Home / Agrigento  / Sorteggio, Di Rosa (Pdl): dubbio legittimo condiviso da tanti cittadini
   

Sorteggio, Di Rosa (Pdl): dubbio legittimo condiviso da tanti cittadini

 

Nuovo botta e risposta in riferimento alle presunte anomale legate alle operazioni che hanno caratterizzato il sorteggio degli scrutatori per le prossime elezioni comunali ad Agrigento. A prendere nuovamente posizione è il consigliere comunale del Pdl, Giuseppe Di Rosa che aveva sollevato il casso. Ecco il testo del suo intervento:
 Dice Oscar Wilde: “ mi assumo la responsabilità di ciò che dico, non me ne assumo per come tu le capisci”. Premesso questo, sapevo che la mia nota avrebbe sortito qualche reazione, lo avevo tenuto in conto. Escludevo però che da parte di gente che conosco e valuto qualificata e intelligente, essa si sarebbe espressa in termini che in se snaturano in toto il contenuto della mia nota al punto di attribuirle carattere accusatorio inesistente per il quale, è ovvio, non accolgo alcuna imputazione di colpa. Meno ancora accolgo l’invito mossomi a porgere le mie scuse alla cittadinanza giacché non valuto ragione alcuna per doverlo fare.
Ribadisco ancora una volta per l’ultima volta: Non ho accusato chicchessia (senza prove certe sarebbe stato poco intelligente ed autolesionista ) ma espresso un mio dubbio peraltro ampiamente lamentato anche da molti concittadini, ( non ultimi quelli lasciati fuori la porta dell’ufficio elettorale il pomeriggio della lettura dei nomi) , sulla trasparenza del sorteggio che ha visto estratti componenti facenti parte di un solo nucleo familiare e domicilio.  E’ legittimo?
Si vogliano forse imbrigliare persino i pensieri e il diritto di esprimerli ? .
Per quanto riguarda invece l’accusa davvero sgradevole di avere voluto strumentalizzare un qualcosa a cui l’elettorato sembra essere particolarmente sensibile (la illegalità o presunta tale) al solo scopo di farmi propaganda elettorale, mi preme sottoscrivere che sono questi mezzucci di cui non mi servo avendo in alta considerazione il rispetto della mia dignità di uomo, di politico e la fiducia nei miei concittadini ai quali ho dato e continuerò a dare il meglio nel mio ruolo istituzionale in termini di azioni intese a difenderne il diritto. Altro non credo valga la pena aggiungere.

7 COMMENTI
  • Avatar
    Barone del Grillo 26 Aprile 2012

    Caro Sig DI ROSA mi sa tanto di troppa filosofia.

  • Avatar
    agrigentino 26 Aprile 2012

    Questa volta il Di Rosa poteva risparmiare di dare fiato alle trombe e restare zitto!!!
    Complimenti invece all’ Assessore Bruno per la precisa e puntuale replica:
    https://www.sicilia24h.it/sorteggio-bruno-garantita-massima-trasparenza_107189/

  • Avatar
    Sfamato 26 Aprile 2012

    Appunto! Non aggiungere altro! L’ipocrisia regna sovrana! A casa!

  • Avatar
    Franco 27 Aprile 2012

    Vergogna. Non siamo i suoi utili idioti signor di rosa. Le sue volgarità fanno più danno di dieci anni di cattiva amministrazione. Dopo avere letto l’altro articolo mi chiedo e vorrei rispondesse perché nn ha parlato sul momento. Mi auguro che tutto questo le tolga 30 voti. La metà dei suoi.

  • Avatar
    Francesco 27 Aprile 2012

    Ma poi dico io. O si denuncia sul momento oppure nn sofà demagogia. Così é troppa miseria. Cosa dicono Vella Civiltà e Sollano?

    • Avatar
      Roberto Vella 27 Aprile 2012

      Caro Francesco raccolgo con piacere il suo invito per ribadire che l’intera procedura e’ stata posta in essere a totale garanzia della trasparenza dovuta all’intera cittadinanza.
      L’ampia presenza degli intervenuti che hanno partecipato alle operazioni di sorteggio e redazione dei verbali, la presenza del tecnico della ditta incaricata nonché la totale assenza di contestazioni mosse in loco sono elementi che depongono in favore di una totale trasparenza dell’intera procedura.
      Mi sono prodigato per oltre tre ore a fornire tutti i chiarimenti che mi sono stati richiesti e devo rendere atto che un gran segnale di maturità e’ stato dato da tutte le personalità intervenute.
      Ritengo che i dubbi mossi siano infondati e sono pronto a dare atto di quanto fatto.
      Il consigliere Di Rosa ha partecipato a tutte le operazioni senza nulla eccepire.
      Invito qualunque cittadino che ritenga dubbia la procedura di sorteggio ad investire le autorità preposte ad effettuare gli accertamenti del caso.
      Certo di averle dato opportuna risposta resto a disposizione per ogni ulteriore ed approfondito chiarimento che mi vorrà richiedere.
      Fiero della mia integrità morale le porgo cordiali saluti.
      Avv. Roberto Vella

  • Avatar
    Veronica 27 Aprile 2012

    Sconoscevo la cultura del candidato Di Rosa, e me ne compiaccio. Addirittura scomoda Oscar Wilde.
    Io direi che dovrebbe assumersi le responsabilità di ciò che non ha mai fatto per la città di Agrigento, provo qualcuno a smentirmi, e dovrebbe convincere tutti noi che la sua candidatura non e’ solo un fatto di poltrona, dato che ha cambiato innumerevoli partiti. Anche lui ( o meglio chi gli ha scritto l’articolo) pensa di fare demagogia pensando di portare in evidenza delle banalita’ che non hanno alcun fondamento, tralasciando come al solito i veri problemi che attanagliano questa città.
    Mi auguro, che gli elettori agrigentini questa volta sappiano scegliere il meglio.
    E poi quali responsabilità dovrebbe assumersi, dato che nella sua brillante carriera politica non se n’e’ mai assunta una?
    Caro Di Rosa, il dubbio è una condizione mentale, per la quale si cessa di credere a una certezza, e si mette in discussione una verità o un enunciato(si faccia spiegare cosa vuol dire). Ma lei ha mai avuto certezze? Come sempre perde la grande occasione, o chi per lei, di non aprir bocca, in questo caso di togliere il cappuccio alla penna.

POSTA UN COMMENTO