Home / 2012 / Maggio

Sono numeri che generano notevole soddisfazione quelli relativi al Forum per lo Sviluppo Turistico promosso dal Distretto Turistico Valle dei Templi.
Ben quaranta infatti sono i  progetti pervenuti entro i termini previsti dal bando e che saranno analizzati dalla Commissione che il Distretto nominerà nei prossimi giorni. Di questi quaranta progetti, sette si vedranno assegnare una borsa di studio di millecinquecento euro, a titolo di rimborso spese per la redazione dell’elaborato progettuale esecutivo nel rispetto delle indicazioni della commissione da inserire nel piano di sviluppo del Distretto.
Un vero successo. I partecipanti al Forum di approfondimento per la predisposizione dell’elaborato progettuale svoltosi il 21 aprile scorso al Palacongressi erano circa sessanta, le manifestazioni di interesse pervenute nella prima fase sono state settantacinque e le idee-progetto presentate nella prima fase sono state addirittura centoquaranta.
“Il Distretto non deve essere uno di quegli enti che partoriscono scelte a porte chiuse che poi piovono sul territorio senza nessuna concertazione – spiega Gaetano Pendolino, amministratore del Distretto Turistico -. Sin da subito abbiamo voluto dare un segnale evidente di una governance che cerca di coinvolgere le intelligenze del territorio per creare un modello di sviluppo turistico condiviso”.
I temi affrontati dal Forum sono stati: marchi di qualità e certificazione di qualità per le imprese, campagna di promozione territoriale, segnaletica e sistemi informativi, centro servizi strutturato, club di prodotto, itinerari e vari altri.
“La grande quantità e varietà di idee progettuali – conclude Pendolino – testimoniano la vivacità intellettuale di un territorio che vuole crescere e che desidera trasformare una vocazione turistica sinora solo nominale in un autentico percorso di sviluppo”.
I 7 progetti scelti saranno i primi ad essere inseriti tra quelli di sistema che saranno finanziati all’interno delle risorse che la Regione erogherà nei bandi riservati ai distretti turistici.

Papa Benedetto XVI questa mattina ha sollevato dalla guida della diocesi di Trapani mons. Francesco Micciche’ ed ha nominato Amministratore Apostolico mons. Alessandro Plotti, ex-arcivescovo di Pisa.
La gestione della diocesi di Trapani era sotto indagine da parte del Vaticano dal giugno 2011, quando era iniziata una ‘visita apostolica’ guidata dal vescovo di Mazara del Vallo, mons. Domenico Mogavero. L’inchiesta era partita in seguito a un’inchiesta della Procura di Trapani su ammanchi relativi a due Fondazioni gestite dalla Curia, e a dissidi tra Micciche’ e alcuni parroci. La somma ‘sparita’ dalla casse diocesane sarebbe di oltre un milione di euro, e a risultare sospetta era l’incorporazione da parte della Fondazione ”Auxilium” di un’altra fondazione gestita dalla Curia, la ”Campanile”.

“Non si può morire a 16 anni andando a scuola. Negli zaini mettiamo libri, sogni e speranze, non le bombe! Per non far passare inosservata questa immane disgrazia che ha colpito delle ragazze quasi che ventenni. Vediamoci tutti davanti la Prefettura di Agrigento alle 18:30 di oggi Sabato”. E’quanto scrivono su facebook i Giovani Democratici di Agrigento.

Domani in occasione della Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali, alle ore 11.00 presso la Chiesa SS. Trinità – Porto Empedocle, a conclusione della Settimana delle Comunicazioni Sociali, mons. Francesco Montenegro presiederà la S. Messa, mentre in tutte le parrocchie dell’arcidiocesi, sarà letta la lettera che l’Arcivescovo, ha indirizzato a sostegno e promozione dei media diocesani (L’Amico del Popolo, Radio Concordia, il sito www.diocesiag.it). Ricordiamo che in occasione della Settimana è stato lanciato il “I Premio webmaster siti cattolici dell’Arcidiocesi di Agrigento”, per info e il regolamento è possibile consultare il sito diocesano www.diocesiag.it.

Il sindaco Fabrizio Di Paola ha promosso a Sciacca, per il prossimo 23 maggio, una manifestazione commemorativa in occasione della ricorrenza del ventesimo anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.
Per non dimenticare, per commemorare il sacrificio di questi eroi, per dire no alla violenza e alla cultura mafiosa, il sindaco Fabrizio Di Paola ha organizzato una iniziativa nella Villetta Lombardo, davanti al ceppo in pietra arenaria collocato ai piedi di un albero di carrubo, che ricorda tutti i caduti contro la mafia.
Saranno presenti gli assessori designati della Giunta Municipale: Calogero Bono, Daniela Campione, Silvio Caracappa, Salvatore Monte, Vincenzo Porrello.
Tra gli invitati, i magistrati del Tribunale, i vertici delle Forze dell’Ordine, i parlamentari, le Forze Politiche, i consiglieri comunali, le organizzazioni sindacali e di categoria, le associazioni in armi, le associazioni culturali e di promozione sociale, le scuole.
Il raduno è previsto per le ore 17,30 in piazza Saverio Friscia, davanti al monumento del Milite Ignoto. Alle 17,58,nell’ora dell’eccidio, verrà deposta una corona di fiori. Ci sarà poi un momento di raccoglimento e di preghiera con l’arciprete Carmelo Lo Bue e un breve intervento in memoria delle vittime della strage di Capaci.

La Kore, il famoso oscar della moda, ideato e battezzato nella Valle dei Templi, rientra ad Agrigento. La serata sara’ organizzata probabilmente il 28 luglio, innanzi al Tempio della Concordia. La manifestazione sara’ intitolata non piu’ Kore ma “ Concordia Fashion ”, e sara’ diffusa sulle reti nazionali ed internazionali. La produzione sara’ finanziata con i soldi dei biglietti d’ingresso alla Valle dei Templi, ossia con il 30 per cento che l’Ente Parco versa al Comune di Agrigento.

Domenica 20 maggio, Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali, alle ore 11.00 presso la Chiesa SS. Trinità – Porto Empedocle, a conclusione della Settimana delle Comunicazioni Sociali, mons. Francesco Montenegro presiederà la S. Messa, mentre in tutte le parrocchie dell’arcidiocesi, sarà letta la lettera che l’Arcivescovo, ha indirizzato a sostegno e promozione dei media diocesani (L’Amico del Popolo, Radio Concordia, il sito www.diocesiag.it). Ricordiamo che in occasione della Settimana è stato lanciato il “I Premio webmaster siti cattolici dell’Arcidiocesi di Agrigento”, per info e il regolamento è possibile consultare il sito diocesano www.diocesiag.it.

La società Rocco Forte, proprietaria del Verdura Golf and Resort di Sciacca, ha presentato un ricorso al Tar contro il Comune di Sciacca e rivendica un risarcimento danni per il ritardo con cui il Consiglio comunale, lo scorso mese di febbraio, ha prestato il proprio consenso ad un piano costruttivo presentato nel 2006 per la costruzione, nell’area attigua al Resort, di 52 ville extralusso per un investimento di oltre 100 milioni di euro. L’istruttoria si e’ conclusa 6 anni dopo il suo avvio. Ecco perche’ i legali del magnate italo – inglese, Rocco Forte, ritengono di aver subito un danno d’impresa. Inoltre, Rocco Forte contesta anche l’approvazione, nel corpo della delibera del consiglio comunale, di 3 emendamenti che impongono alla societa’ l’adeguamento di una strada di accesso al mare, l’individuazione di un’area per parcheggio pubblico e di un’ ulteriore zona da adibire a verde attrezzato. Secondo i legali della Rocco Forte e Family, si tratta di interventi non dovuti.

Una mattinata a Palermo per concordare la linea d’azione e gli interventi necessari all’avvio di una buona gestione dell’Isola. Il sindaco di Lampedusa e Linosa, Giusi Nicolini, a dieci giorni dalla sua elezione, ha incontrato il commissario delegato all’emergenza Marco Lupo e l’assessore regionale agli Enti locali Caterina Chinnici. Due riunioni di cui Nicolini si è detta soddisfatta.
Con il commissario Lupo ha condiviso un piano di priorità rispetto all’impiego dei finanziamenti del fondo per l’emergenza che il governo nazionale ha stanziato come compensazione per i disagi prodotti all’Isola dagli sbarchi. “Sono risorse significative – ha spiegato il sindaco -, che servono alla riqualificazione dell’Isola. Per questo vanno spese bene e non vanno sprecate. Per cominciare, abbiamo concordato che tra le cose più importanti e urgenti ci sono la riparazione degli impianti di depurazione delle acque reflue, la bonifica delle discariche disseminate sul territorio e la sistemazione ambientale dell’area portuale e del paesaggio rurale intorno al centro abitato. Quindi l’avvio di un nuovo sistema di mobilità sostenibile e di un modello energetico che punti su fonti rinnovabili e risparmio”.
Sono interventi strategici, specialmente con la stagione turistica alle porte che porterà migliaia di persone a soggiornare a Lampedusa. Ma hanno anche una valenza a lungo termine, che va ben oltre il periodo balneare e punta a dotare stabilmente l’Isola di servizi di qualità a disposizione dei cittadini.
Altro capitolo quello affrontato nell’incontro con l’assessore Chinnici. Il Sindaco ha esposto nei dettagli la criticità economico-finanziaria lasciata dalla amministrazione comunale uscente. Una situazione peraltro sotto la lente della Procura di Agrigento, che sta conducendo alcune inchieste e ha già provveduto nei mesi scorsi al sequestro di documenti proprio negli uffici del Comune. “Ho ricordato all’assessore come già nel 2009 proprio il suo assessorato si era attivato con un accesso agli atti per verificare la legittimità delle spese della pubblica amministrazione – ha concluso Nicolini -. Oggi ho chiesto al governo regionale una nuova assunzione di responsabilità, ossia di concorrere al ripianamento dei debiti fuori bilancio creati dalla gestione del sindaco De Rubeis”.

Il nuovo Sindaco di Campobello di Licata, Gianni Picone, ha firmato, a Gela, l’adesione del Comune da lui guidato al “Patto dei Sindaci”, una delle principali iniziative europee che, con il coinvolgimento degli Enti Locali, si prefigge l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica e rafforzare l’utilizzo delle energie rinnovabili, con interventi mirati in settori chiave come l’edilizia e i trasporti.
Le città che aderiscono al Patto dei Sindaci dovranno adottare uno specifico Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), che comprende, oltre ai già citati obiettivi di efficienza energetica, la riduzione delle emissioni di CO2, un maggior ricorso alle fonti di energia rinnovabile e appropriate azioni di promozione e comunicazione.
Inoltre, il Sindaco ha dato nuove disposizioni in tema di TARSU.
In questi giorni i cittadini di Campobello di Licata si sono visti recapitare i bollettini di pagamento relativi agli anni 2010 e 2011.
Il Sindaco ha disposto che le scadenze relative all’anno 2011 siano spostate in avanti, a partire dal 01/03/2013.
In altre parole, per adesso si dovrà pagare solo la TARSU relativa al 2010.
Inoltre, i cittadini, recandosi presso l’ufficio tributi del comune potranno concordare una rateizzazione personalizzata, fino a 10 rate mensili, senza alcun aumento della somma complessiva, sia per l’anno 2010 che per l’anno 2011.