali del pd(Capodicasa,Messana,Di Benedetto e compagnia bella) continuano imperterrito a non conoscere
    limite alcuno.Invece,come dice il Senatore Adragna,di fare un passo indietro e magari farsi un
    qualche esamino di coscienza su come gestiscono e impostano,anche e soprattutto in fase elettorale il PARTITO,i suddetti pensano ad attaccare chi invece,ha scelto coerentemente di intraprendere un percorso completamente diverso dal loro,che,almeno a livello locale,li vede come totalmente assoggettati all’mpa.Vorrei ricordare a costoro,che un buon 80% delle preferenze ottenute dalla Lo Bello,+ che da cgl e pd,provenivano dall’area dimauriana e cio’rappresenta senz’altro una sconfitta,come peraltro confermato dalle urne,per il partito di cui loro si ergono a padroni assoluti.

POSTA UN COMMENTO