Home / Agrigento  / Mobilità urbana elettrica, Agrigento aderisce a progetto
   

Mobilità urbana elettrica, Agrigento aderisce a progetto

 

La Giunta comunale di Agrigento ha deliberato la disponibilità del Comune ad aderire alla proposta progettuale denominata “Ermes – Esperienze di ricerca su mobilità elettrica sostenibile”. Si tratta di un progetto promosso dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo per promuovere nuovi scenari di logistica e mobilità con largo impiego di mezzi elettrici. L’iniziativa ha origine dal Ministero dell’Industria, dell’Università e della Ricerca che ha pubblicato un bando di partecipazione per idee progettuali sul tema della mobilità elettrica ed ecosostenibile nei territori urbani, a cui l’Università di Palermo ha partecipato con un proprio progetto che include anche il territorio di Agrigento.
Il Comune, chiamato ad aderire al progetto, ha ritenuto opportuno partecipare manifestando formalmente la propria disponibilità, prendendo atto, con deliberazione della Giunta n. 48 del 24 aprile 2012, della proposta progettuale presentata dall’Università di Palermo in partenariato con il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Italtel spa, la società Campione Industries e la società Maggiora, per un budget finanziario complessivo di 25 milioni di euro da attingere ai fondi del Programma Operativo. Si tratta di un progetto innovativo, in grado di rendere efficiente e sostenibile la mobilità di persone e beni su scala urbana ed interurbana, con impiego di mezzi a trazione elettrica per abbattere l’impatto ambientale. Il settore della logistica e dei trasporti in ambito urbano ed extraurbano verrà infatti rivoluzionato con l’introduzione di mezzi di trasporto elettrici, nuove reti viarie e risorse energetiche alternative in grado di massimizzare l’efficienza per gli utenti e minimizzare l’impatto ambientale in termini di consumi energetici ed emissioni inquinanti.

2 COMMENTI
  • Avatar
    Platone 27 Aprile 2012

    Basterebbe una scala mobile ed ascensori da Via Manzoni, Via Dante e Via Callicratide verso la stazione centrale per migliorare la situazione in città. I mezzi pubblici elettrici consumerebbero troppa energia per fare il giro della città in mezzo al traffico. Bisogna abbattere il numero di veicoli in giro, non metterne degli altri seppur “puliti”.
    Come a Perugia, con un sistema ben articolato e a pagamento (molto meno di quello che spendiamo con parcheggi e mezzi pubblici), sono riusciti a far stare fuori il traffico dal centro abitato. Ridurremmo di parecchio l’uso delle auto, la ricerca spasmodica del parcheggio sarà un lontano ricordo, non dovremo andare nei centri commerciali come le pecore e vivremo in una città più moderna.
    Vivo nel mondo delle idee, qui vince il progetto che fa guadagnare di più, non quello di cui realmente avremmo bisogno!

  • Avatar
    PeppeAG 27 Aprile 2012

    se ad Ag ci saranno le scale mobili …. così come previsto nei progetti di Zambuto … ed insieme i mezzi elettrici, SAREBBE DAVVERO IL MASSIMO!

POSTA UN COMMENTO