Home / Politica  / Luparello replica al Filo di Nota di Castaldo .Doveroso un ampio chiarimento

Luparello replica al Filo di Nota di Castaldo .Doveroso un ampio chiarimento


In merito al Filo di Nota pubblicato da Lelio Castaldo nei giorni scorsi interviene il dott. Piero Luparello con una nota attraverso la quale cerca di fare chiarezza su alcune critiche mosse dal giornalista all’operato di Marco Zambuto.Luparello si sofferma sui due aspetti presi in considerazione nel Filo di Nota  che riguardano la problematica della balneabilità del mare di San Leone e sulle precarie condizioni delle strade agrigentine.Per quanto riguarda il mare di San Leone Luparello precisa: “Voglio ricordare che il grave problema che indigna i cittadini agrigentini da oltre trenta anni è venuto a soluzione con l’amministrazione Zambuto grazie ad una serie di provvedimenti intrapresi che mai nessuno prima d’ora aveva considerato. Stiamo parlando del piano della depurazione degli scarichi delle acque nere che il sindaco ha presentato al ministero dello Sviluppo Economico nel marzo scorso; piano che è stato finanziato regolarmente e che prevede un nuovo impianto da costruire al Villaggio Mosè e una nuova condotta per trasferire i reflui dalla fascia costiera al depuratore di Sant’Anna.
Si sono persi tanti anni, attorno alla realizzazione del depuratore del  Villaggio Peruzzo che hanno bloccato il tutto, causando danni comunque a tutta la comunità agrigentina. Assicuro che in caso di rielezione l’amministrazione Zambuto attenzionerà e spingerà per la realizzazione di tutti gli impianti di depurazione così come ha seguito ed ha spinto la conclusione positiva burocratica della vicenda”.Chiuso l’argomento depurazione Luparello si sofferma sullo stato delle strade agrigentine. Dichiara. “Castaldo ha ragione quando evidenzia il pessimo stato delle nostre strade ma faccio presente che l’ultimo intervento di un certo rilievo che ha interessato il manto stradale cittadino è stato effettuato nel lontano 1993 in occasione della visita ad Agrigento di Giovanni Paolo II. Non posso non sottolineare che le concessioni di fondi straordinari per i Comuni di Palermo e Catania generosamente concessi  dal Governo nazionale e che non  sono stati riconosciuti anche per Agrigento, nonostante il sindaco Zambuto avesse più volte sollecitato tali interventi, avrebbe messo nelle condizioni l’ amministrazione uscenti di interessarsi anche agli interventi in cui si prevde un congruo “impegno di spesa” che in assenza fondi non può essere neanche programmata: e così è , purtroppo,  e mi dispiace sottolinearlo, anche per la totale assenza della deputazione nazionale e regionale di un certo rilievo che annovera tra le proprie fila anche un ministro della Repubblica Italiana.  Le strade saranno sistemate grazie all’utilizzo dei sei milioni di euro che originariamente erano stati stanziati dal Cipe per il raddoppio della via Empedocle. Per quanto riguarda le strade a cui faceva riferimento Castaldo e cioè quelle della cosiddetta zona residenziale del Villaggio Mosè, posso assicurare che lo stesso giornalista,così come tutti gli agrigentini che oggi li usano, presto scenderanno  dai trattori (uso le sue stesse parole) per sedersi comodamente sui mezzi gommati. Ciò vuol dire che molte delle strade cittadine verranno attenzionate con l’utilizzo delle somme di cui abbiamo parlato sopra”.

15 COMMENTI
  • Avatar
    roberto 30 Aprile 2012

    Voglio ricordare che il grave problema che indigna i cittadini agrigentini da oltre trenta anni è venuto a soluzione con l’amministrazione Zambuto grazie ad una serie di provvedimenti intrapresi che mai nessuno prima d’ora aveva considerato. Stiamo parlando del piano della depurazione degli scarichi delle acque nere che il sindaco ha presentato al ministero dello Sviluppo Economico nel marzo scorso; piano che è stato finanziato regolarmente e che prevede un nuovo impianto da costruire al Villaggio Mosè e una nuova condotta per trasferire i reflui dalla fascia costiera al depuratore di Sant’Anna.
    Gentile direttore ,ma il dott.LUPARELLO DOVE VIVE , quanti secoli,non anni dovranno passare egreg.dott.Luparello ? Noi certamente non saremo qui ,ma lassu’ .

  • Avatar
    politica pulita 30 Aprile 2012

    LEI LUPARELLO QUANTE VOLTE HA CAMBIATO PARTITI ? LEI E’ FURBACCHIONE ….UNA VOLTA CONTRO ZAMBUTO , POI CON IL PD , POI CON ADRAGNA , POI CON TANTI ALTRI ED INFINE NUOVAMENTE CON ZAMBUTO …LEI HA FALLITO TUTTO INSIEME A ZAMBUTO CHE L’HA PRESCELTO COME UN INUTILE PERSONAGGIO AMBIGUO POLITICAMENTE. INCASSI,INCASSI.

  • Avatar
    Jerusalem 30 Aprile 2012

    Ma che nota di risposta è mai questa? Castaldo ha fatto il suo dovere a denunciare le cose che non vanno ad Agrigento. Zambuto dal canto suo, ha avuto 5 anni di tempo per sistemare le storture della città Si è sempre trincerato dietro la pesante situazione ecnonomica del comune che ha amministrato. E’ pur vero che la deputazione agrigetina è stata inefficiente, ma non si possono sottacere le gravi indampienze della amministrazione che ha fatto incancrenie i problemi di Agrigento.

  • Avatar
    Nenè Tirabusciò 30 Aprile 2012

    Luparello, ancora una volta hai toppato: risposta scontata, demagogica e inutile.
    Ce la potevi risparmiare.

  • Avatar
    pino 30 Aprile 2012

    Aria fritta

  • Avatar
    Umberto 30 Aprile 2012

    Duttù , mi giura che con la sconfitta di Zambuto torna x i prossimi 30 anni a fare il dottore ??? Lo giuri, grazie !!!!!

  • Avatar
    marco 30 Aprile 2012

    Dott. Luparello continui a scrivere, così farà perdere qualche altro voto a Zambuto.

  • Avatar
    Arnau 30 Aprile 2012

    Duttú ma cu c’iá porta ?????

  • Avatar
    Valentina 30 Aprile 2012

    Luparello ha perso un’ottima occasione per tacere. Anzichè scrivere al Direttore porgendo le scuse per ciò che in 5 lunghissimi anni il nostro sindaco non ha fatto, rilancia avendo il coraggio di scrivere “problema risolto”, “faremo” “diremo”….BASTAAAAAAAAAA non se ne può più!!! questo sindaco sembra il Comandante Schettino del Comune: alla guida della nave, pensa ad altro, salvo poi cercare capri espiatori cui delegare le proprie responsabilità!!!!! se avesse avuto un minimo di dignità si sarebbe dimesso, non si sarebbe più ricandidato!!! L’ho votato nel 2007 perchè promise di cambiare la città. Lo ha fatto, ma in peggio, molto peggio. E’ stato supino alle lobby, sulle fognature ho visto un video con le sue dichiarazioni…scioccante, deprimente. E a parlare era lui, Zambuto, non altri!!!! Luparello, bravo e stimato medico, lasci perdere la politica, torni a curare i malati. Curare una città è cosa ben diversa! Vinca chi vinca, tutti tranne Zambuto! Altri 5 anni così e saremo tutti costretti ad emigrare!!!!

  • Avatar
    fofo 30 Aprile 2012

    questi che commentano sono tutti lecchini dei vari alfano e cimino…il popolo agrigentino ha già scelto il nuovo sindaco.

    • Avatar
      Mario 2 Maggio 2012

      E tu sei uno di quelli che non vogliono fare risollevare questa città ??? Non voglio ritrovarmi arnone in giunta….Voto carta !!!

  • Avatar
    roberto 1 Maggio 2012

    Stiamo parlando del piano della depurazione degli scarichi delle acque nere che il sindaco ha presentato al ministero dello Sviluppo Economico nel marzo scorso; piano che è stato finanziato regolarmente e che prevede un nuovo impianto da costruire al Villaggio Mosè e una nuova condotta per trasferire i reflui dalla fascia costiera al depuratore di Sant’Anna.
    ILLUSTRE DOTT. LUPARELLO ,Lei parla di un progetto per la depurazione gia finanziato ,ed allora perche’ nell’intervista fatta al SINDACO ZAMBUTO questi non fa nessun riferimento a quanto lei dice?
    E come mai ottenuto il finanziamento, pari ad EURO VENTISEIMILIONI ,il rifacimento della rete idrica da parte del presidente della regione i lavori non sono iniziati? LE SAREI GRATO SE POTESSE RISPONDERE A QUESTI QUESITI .

  • Avatar
    PDdasempre 1 Maggio 2012

    Ma chi e’ questo Luparello ? Chi stiamo ad ascoltare o leggere ? Un’opportunista che si riunisce con chi l’ha buttato fuori ? Ma cosa difende Luparello ? Ma torni al suo lavoro….

  • Avatar
    vincenzo schifano 2 Maggio 2012

    Ma il mittente della nota è lo stesso Luparello che, sdegnato dall’Amministrazione Zambuto ne è uscito sbattendo la porta, o un’altra persona? Cosa non si fa per un “posto al sole”. Si rinnega il proprio recente passato e ci si ripropone con gli stessi soggetti dai quali poco tempo prima si era preso le distanze. Quale credibilità possono avere certi soggetti???? Come pensano di poter prendere ancora in giro i Cittadini di Agrigento??? Il degrado è sotto gli occhi di tutti. Zambuto, Luparello & C meritano di rimanere al palo. Anzi, se Zambuto avesse avuto dignità politica non avrebbe dovuto ricandidarsi. Avrebbe dovuto prendere esempio dal vituperato ex Sindaco Piazza che, pur Sindaco uscente, ha pagato lo scotto della sua inefficienza è non è stato ricandidato. Purtoppo ad Agrigento, e non solo, la fanno da “Padroni” i professionisti della politica nella quale sfera orbita Zambuto e da oggi anche il Dott. Luparello. Prosit.

  • Avatar
    Tano 2 Maggio 2012

    Tranquilli!
    Dopo i due mesi (gennaio e febbraio 2012) di vicesindaco di Fofò Montana abbiamo avuto i due mesi (marzo e aprile 2012) di vicesindaco della preside Pilato, poi arriveranno due soli mesi (giugno e luglio) del vicesindaco dott. Luparello (se per miracolo Zambuto riesce a ritornare sindaco).
    Poi ho come un presentimento: il resto dell’estate se la fa Arnone, come vicesindaco, sino alle prossime regionali e nazionali quando “i due” si candideranno alle regionali (l’Arnone) ed alle nazionali il Zambuto. E la città vivrà felice e contenta di ritornare a nuove elezioni. Se vogliamo tutto questo ………

POSTA UN COMMENTO