Home / 2012 / Aprile (Pagina 30)

“Il Comune di Agrigento ha assegnato all’ingegnere Eugenio Agnello, l’incarico di collaudare le opere eseguite sul luogo del crollo e che gli accertamenti serviranno a stabilire le condizioni statiche degli edifici adiacenti all’ex palazzo Lo Jacono,  solo allora, cito, “si potrà autorizzare l’apertura delle strade ed il ritorno a casa degli sfollati”. Dinnanzi a queste parole resto letteralmente basito, perchè quelle strade sono, sulla carta chiuse, ma di fatto regolarmente “aperte” al transito veicolare e pedonale”. Così il direttore del settimanale cattolico agrigentino “L’Amico del Popolo”, don Carmelo Petrone.
“Più volte dalle pagine del settimanale “L’Amico del Popolo” – spiega Petrone –  abbiamo denunciato la rimozione delle transenne non solo di Salita Itria, via Santa Maria dei Greci, ma anche quella di via Caico. Ci siamo più volti chiesti e abbiamo più volte chiesto: «è cessato il pericolo?». Il sindaco sui mezzi di informazione ha dichiarato: “non ho firmato nessun provvedimento che ordinasse la rimozione delle transenne”. Di fatto, però, la Salita Itria e la via Santa Maria dei Greci, da quando sono state rimosse le macerie del Lo Jacono,  sono regolarmente attraversate non solo da pedoni, ma, come documentato da foto e video, da motocicli e autovetture.  Nei giorni della settimana santa, ho personalmente assistito ad una “processione” di gente che oltre ad andare a far visita al Cristo morto appeso alla croce nella vicina chiesa Sant’Alfonso, si è recata sui resti del palazzo Lo Jacono per una “foto ricordo” davanti a quel che resta. Qualche candidato a sindaco, come è possibile vedere da filmati promozionali che circolano sul web, ha anche ritenuto utile utilizzare la zona come “set” per il suo spot promozionale, ignorando, d’altronde non c’è nessun segnale o indicazione in tal senso, che quella è una zona interdetta al traffico pedonale e veicolare.  Ci chiediamo e ritorniamo a chiedere:  è cessato il pericolo per la Salita Itria e la via Santa Maria dei Greci? Se persiste ancora l’interdizione perché non si fa rispettare? A chi spetta farla rispettare?”

 L’auto a bordo della quale viaggiavano e’ uscita di strada vicino al molo e sono finiti in mare: due giovani lampedusani sono stati salvati dalla guardia di Finanza di Lampedusa. Erano le due di notte quando i cinque militari che si trovavano nel porto hanno visto la manovra azzardata, effettuata troppo vicino al molo di Lampedusa, da una Fiat Panda con due persone a bordo. La pioggia, che aveva ridotto la visibilita’ e reso la strada scivolosa, ha fatto il resto: l’automobile, dopo aver perso aderenza, ha urtato una bitta ed e’ finita in mare con un volo di cinque metri, passando sopra ad un’imbarcazione ormeggiata. I finanzieri si sono lanciati immediatamente in mare. Il primo dei due ragazzi, sbalzato fuori dall’auto ed in difficolta’, e’ stato recuperato e portato a terra. A bordo della vettura, che stava affondando, era rimasto un altro passeggero che cercava inutilmente di mettersi in salvo, tentando di aprire il portellone posteriore, bloccato. I finanzieri hanno forzato il portellone e lo hanno estratto dall’auto che, qualche istante dopo, era gia’ a 3 metri di profondita’. I due ventenni, spaventati ed intorpiditi dal freddo, sono stati portati al poliambulatorio di Lampedusa e poi dimessi.

Questo pomeriggio ad Agrigento in via Atenea alle ore 18, presso il Palazzo storico Celauro, che nel 1700 ospitò Goethe, all’interno delle Officine delle Arti di Nello Basili, quinto e ultimo appuntamento della Rassegna  “Monologo in scena 2012” con la direzione artistica di Mario Gaziano.
Sarà presentata la performance scenica “Donna – soft- cabaret”, con Oriana Paolocà, Fabrizio Giuliano e Tonino Migliaccio. L’azione scenica propone monologhi umoristici e satirici, legati dalle grandi canzoni della tradizione popolare e da una collana di lievi battute umoristiche.I temi proposti in chiave umoristica sono svariati, tutti presi dalla storia del costume nazionale e territoriale:Oriana Paolocà propone testi sulla “donna in cerca della propria identità”, sulla “donna al lavoro casalingo stressante e dissacrante”, e ancora sulla la figura di una “nobildonna del passato in amore e infedeltà, per cortesia e per legge di nobiltà”.
Fabrizio Giuliano avanza la protesta con la proposta della “Istituzione della Festa nazionale del Disoccupato…”, del “marito tradito e sopportante”, dell’ “Innamorato folle in veste monacale”.Lo chansonier Tonino Migliaccio si esibisce tra canzoni della tradizione popolare e composizioni musicali all’insegna della satira. Ingresso gratuito.

Il fondatore del Partito della Rivoluzione “Laboratorio Sgarbi” , On. Vittorio Sgarbi sarà presente lunedì 16 aprile per la campagna elettorale ad Agrigento e Raffadali.
Alle  19.00 comizio elettorale ad Agrigento a Porta di Ponte accompagnato dal Vicesindaco di Licata Giuseppe Arnone dove saranno presentati alla città i sette candidati al consiglio comunale di Agrigento nella lista Epolis e con la partecipazione del candidato Sindaco di Agrigento Avv. Salvatore Pennica.
Alle 22.00 poi si trasferirà a Raffadali per un comizio a Piazza Progresso dove sosterrà il candidato Sindaco Angelo Salemi appoggiato da tre liste con connotazione civica.
L’On. Sgarbi è stato designato Assessore alla Cultura a Raffadali.
Le prossime elezioni amministrative del 06 e  07 maggio sono il battesimo elettorale del nuovo movimento del critico ferrarese, il Partito della Rivoluzione, “Laboratorio Sgarbi”.
Inoltre Sgarbi è candidato alla carica di Sindaco a Cefalù.

Accogliendo le tesi del difensore, l’avvocato Loretta Severino, il Giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Lupo, ha assolto Antonio Bruno, 35 anni, di Siculiana, imputato di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti nell’ ambito dell’ inchiesta antidroga cosiddetta “Mini One”. L’ avvocato Loretta Severino ha dimostrato, tra l’ altro, che le intercettazioni incriminanti non sono riconducibili ad Antonio Bruno.

Il  Popolo della Libertà di Agrigento accende i motori in vista delle Amministrative del 6/7 Maggio.  L’appuntamento per elettori e simpatizzanti è in programma  domani alle ore 10 presso il Cine Astor di Agrigento. Nel corso della convention verrà presentanto il candidato sindaco  di Agrigento Totò Pennica e i candidati al consiglio comunale del Pdl. Ai lavori interverranno l’europarlamentare Salvatore Iacolino, il deputato regionale Nino Bosco e i parlamentari nazionali, Vincenzo Fontana e Giuseppe Marinello. Concluderà la convention il Segretario Nazionale del Pdl, Angelino Alfano.

Oggi pomeriggio alle ore 18 in Via Celauro (Traversa Via Atenea) Rosalda Passarello, assessore della giunta Zambuto, candidata al Consiglio Comunale con la lista Patto per il territorio incontrerà gli elettori per fare un bilancio della sua esperienza amministrativa e tratterà i punti salienti del programma che intende realizzare nella prossima legislatura. Saranno presenti il Sindaco Zambuto e gli assessori designati,personalità del mondo delle istituzioni,della cultura,e dei quartieri della città.

La Provincia sceglie l’Olanda per promuovere il proprio territorio. Sarà, infatti, presente alla Fiera DE SMAAK VAN ITALIE, realizzata in Olanda dall’11 al 13 maggio 2012 per pubblicizzare i prodotti agroalimentari, enologici e turistici che rappresenta uno dei momenti più importanti, dedicata esclusivamente alla promozione della produzione italiana.
La Provincia avrà a disposizione uno spazio espositivo complessivo di mq 120 con n. 6 postazioni espositive destinate alle aziende di eccellenza del territorio provinciale, più uno spazio comune nel quale propagandare l’offerta turistica ed enogastronomica di tutto il territorio provinciale ed effettuare degustazioni a tema.
Per il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi, questo evento rappresenta  un’interessante occasione per la presentazione e la commercializzazione del nostro prodotto agroalimentare, enologico e turistico in quanto si rivolge ad un mercato di primaria importanza per i nostri imprenditori e per le esportazioni di prodotti agroalimentari. Un evento a cui, nelle passate edizioni, hanno partecipato migliaia di aziende italiane ambasciatori del made in Italy.
Questo momento espositivo, ha dichiarato l’Assessore al Turismo Angelo Biondi, che ha visto, lo scorso anno anno, oltre 23.000 visitatori e operatori del settore, servirà a far conoscere ai  buyers olandesi l’eccellenza dell’offerta turistica ed enogastronomica della nostra provincia. E’ prevista, infatti, la realizzazione di un work shop “Agrigento day” con incontri programmati tra aziende agrigentine e operatori economici stranieri, giornalisti ed esperti.
Le aziende dei settori interessati potranno inviare una richiesta di partecipazione che dovrà essere inoltrata via fax al numero fax 0922/593133 o all’indirizzo e-mail: m.ciotta@provincia.agrigento.it entro e non oltre il prossimo 18 aprile. Sul sito della provincia www.provincia.agrigento.it è possibile scaricare tutta la modulistica necessaria.

Il consigliere provinciale de La Destra Roberto Gallo ha inviato una interrogazione/esposto sul tema sicurezza sul posto di lavoro di persone  addette alla manuntenzione immobili dell’Ente Provincia.
“Il nostro movimento La Destra – dichiara Gallo – si è sempre distinto anche per le battaglie sociali , quindi sempre vicina alla Gente ed al mondo del lavoro. 
Ed è anche per questa ragione che è stata presentata  una particolare interrogazione al presidente della Provincia sul rispetto delle norme che riguardano la tutela e la sicurezza sul posto di lavoro.
Di recente , diversi lavoratori addetti alla manutenzione degli immobili dell’Ente Provincia,  hanno sollecitato gli uffici competenti a fornire i lavoratori di “Dispositivi di Protezione Individuale” reiterando piu’ volte la richiesta . Tale richiesta non solo non ha avuto riscontro , ma pare che non ci siano state nemmeno risposte che preannunciavano la soluzione del problema .
Tale grave situazione di inadempienza , oltre a mettere a rischio la sicurezza dei lavoratori , evidenzia la superficialita’ degli uffici , nel trattare tale delicatissima materia.
L’interrogazione/esposto – conclude il Consigliere Gallo – ha l’obiettivo di “costringere “ l’amministrazione provinciale a vigilare sulla burocrazia che spesso risulta essere poco efficiente in alcune questioni particolarmente delicate , come quella sulla sicurezza sul posto di lavoro