Home / 2012 / Aprile (Pagina 5)

L’Associazione Banda Musicale “Vincenzo Bellini – Città di Siculiana”, per celebrare il 25° anniversario della fondazione, ha organizzato un  raduno bandistico che si svolgerà a Siculiana il 30 aprile.  L’evento, inserito nell’ambito dei festeggiamenti in onore del Santissimo Crocifisso, è realizzato con la collaborazione del Comitato provinciale Acsi di Agrigento presieduto da Giuseppe Balsano.  L’appuntamento è alle 18,00, in via Roma da dove snoderà il corteo composto dall’Orchestra di Fiati “G. Miraglia – Città di Acireale”  diretta dal maestro Salvo Miraglia, dalla banda musicale “G. Allevi – Città di Caltabellotta” diretta dal maestro Enzo Cusumano, dalla banda musicale “L. Ingo Città di Alessandria della Rocca” diretta dal maestro Roberto Guastella, dalla banda musicale “L. Parisi – Città di Raffadali” diretta dal maestro Filippo Ragusa, oltre ovviamente alla propria  banda  diretta dal maestro Giacomo  Consolo, e si concluderà in Piazza Umberto I. Seguirà  in Piazza Umberto I, alle 21.00,  il concerto delle bande.

Il Comune di Agrigento proroga fino alla chiusura dell’anno scolastico il servizio di assistenza igienico-personale agli alunni portatori di handicap grave frequentanti le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado della città per l’anno scolastico 2011/2012.
Il servizio che sarebbe dovuto scadere il 30 aprile prossimo viene prorogato fino alla chiusura delle scuole al fine di non interrompere l’espletamento di un dovere sociale di primaria e fondamentale utilità, facendo eseguire gli interventi assistenziali previsti, alla stessa ditta, la cooperativa “L’Airone” di Palermo, già affidataria del servizio.
Lo stesso sindaco del Comune, con proprio atto di indirizzo, ha invitato gli uffici comunali competenti a mantenere l’operatività del servizio di assistenza igienico personale agli alunni delle scuole primarie portatori di handicap grave non aventi il controllo degli sfinteri, ritenendolo un servizio indispensabile ed obbligatorio, fino alla conclusione delle lezioni del corrente anno scolastico, al fine di consentire agli alunni di completare il ciclo minimo indispensabile delle lezioni.

A Sciacca  si inaugura oggi un nuovo centro servizi rivolto alle imprese agricole del territorio. L’iniziativa dice Perricone – Presidente Provinciale delle Acli, scaturisce da una collaborazione importante con la FIAGRI che ha come finalità il rilancio del comparto agricolo ed agroalimentare saccense con l’erogazione di servizi sia ai lavoratori che alle imprese. Riteniamo che la sinergia con la F.I.Agri sia un’importante segnale di coerenza rispetto agli obiettivi e alla strategie che le Acli hanno pianificato in questi anni. Siamo sicuri che il progetto di implementare e dare valore sociale ed economico alle imprese agricole ed alle aziende sia un obiettivo comune da perseguire con urgenza e professionalità. Il Presidente nazionale della F.I.Agri  Giuseppe D’Angelo ribadisce la centralità dell’impresa agricola nel contesto economico di Sciacca e sulle necessarie nuove politiche in favore delle piccole aziende.
L’inaugurazione  del centro servizi avverrà alle ore 19.30 presso la nuova sede sita a Sciacca  in contrada Ferraro via Arciprete Giuseppe Vento snc.

“La Camera di Commercio, sia pure con qualche settimana di ritardo, chiarisce la propria posizione di imparzialità rispetto alla campagna elettorale agrigentina. Siamo soddisfatti e ci auguriamo che la Camera di Commercio di Agrigento possa continuare nella preziosa opera di rappresentanza, difesa e promozione del sistema locale delle imprese, nell’interesse di tutti”. Lo afferma in una nota il Segretario Provinciale del Partito Democratico di Agrigento, Emilio Messana.
“La vicenda, tuttavia – tuona Messana – merita delle considerazioni. Va sottolineata la, che ha inteso dare peso alla sua ricandidatura indicando come assessore Vittorio Messina, rendendolo di fatto incompatibile con la carica di Presidente della Camera di Commercio di Agrigento. L’assenza di scrupoli del candidato Zambuto e il suo maldestro tentativo di intestarsi il sostegno del presidente di un’istituzione per sua natura imparziale, avrebbe dovuto essere stigmatizzata dal diretto interessato Messina, il quale si è dichiarato sorpreso dalla nomina e quindi dobbiamo ritenere non preventivamente informato.
Si è preferito, invece, rilasciare dichiarazioni ambigue, nelle quali il Presidente della Camera di Commercio addirittura avocava a sé, in caso di vittoria del sindaco Zambuto, la nomina di una figura tecnica all’interno della giunta. Io sono incompatibile e mi riservo di nominare uno al posto mio. Una pezza peggiore del buco. Nessuna speculazione politica sul caso, dunque, ma la legittima e doverosa richiesta di chiarezza a tutela del prestigio dell’istituzione”.

Giuseppe Arnone, candidato a sindaco di Agrigento, terrà oggi alle 11,30 una conferenza stampa sul tema: Minacori e Falzone, ovvero “l’amore per la legalità del portavoce di Epolis e l’amore per la comunità universitaria del sindaco Zambuto”.
Nel convocare la conferenza stampa, Giuseppe Arnone ha dichiarato: “Il farmacista Paolo Minacori dovrà spiegare alla città, e noi lo aiuteremo in tal senso, come ha realizzato alcune importanti valorizzazioni di locali ammezzati in pieno Viale della Vittoria, adesso adibiti a studi medici in totale difformità ai parametri relativi alle altezze minime dei locali. Così come ricorderemo a Zambuto chi è il nuovo consigliere di amministrazione che ha nominato al CUPA, quel Salvatore Falzone, già assessore comunale della giunta Piazza, nipote del capomafia Calogero Russello, che fu poi rimosso da un’azione congiunta mia e di Angelino Alfano. L’inchiesta Alta Mafia ha ricostruito come Salvatore Falzone, prima della sua rimozione, agisse da assessore comunale nell’interesse delle imprese del corruttore Gaetano Scifo, già condannato in via definitiva per tali reati. C’è da chiedersi, e aiuteremo il sindaco uscente a dare risposte, quale apporto potrà dare agli studenti universitari agrigentini cotanto campione di legalità, trasparenza e cultura antimafiosa.”

Nuova tappa ieri sera del candidato sindaco di Agrigento Totò Pennica in piazza Madonna della Catena, a Villaseta per un nuovo comizio che ha registrato la partecipazione sempre più consapevole e convinta di giovani, donne e anziani. “Un quartiere – ha sottolineato Pennica – che ha più bisogno rispetto agli altri e perciò ho sentito di volervi tornare.” Stavolta a fare gli onori di casa è stato Enzo Ciulla candidato al consiglio comunale nella lista Epolis. Nato e cresciuto tra la gente di Villaseta, per ragioni di lavoro si è trasferito nelle Marche, ove attualmente risiede, dando vita ad un consolidato ed apprezzato modello di imprenditoria. Innamoratosi del progetto Epolis e delle ragioni che hanno spinto l’avvocato Pennica a mettersi in gioco per il bene della città di Agrigento, Ciulla decide di tentare la corsa al Consiglio Comunale, annunciando quale sarà il suo primo impegno per Villaseta: “Rinuncerò alla indennità e ai gettoni legati alla mia eventuale attività in Consiglio, per devolvere tutto alla istituzione di un ufficio di rappresentanza nel quartiere di Villaseta. Uno sportello e punto di riferimento per gli abitanti che in questi anni non hanno mai avuto riscontro dall’amministrazione uscente. Mi batterò perché sia data voce ai cittadini di Villaseta e Monserrato anche dopo la campagna elettorale e soprattutto lavorerò per smantellare il preconcetto secondo cui Villaseta e Monserrato siano covo di delinquenti. Se si delinque un motivo c’è ed è la disperazione di chi non ha un lavoro o da mangiare.”
A margine dell’intervento dell’ imprenditore agrigentino, plaudito dai propri concittadini, è toccato prender parola all’Avv. Pennica: “Torno a Villaseta a testimonianza del legame e dell’affetto che mi unisce a voi. Il mio sogno è vedere occupare Enzo Ciulla un posto in Consiglio comunale, perché sono certo che saprebbe mantenere al centro dell’attenzione Villaseta ed i bisogni della gente. Ciò che a lui mi lega è un patto d’onore fatto ancor prima che sulle scene si affacciassero i partiti.”
Queste le idee, quasi tutte a costo zero, che Totò Pennica, in caso di elezione, affronterebbe come prioritarie per il quartiere di Villaseta:
– istituire un presidio della Guardia medica
– monitorare tramite apposito ufficio il tasso della dispersione scolastica, per incentivare la cultura
– riqualificare il vecchio centro commerciale, dove molte botteghe hanno chiuso, creando un consorzio tra piccoli artigiani
– restituire quel decoro urbano tramite interventi di ordinaria manutenzione

“Una città che non offre servizi a mamme e bambini non può definirsi civile. Una città che non programma con criterio il Trasporto Pubblico Locale è una città senza sviluppo”. Lo ha detto la candidata sindaco Mariella Lo Bello introducendo altri due punti fondamentali del suo piano delle priorità : il primo inerente ai servizi da offrire alle mamme e alle donne in generale, l’altro all’ottimizzazione del servizio di trasporto pubblico locale.
 “Non è pensabile – secondo Mariella Lo Bello – che Agrigento sia sprovvista di tutta una serie di iniziative che altrove rasentano la normalità. E per invertire questo processo negativo è sufficiente partire dalle cose più semplici come, ad esempio, la cura del decoro delle ville e degli spazi verdi che rappresentano il naturale luogo di aggregazione per i bambini e le loro famiglie”.
 “Affrontare e vivere una gravidanza – ha aggiunto Mariella Lo Bello – per una donna agrigentina può essere problematico, a causa dell’assenza di servizi dedicati alle future mamme.  Dobbiamo ringraziare le associazioni di volontariato e del mondo cattolico per l’azione meritoria svolta in sostituzione del Comune, ma è necessario, per il futuro intraprendere nuovi percorsi: penso, ad esempio, alla possibilità di collaborazioni  tra amministrazione comunale e ordini professionali, chiedendo a ciascuna categoria un contributo sia sotto il profilo sanitario , che quello legale  fino ad arrivare ai servizi sociali. L’obiettivo è di offrire l’opportunità di un sostegno ed una tutela per tutte le future mamme”.
 Mariella Lo Bello ha poi affrontato la delicata questione del trasporto pubblico locale, da sempre uno dei grandi problemi irrisolti della città. “La conformazione stellare di Agrigento, figlia di una politica urbanistica sicuramente discutibile, richiede oggi una totale riprogrammazione del Trasporto Pubblico Locale. In tal senso ci confronteremo con la società che ha in appalto il servizio, per segnalare tutte le criticità segnalateci dai cittadini, come l’assenza di cartelloni che riportino gli orari e delle stesse pensiline, spesso danneggiate da vandali o dal tempo e mai sostituite.  E’ necessario, a nostro modo di vedere rimodulare completamente la traccia oraria delle corse: ad oggi viene erogato un servizio insufficiente e che non soddisfa le esigenze di una città capoluogo e che vuole fare del turismo la principale risorsa economica”, ha concluso Mariella Lo Bello.

Il Consigliere comunale di Agrigento del Pdl, Giuseppe Di Rosa ha presentato un’interrogazione all’amministrazione comunale in riferimento all’istituzione di nuove sedi farmaceutiche in città. In particolare Di Rosa chiede di sapere quale sia la popolazione residente al 31 dicembre 2010 in base al dato ISTAT e quante le farmacie spettanti, quali le zone indicate per l’ubicazione delle nuove sedi farmaceutiche, quali sono stati i criteri demografici, dei flussi veicolari, degli spostamenti della popolazione, in ultima analisi quali studi sono stati posti in essere e da quali soggetti qualificati per addivenire alla scelta delle nuove ubicazioni. “Considerata la presenza di un Presidio Farmaceutico d’Emergenza (PFE) nelle frazioni di Giardina Gallotti – Montaperto, chiaro segnale di una certificata esigenza di servizio, – conclude – è stata la suddetta frazione indicata come nuova sede? In caso contrario  con quali motivazioni non è stata garantita una sede farmaceutica e si mantiene l’inadeguatezza di un PFE?”

La responsabile del centro Antiviolenza Telefono Aiuto Antonella Gallo Carrabba  comunica che domani 28 aprile sabato alle ore 9.30 presso il complesso monumentale di Santo Spirito avrà luogo la premiazione del concorso, destinato agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Agrigento, che si pone come obiettivo la promozione di una cultura della Non-Violenza fra le giovani generazioni . Il premio, istituito dall’associazione di volontariato “Focus-Group onlus”, ente gestore del centro Antiviolenza “Telefono Aiuto” ha visto la collaborazione del servizio di Sociologia -Osservatorio permanente sulle famiglie- dell’ASP 1 di Agrigento e ha avuto il patrocinio del Provveditorato agli studi di Agrigento. Nel corso della cerimonia, che coinvolgerà tutte le scuole partecipanti al concorso, saranno consegnati gli attestati e le targhe sia alle scuole che agli alunni.