Home / 2012 / Aprile (Pagina 19)

Domani ad Agrigento presso la Casa Sanfilippo alla ore 9,30 si terrà un incontro sul tema “Nuove Disposizioni Fiscali e Tutela del Contribuente”. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Magistrati Tributari e dalla  Camera di Commercio di Agrigento  in collaborazione con gli Ordini professionali degli Avvocati e dei Commercialisti di Agrigento
Dopo i saluti del Presidente della C.C.I.A.A. dott. Vincenzo Messina, del V. Presidente Nazionale Dell’Associazione Magistrati Tributari Avv. Salvino Pillitteri, del Prof. Ignazio La Porta, dell’avv. Antonino  Gaziano, dell’avv. Antonio  Orlando, Consigliere  C.P.G.T. e del dott. Enrico Magro, v. Presidente di sezione,  della C.T.P. di Agrigento.  introdurrà i lavori il Presidente Regionale della Commissione Tributaria Dott. Umberto Puglisi.
Sono previste le relazioni del Gen.  Fabrizio Cuneo  Comandante Regionale della Guardia di Finanza, del Presidente del TAR Umbria Dott. Cesare Lamberti, del Prof. Angelo Cuva dell’Università di Palermo , della Prof. Santina Micali dell’Università di Messina e del Dott. Giamportone Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate.
Concluderà i Lavori il Prof Andrea Parlato Università di Palermo
I lavori saranno presieduti da Vittorio Aliquò, Presidente Regionale dell’Associazione Magistrati Tributari . Moderatore il Prof. Giovanni Barbera,  Consigliere Polo Universitario di Agrigento

“Il  Patto per il Territorio e’ la vera novita’ politica di questa tornata elettorale. In due anni, il movimento, ha ricevuto consensi ed ha praticato un proselitismo inaspettato, suffragato dalle adesioni spontanee di amministratori locali e provinciali e figure di spessore del mondo produttivo e delle associazioni. Oggi si presenta come una forza politica nuova con progettualita’dinamiche adeguate alle esigenze socio-economiche che il territorio richiede. Inoltre, il movimento di Gallo ha trovato una assonanza di idee ed intendi anche al di fuori della provincia agrigentina. Anche a Ragusa era nato  un uguale movimento creato dal sindaco della citta’, Nello Di Pasquale.Insieme i due movimenti hanno coinvolto sindaci ed amministratori del  palermitano  ed hanno suscitato anche l’interesse dell’imprenditore Zamparini che sta favorendo in varie regioni d’Italia la nascita del movimento della gente”. E’quanto si legge in una nota diramata dal Coordinamento cittadino de Il Patto per il Territorio, il movimento politico che fa capo a Riccardo Gallo in campo in queste amministrativa a sostegno della riconferma del sindaco uscente Zambuto.
“Il fallimento dei partiti – prosegue la nota –  ha lasciato un vuoto enorme che il Patto per il  Territorio vuole colmare, per recuperare il degrado economico-sociale e culturale  che si sta determinando. Sabato 28 aprile, si sancira’ una Confederazione tra i patti in una assemblea che si terra’ presso l’aula Rostagno del Comune di  Palermo . Riccardo Gallo e Piero Macedonio per Agrigento, Nello Di Pasquale per Ragusa, i  sindaci di alcuni comuni del palermitano e il dott. Zamparini col suo movimento  della gente, metteranno la prima pietra per iniziare un percorso politico  comune che, oltre ad annullare quel distacco che l’attuale e fallimentare mondo  politico ha determinato con la gente,vorra’ diventare protagonista ed apri  pista per una nuova metodologia di individuazione di quelle iniziative politico-economiche che potranno, in breve tempo, risollevare le sorti di un  territorio che meriterebbe piu’ rispetto ed una migliore qualita’ della vita”.

“Un lavoro per la legalità, la legalità per il lavoro”. È il tema dell’incontro promosso dall’Ipia “Enrico Fermi” di Agrigento nel corso del quale sarà presentato il cortometraggio “L’arma più efficace”, scritto e diretto da Raimondo Moncada e prodotto dall’Associazione Culturale “Emanuela Loi”. La manifestazione si terrà sabato 28 aprile 2012 alle ore 12 presso l’auditorium dell’Istituto Professionale “Enrico Fermi” di contrada Calcarelle. Interverranno il Questore di Agrigento Giuseppe Bisogno, il vice presidente di Confindustria Sicilia e presidente di Confindustria Agrigento Giuseppe Catanzaro, l’autore e regista Raimondo Moncada, lo scrittore e presidente dell’Associazione Culturale “Emanuela Loi” Fabio Fabiano. A introdurre l’incontro sarà il dirigente scolastico dell’Ipia “Fermi” Francesco Casalicchio, promotore dell’iniziativa. Coordinerà i lavori Lucia Alessi.
Nel corso dell’incontro, sarà anche proiettato il cortometraggio “L’arma vincente”, che vede protagonisti studenti e insegnanti dell’Ipia Enrico Fermi. Il film tratta, con umorismo, il tema della lotta contro la cultura mafiosa.
“Per l’Ipia Fermi – dichiara il dirigente scolastico Francesco Casalicchio –, la realizzazione del cortometraggio è stato un modo originale per fare educazione e promozione alla legalità. Un argomento serissimo è stato affrontato con la forza del sorriso. Il messaggio che si lancia è chiaro: la lotta contro ogni forma di violenza e di prevaricazione passa dall’istruzione, dalla cultura, che è anche cultura del lavoro, del saper fare e del saper cambiare. La scuola, come luogo di conoscenza e di presa di coscienza, si trasforma così nell’arma più efficace per imparare a vivere da cittadini liberi, nel rispetto delle regole e degli altri”.
Il cortometraggio “L’Arma più efficace” è una produzione dell’Associazione “Emanuela Loi” e dell’Ipia Enrico Fermi” di Agrigento. Sceneggiatura, regia e montaggio sono di Raimondo Moncada. Le riprese di Fabio Fabiano, IL coordinamento tecnico di Agostino Costolo.. Gli attori principali del cast sono: Roberto Nenna, Alfonso Tarallo, Maria Passarello, Lucia Alessi, Vincenzo Cicero, Salvatore Massimino, Pasquale Tabone, Luigi Bartolomeo, Michele Chiazza, Giovanni Tarallo.

Si svolgerà domani a Raffadali in piazza Rosario alle ore 20.00 un comizio elettorale a sostegno del candidato sindaco Giacomo di Benedetto. Al comizio parteciperanno il sindaco di  Porto Empedocle Lillo Firetto e l’ON. D’ Alia segretario Regionale del UDC .
Al comizio saranno presenti i candidati delle liste a sostegno del progetto del candiadato sindaco Di Benedetto.

“In qualità di assessore agli affari legali del Comune di Agrigento, sento il dovere di intervenire sull’annosa vicenda della Cooperativa Casa del Vigile, che ha visto il candidato sindaco Salvatore Pennica, anche nel comizio di ieri in via Manzoni, esercitarsi in populistiche trovate giuridico-amministrative in danno delle casse comunali, dall’evidente sapore esclusivamente elettorale. Di contro, quest’amministrazione, pur nel rispetto dovuto a chi con sofferenza ha legittimamente cercato la soluzione ai propri problemi, sottostando a 50 anni di propaganda elettorale, con serietà si è approcciata alla complessa vicenda, seguendo sempre il pubblico interesse quale limite supremo ed invalicabile dell’attività amministrativa”. E’quanto afferma in una nota l’assessore comunale di Agrigento, Piero Mirotta.
“La città – prosegue – ha il dovere di conoscere correttamente l’intera vicenda, che trae origine dal lontano 1959, ove con una deliberazione della Giunta Municipale dell’epoca, veniva disposta la vendita – condizionata all’approvazione del Consiglio Comunale – ad un prezzo simbolico, di un terreno comunale edificabile alla Cooperativa Casa del Vigile a valle della via Manzoni, perché questa vi edificasse un fabbricato da destinare ad edilizia agevolata per i Vigili Urbani.  Sennonché con deliberazione consiliare del’63, la ratifica al deliberato della Giunta Municipale veniva negata e, la proprietà dell’area con effetto ex tunc, ovvero sin dall’origine, ritornava al Comune di Agrigento che con sentenza 1175/2002 del 19.12.2002 vedeva riconosciute le proprie ragioni in diritto, aggravate, nel contempo, dall’ultimazione dei lavori di costruzione dell’edificio senza alcun valido titolo di proprietà.
E, sulla scorta di tali inoppugnabili valutazioni giuridiche, il Tribunale di Agrigento dichiarava, in sostanza, la costruzione denominata Casa del Vigile, di proprietà del Comune di Agrigento, accedendo al fondo dell’Ente a titolo originario per accessione di cose mobili ad immobile e, soprattutto, compensate tra di loro le voci del costo dei materiali e manodopera impiegati per la costruzione dell’edificio, con il risarcimento dei danni dovuto al Comune, condannava la Cooperativa al pagamento della somma di €. 4.000.000,00 oltre interessi pro die ed oltre la somma    €. 680,00 per ogni giorno di mancato rilascio dell’immobile.  
L’esecutività di detta sentenza risulta però allo stato sospesa, in attesa della decisione della Corte d’Appello di Palermo, che attraverso la nomina di un nuovo consulente ha inteso riquantificare l’importo dovuto al Comune di Agrigento da parte della Cooperativa Casa del Vigile”.
“Nonostante ciò e sulla scorta dei fatti sin qui narrati, di concerto col sindaco Zambuto – conclude – abbiamo sempre rassicurato le 56 famiglie, sul buon esito di un’auspicata soluzione transattiva, una volta determinato l’esatto ammontare dell’indennizzo dovuto da parte della Corte d’Appello di Palermo, così da porre fine ad ogni questione giuridica e restituire la serenità dovuta a queste famiglie che a pieno titolo fanno parte della nostra comunità”.

Il FORUM per lo Sviluppo del Distretto Turistico Valle dei Templi, nella sua prima fase, ha traguardato successi inattesi avendo raccolto 65 Manifestazioni di interesse a partecipare alla costruzione democratica e dal basso del percorso di rielaborazione del Piano di Sviluppo Turistico.
La straordinaria partecipazione di giovani, dalle variegate esperienze di studi, ci fa comprendere che il percorso avviato risulta gradito oltre che stimolante. Oltre che dai territori dei comuni aderenti al Distretto Turistico Valle dei Templi ci sono pervenute richieste di partecipazione di giovani che operano a Siracusa, Palermo, Torino, Milano, Firenze ecc.
Sabato 21 aprile 2012, così come previsto, sarà avviata la 2^ fase, guidata dal coordinatore progettuale Avv. Enzo Camilleri e riservata esclusivamente a tutti coloro che hanno inviato la manifestazione di interessi, che mira a condividere con tutti i partecipanti le linee guida del Piano di Sviluppo oggetto del Bando oltre che argomentare sulle diverse proposte pervenute nelle schede di adesione.

In quella sede verrà tracciato il percorso per la seconda fase con l’assegnazione di una nuova tempistica al termine della quale saranno riconsegnati al Distretto, da parte dei partecipanti, i nuovi elaborati che approfondiranno i temi oggetto delle ipotesi progettuale e che saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione.
Ci piace sottolineare come il percorso da noi scelto di rendere democraticamente partecipata la costruzione del Piano di Sviluppo, al momento, risulta essere unico tra i 26 Distretti Turistici Regionali candidati al riconoscimento da parte della Regione e ciò rende il nostro progetto un esempio virtuoso che certamente sarà emulato.
Pertanto sabato 21 aprile 2012 alle ore 9,30 presso il Palacongressi di Agrigento ubicato in Viale L. Sciascia al Villaggio Mosè i Giovani si incontreranno per confrontarsi e discutere sui temi oggetto del Bando.

“Finalmente abbiamo raggiunto, dopo cinque anni di intenso impegno, l’obiettivo di far ritornare ai comuni la gestione del servizio rifiuti.” A dichiararlo è il sindaco di Agrigento Marco Zambuto a margine della decisione, assunta questa mattina dall’assemblea dei sindaci facenti parte della società d’ambito GE.S.A. AG 2, di stipulare singoli contratti di servizio con le imprese che debbono svolgere il servizio. “Ciò – commenta Zambuto –  rappresenta un primo decisivo passo per attribuire alle amministrazioni locali, in questo campo, quel ruolo primario che compete loro e da cui erano stati espropriati.
Per arrivare a questo risultato abbiamo percorso tante strade, riuscendo ad ottenere un primo via libera dalle competenti autorità regionali prima di giungere finalmente oggi a far deliberare questa possibilità. E così riacquista valore il decisivo ruolo centrale del Comune nello svolgimento del servizio di igiene ambientale: torna ad essere il Sindaco, l’autorità sanitaria direttamente eletta dalla popolazione, ad avere la responsabilità della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in grado di poter direttamente controllare i singoli processi e le varie procedure – conclude il primo cittadino di Agrigento-.”

“Solo oggi leggiamo l’intervista del dott. Ignazio De Francisci, procuratore  aggiunto di Palermo, sul “Giornale di Sicilia” del 18 aprile 2012 dal titolo  “Mafia e politica, confini sfumati”. L’analisi del procuratore aggiunto si spinge fino al punto di affermare con  chiarezza che: “La mafia ha bisogno della politica per fare affari. Il politico  utilizza la mafia come agenzia di servizi di varia natura: recupero crediti,  voti… Le famiglie mafiose hanno certamente i loro uomini nei consigli
comunali:  servono come cavalli di troia e non si può dire che siano sconosciuti”.  Lo afferma in una nota il Presidente del Movimento “Il Gabbiano – Progetto per Agrigento” “V o l e n t e r o s i e d u m i l i p e r A g r i g e n t o”, Giovanni Barbera.
“ Di fronte ad un’analisi lucida, professionale, spietata e concreta, noi dell’associazione “Il Gabbiano – Progetto per Agrigento” – prosegue – non possiamo far altro che  complimentarci con il dott. Ignazio De Francisci (che, per la verità, abbiamo già avuto modo di apprezzare per le doti umane ed il lavoro svolto presso la Procura di Agrigento) e chiedere alle istituzioni tutte di continuare a  rafforzare, sempre più, l’impegno contro lo spregevole “fenomeno” mafioso  presente nella nostra provincia. Ci rasserena, inoltre, il fatto che il dott. De Francisci abbia voluto esternare anche al Sindaco di Agrigento gli apprezzamenti per essere “dotato di  criteri etici e politici estremamente solidi”, ciò rafforza il valore della  nostra scelta (come movimento) di accompagnare Marco Zambuto a riproporsi e riconfermarsi nuovamente Sindaco della Città di Agrigento”.

Campagna elettorale fitta di incontri per la candidata sindaco Mariella Lo  Bello. Ieri pomeriggio è stata presente all’inaugurazione del comitato elettorale della candidata del Partito Democratico Ausilia Eccelso. “Un’occasione – ha detto Lo Bello – per incontrare gli abitanti della popolosa frazione del Villaggio Peruzzo e affrontare con loro i diversi problemi che affliggono i suoi residenti. Manutenzione del verde, gestione delle strutture comunali e maggiori collegamenti tra i temi affrontati. Qui – ha continuato – esistono tre impianti sportivi, ma i bambini sono costretti a giocare per strada, dato che si tratta di strutture a pagamento. Penso che si possa provvedere a creare una specifica fascia oraria che possa consentire ai più piccoli di utilizzare gratuitamente il campo di calcio, un’iniziativa che non comporterebbe aggravi economici di alcun tipo per le casse comunali”.
Parlando invece delle condizioni in cui versa la scuola media del quartiere, Mariella Lo Bello ha annunciato la necessità di una complessiva revisione della gestione dell’utilizzo delle strutture pubbliche.
Successivamente la candidata sindaco è stata ospite della trasmissione radiofonica “Carta Vetrata”, condotta da Marilisa Della Monica e Carmelo Petrone su Radio Concordia. Tante le domande rivolte dai due giornalisti a Mariella Lo Bello su numerosi temi, dal centro storico alla situazione dei precari, dal bilancio comunale ai servizi da offrire alle fasce più deboli.
Sul centro storico poi Mariella Lo Bello ha ribadito la necessità di una ricognizione delle abitazioni e del sottosuolo al fine di valutare quali interventi vadano realizzati.
“Credo che se da un lato sia necessario recuperare parte del nostro patrimonio storico perché torni ad essere fruibile e possa rappresentare una risorsa economica e turistica, dall’altro bisogna pensare ad un diradamento delle strutture ormai irrecuperabili per ottenere spazi di aggregazione”, ha concluso Mariella Lo bello.
La puntata è già visibile sul sito www.livestream.com/lamicoweb oppure in replica su Radio Concordia sabato 21 aprile alle 09.00.

Domenica 22 aprile alle ore 9,30 il Comitato San Leone organizza l’incontro “Un caffè con i candidati…tutti”. L’appuntamento, promosso dal “Comitato San Leone”, presieduto da Fabrizio La Gaipa , è al Bar La Vela.
Si tratta – si legge in una nota – di un incontro, volutamente informale, per dare l’opportunità ai cittadini di conoscere meglio i candidati alle poltrone di consigliere comunale e di sindaco.
Niente domande uguali per tutti, niente cronometri, niente impedimenti a parlare se non quelli della civiltà e del rispetto che sono sempre dovuti in ogni circostanza.
Inoltre – prosegue la nota – sarà l’occasione per discutere di San Leone e delle sue prospettive.
“Domenica mattina a San Leone ci sarà davvero molta gente. Credo che questo potrebbe rivelarsi uno degli appuntamenti più interessanti della campagna elettorale – dice Fabrizio La Gaipa, promotore del Comitato -. Tutti conoscono i candidati sindaco, ma non la maggioranza degli aspiranti consiglieri. Ritengo che un grande incontro potrebbe contribuire ad un voto più consapevole”.
A margine dell’incontro nel rispetto del motto del Comitato “la vera protesta è la proposta” ai candidati sindaco verrà sottoposto un documento contenente degli interventi urgenti e possibili da mettere in campo in caso di elezione. Il documento verrà successivamente pubblicato rendendo noto agli elettori quali candidati lo hanno sottoscritto e quali no.
La speranza è che non manchi proprio nessuno dei candidati, a dimostrazione che questi ultimi hanno un sincero desiderio di confrontarsi con la gente e che ad Agrigento è possibile portare avanti una politica matura fatta di dialogo e di proposte.