Home / 2012 / Aprile (Pagina 3)

“Abbiate il coraggio di assumervi delle responsabilità, di dire “no” all’attuale sistema che vi considera soltanto elettori e non cittadini”. Lo ha detto la candidata sindaco Mariella Lo Bello rivolgendosi ancora ai giovani agrigentini durante un incontro tenutosi a San Leone.
“L’assenza di un confronto alla pari – secondo Mariella Lo Bello – è una delle rimostranze avanzate dai ragazzi che ho incontrato, i quali hanno manifestato apprezzamento per la mia scelta di incontrarli senza filtri e senza palchi. Giovani intelligenti e brillanti che nutrono profondo interesse per tutti gli aspetti della vita amministrativa, dalla situazione del Bilancio ai servizi per i cittadini passando per le prospettive di sviluppo”.
Ieri sera, incontrando i giovani tra San Leone e la via Atenea, Mariella Lo Bello ha distribuito le cartoline  inerenti l’iniziativa “Aperinotte”, che vuole invitare i ragazzi alla partecipazione in ordine a temi che riguardano, oltre il loro tempo libero anche lo sviluppo turistico ed economico della città,  puntando alla fruibilità notturna di piazze, strade ed edifici.

Primo maggio, festa del Lavoro, è, per tradizione la giornata del “Giovaninfesta”,  evento organizzato dall’Arcidiocesi di Agrigento. Quest’anno, teatro sarà Palma di Montechiaro, dove è previsto l’arrivo di migliaia di ragazzi provenienti da tutta la provincia e non solo. Tema dell’edizione di quest’anno è “Se capovolgi il mondo… trasmetti la Gioia”. Già stilato il programma che prevede anche la testimonianza di Don Giosy Cento, meglio noto come prete cantante della musica leggera cristiana. E per la festa del lavoro cuore delle manifestazioni, storicamente, è Raffadali, con la caratteristica sfilata dei carri infiorati, rappresentanti il mondo del lavoro, che attraverserà le principali vie del paese per concludersi in piazza Progresso con il comizio dei sindacati. Al termine il concerto dei Nomadi, la storica band che è ormai di casa in provincia di Agrigento.

Venticinque migranti sono stati sorpresi e bloccati, dai carabinieri, lungo la statale 115, la Agrigento-Sciacca, nei pressi di Montallegro. Il gruppo di magrebini, sarebbe stato lasciato sottocosta da un’imbarcazione che ha poi ripreso il largo. I venti subsahariani hanno infatti raggiunto l’arenile a nuoto. Ieri un altro sbarco avvenuto nella notte sulla spiaggia di Pisciotto a Licata è costato la vita a un immigrato. Gli extracomunitari bloccati stamane verranno trasferiti nella caserma Anghelone, per essere rifocillati, sottoposti a visite mediche e identificati. Non è stato trovato alcun natante.

Oggi 29 Aprile 2012, nella frazione di Giardina Gallotti, in piazza Belvedere, il candidato sindaco di Agrigento Totò Pennica terrà un nuovo comizio, mantenendo fino all’ultimo momento della sua campagna elettorale quel tratto distintivo che è l’ascolto ed il dialogo con la gente. L’appuntamento è alle ore 20:00. A prendere la parola saranno alcuni dei candidati al Consiglio comunale delle liste che sostengono Totò Pennica (Epolis, Pdl, Grande Sud e Cantiere Popolare). Concluderà il candidato sindaco Pennica.

Nasce a Raffadali la sezione dell’Associazione nazionale di volontariato “Giubbe d’Italia”, che opera nel settore della protezione civile e offre servizi e assistenza. La sede sarà quella che un tempo ospitava il macello comunale, in via Pezzalunga. L’immobile, oggi adeguatamente ristrutturato,  sarà consegnato lunedì mattina dal sindaco Silvio Cuffaro. La cerimonia è prevista alle ore 10, 30. Nei giorni scorsi è stato sottoscritto un apposito protocollo di intesa tra l’Amministrazione comunale e le “Giubbe d’Italia”. “Si tratta di una importante iniziativa – spiega il sindaco – che  rappresenterà certamente un significativo punto di riferimento per tutta la comunità locale”.

“La sospensione dei voli da e per Lampedusa a partire dal prossimo 5 maggio  rappresenta un fatto di una gravità eccezionale e conferma lo stato comatoso in  cui versa la Regione siciliana a causa della fallimentare esperienza di governo del presidente Lombardo. La mancanza di collegamenti aerei rischia di assestare un colpo mortale all’economia dell’isola di Lampedusa proprio alla vigilia della stagione estiva,  nel momento in cui gli operatori turistici contano di rifarsi dopo i risultati
deludenti della scorsa estate, a causa dei continui sbarchi di clandestini e  della perenne emergenza legata alla gestione dei centri accoglienza, che  avevano tenuto lontano i turisti. Tenuto conto che dal 5 maggio saranno sospesi i collegamenti di Meridiana, e  l’isola sarà raggiungibile soltanto in traghetto, considerato che la Regione  Siciliana non è nelle condizioni di garantire alcuna iniziativa idoneaa  sbloccare la situazione occorre un intervento immediato del Governo nazionale  per garantire la continuità di un servizio fondamentale a presidio di una  tratta sociale e per consentire anche lo svolgimento del turno elettorale delle  amministrative di maggio”. Lo afferma in una nota il deputato nazionale del Pdl, Vincenzo Fontana.
 “La notizia del disimpegno di MeridianaFly nel garantire il collegamento aereo con l’Isola di Lampedusa getta nello sconforto una comunità che, dopo le drammatiche vicende degli sbarchi, cerca di ricostruire l’economia dell’Isola”. Lo dice Nino Bosco – coordinatore provinciale del Pdl ad Agrigento e parlamentare all’ARS – dopo aver appreso che la compagnia aerea ha valutato insufficienti i 10 milioni di euro garantiti dal governo nazionale per preservare i collegamenti con la Sicilia e il territorio nazionale. “Il governo regionale resta in silenzio – sottolinea Bosco – di fronte all’ennesima drammatica notizia che accresce le difficoltà per i lampedusani che attendono l’avvio della stagione turistica per ridare ossigeno all’economia di Lampedusa. I tour operator sono nel panico, ma il governo di Lombardo non ha reso neppure una dichiarazione di solidarietà per Lampedusa e i suoi cittadini. Ritengo che da un governo regionale maestro di “esercizi provvisori” e leggi finanziarie impugnate dal Commissario dello Stato non ci si possa aspettare più di tanto, ma è certo che la dismissione della tratta aerea che collega Lampedusa significherà gettare nell’isolamento totale una parte importante del nostro territorio. Da subito – conclude – insieme ai colleghi parlamentari del PDL annuncio la presentazione di un’atto ispettivo con carattere d’urgenza che alla ripresa dei lavori assembleari, il 9 maggio prossimo, verrà posto all’ordine del giorno”

Il Presidente di Alleanza Per L’Italia, Francesco Rutelli, già sindaco di Roma e ministro ai Beni culturali, nel corso di un incontro elettorale con la candidata sindaco Mariella La Bello, ha accolto l’invito della stessa Lo Bello, accettando il ruolo di tecnico per il rilancio dell’immagine dei beni artistico –  culturali della Valle dei Templi e di Agrigento tutta.
“Ringrazio Francesco Rutelli per il contributo che ha deciso di dare, a titolo gratuito, alla città di Agrigento. Grazie alla sua competenza e alla notevole esperienza maturata alla guida della Capitale e del Ministero dei Beni Culturali saprà incidere in maniera decisa al nostro progetto di cambiamento”, ha detto Mariella Lo Bello

Il Pdl siciliano si appella al presidente della Repubblica. Il coordinatore regionale del Popolo della liberta’ in Sicilia, Giuseppe Castiglione, scrive una lettera al capo dello Stato, Giorgio Napolitano, cosi’ come annunciato nei giorni scorsi, per segnalare la condotta del presidente della Regione Siciliana, capo del Mpa, e dell’assessore regionale alla Salute, Massimo Russo (magistrato in aspettativa dal Consiglio Superiore della Magistratura con relativo provvedimento adottato nella primavera del 2008). ”E’ notizia di questi giorni – si legge nella nota inviata al Quirinale – che il predetto magistrato e’ sceso in campo (in politica) con una propria lista (”Palermo Avvenire’), presentata a Palermo e, sotto altra denominazione, in altre citta’ siciliane. E’ emerso, altresi’, durante la competizione elettorale in corso, che molti dei candidati inseriti nelle liste che fanno capo al Dott. Russo (ben 19 sui 20 candidati reclutati dallo stesso Russo nella sola lista ”Palermo Avvenire”), provengono dal mondo della Sanita’. Si tratta di medici, operatori sanitari ed imprenditori privati che hanno rapporti con il Servizio Sanitario Regionale guidato dal dott. Russo”. Nella lettera si fa ricorso alla posizione, chiara ed autorevole, al riguardo del rapporto tra politica e magistratura, che il presidente Napolitano ha assunto in questi anni.

Domani ad Agrigento in via Atenea alle ore 19  presso il Teatro della Posta Vecchia sarà presentata la performance scenica di satira politica e di costume “MONTALBANUS SONUS” con Oriana Paolocà, Fabrizio Giuliano e Tonino Migliaccio e la partecipazione straordinaria di Nino Seviroli. I temi proposti in chiave umoristica sono svariati, tutti presi dalla storia del costume nazionale e territoriale con una buona porzione di momenti satirici riferiti alle vicende e ai protagonisti dell’attuale campagna elettorale. Oriana Paolocà propone testi sulla “donna in cerca della propria identità”, sulla “donna al lavoro casalingo stressante e dissacrante”, e ancora sulla la figura di una “nobildonna del passato in amore e infedeltà, per cortesia e per legge di nobiltà”. Fabrizio Giuliano avanza la protesta con la proposta della “Istituzione della Festa nazionale del disoccupato…”, del “marito tradito e sopportante”, di uno scatenato Commissarius Montalbanus di epoca romana, in riflessione satirica sulla società odierna.
Lo chansonier Tonino Migliaccio lega i diversi momenti con canzoni standard e brani all’insegna della satira. Costruzione scenica, direzione artistica e regia di Mario Gaziano. Ingresso-Gratuito.

Domenica ad Agrigento in via Atenea alle ore 19  presso il Teatro della Posta Vecchia
sarà presentata la performance scenica di satira politica e di costume“MONTALBANUS SONUS”
con Oriana Paolocà, Fabrizio Giuliano e Tonino Migliaccio e la partecipazione straordinaria di Nino Seviroli.
I temi proposti in chiave umoristica sono svariati, tutti presi dalla storia del costume nazionale e territoriale con una buona porzione di momenti satirici riferiti alle vicende e ai protagonisti dell’attuale campagna elettorale.
Oriana Paolocà propone testi sulla “donna in cerca della propria identità”, sulla “donna al lavoro casalingo stressante e dissacrante”, e ancora sulla la figura di una “nobildonna del passato in amore e infedeltà, per cortesia e per legge di nobiltà”.
Fabrizio Giuliano avanza la protesta con la proposta della “Istituzione della Festa nazionale del disoccupato…”, del “marito tradito e sopportante”, di uno scatenato Commissarius Montalbanus di epoca romana, in riflessione satirica sulla società odierna.
Lo chansonier Tonino Migliaccio lega i diversi momenti con canzoni standard e brani all’insegna della satira. Costruzione scenica, direzione artistica e regia di Mario Gaziano.
Ingresso-Gratuito.

I dipendenti della Metronotte Sud s.r.l. Sammartino Luigi e Orlando Luigi, a seguito del cambio di appalto verificatosi relativamente al servizio di vigilanza presso il Palazzo di Giustizia di Agrigento, non erano stati assunti dalla ditta aggiudicataria KSM s.p.a. Dopo lunga e travagliata vicenda giudiziaria, a seguito di ricorso avanti la Corte d’Appello di Palermo, Sezione Lavoro, dell’Ufficio Legale della Filacams Cgil, rappresentato dall’avv. Salvatore Perruccio di Agrigento, i due dipendenti, che inizialmente quindi erano stati estromessi dal servizio, sono stati reintegrati alle dipendenze della ditta aggiudicataria KSM s.p.a., noto istituto di vigilanza, con decorrenza anno 2009 (data di aggiudicazione dell’appalto) e con consequenziale obbligo di pagamento delle retribuzioni arretrate. Sono state pubblicate oggi le motivazioni delle sentenze emesse lo scorso gennaio. Né dà notizia in una nota il segretario generale della Filacams Cgil di Agrigento, Franco Castronovo.