Home / Agrigento  / “Timpa dei Palombi”: Vitellaro assolto anche in Appello
   

“Timpa dei Palombi”: Vitellaro assolto anche in Appello

 

La sezione prima della Corte d’Appello di Palermo (presidente Gianfranco Garofalo, consiglieri Adriana Piras e Antonina Pappalardo) ha assolto l’ing. Francesco Vitellaro dall’accusa di abuso di ufficio. In  pratica la Corte ha confermato la sentenza di primo grado emessa il 21 luglio 2010. Il processo è quello meglio noto come “Timpa dei palombi”  relativo a presunte lottizzazioni abusive che aveva in origine quarantaquattro imputati che sono stati tutti assolti (tra assoluzioni e prescrizione). Solo l’ing. Vitellaro aveva rinunciato alla prescrizione lasciandosi processare perché convinto della propria innocenza. E i risultati si sono visti: assolto nel merito e senza beneficiare della prescrizione. Nel processo odierno, va detto che la Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura di Agrigento, rappresentata da Lucia Brescia, mentre ha assolto nel merito il professionista dato che Legambiente, assistita dall’avv. Giuseppe Arnone, che aveva denunciato il caso, si è costituita parte civile ed ha presentato ricorso avverso l’assoluzione di Vitellaro. Per questa ragione la Corte d’Appello ha disposto  la condanna della parte civile al pagamento delle spese processuali che vanno aggiunte a quelle già indicate nella sentenza di primo grado. Un ulteriore aggravio di 2000 euro più Iva e Cpa – si legge nel dispositivo – anche per le ulteriori spese affrontate da Vitellaro. Adesso si apre un nuovo contezioso, questa volta in sede civile con la richiesta di risarcimento del danno già preannunciata dal professionista che oggi è stato rappresentato in udienza dall’avv. Mauro Mellini (l’altro difensore è l’avv. Antonino Gaziano). (da grandangoloagrigento.it)

20 COMMENTI
  • Avatar
    Contento! 24 Aprile 2012

    Ennesima “timbulata” al Nostro Avvocato…Sarba, Abbucà, sarba!

  • Avatar
    Il Puparo 24 Aprile 2012

    E questa notizia come mai non la va a sbandierare in televisione il caro Arnone?

  • Avatar
    MANLIO OTTAVIANO 24 Aprile 2012

    …per qualcuno è l’inizio …della fine!
    -13 all’alba…ed una sporca notte!

  • Avatar
    AKRAGAS X SEMPRE 24 Aprile 2012

    un uomo vero a rinunciato alla perscrizione bravo ing vitellaro l’onesta viena a galla

  • Avatar
    giovanni 25 Aprile 2012

    Complimenti all’ingegnere Vitellaro, anche lui vittima di una logica perversa, repressiva e distruttiva. Penso che Agrigento abbia speranza, a partire dal 8 maggio, la citta’ finalmente si liberera’, istituzionalmente, da un soggetto che con le sue continue querele, minacce di querele, ricorsi e controricorsi, ha bloccato la vita politica e istituzionale di Agrigento. Riportiamo la dialettica politica a livelli civili e normali. Gli agrigentini meritiamo risposte concrete e positive.

    • Avatar
      Jurij Antonio 25 Aprile 2012

      Finalmente giustizia è stata fatta…anzi aspettiamo con tanta trepidazione che il signor Francesco Vitellaro vadi a teleacras con un lauto assegno firmato giuseppe Arnone…grazie…

  • Avatar
    FRANCO ZANINI 25 Aprile 2012

    Egregio avvocato Arnone,la preghiamo con tutto il cuore,non si occupi piu’ di quesa nostra martoriata città.La finisca ,per favore, di perseguitare la gente per bene e di attuare lunghi silenzi omissivi per i suoi sodali.Le offriamo,anche se carissimo,un viaggio sulla Luna con la speranza che se ne innamori.Penso con commozione e rabbia alla vicenda dell’Ing Catalano ,alla persecuzione nei confronti del consigliere Picarella insultato anche quando il compianto rappresentante della nostra comunità presentava evidentissimi segni di quella malattia che poi lo porto’ alla morte.Quanto cinismo vidi nei suoi occhi il giorno in cui per la rabbia della sua impietosa persecuzione si feri’ .Basta per favore!Ora quest’ultima vicenda legata all’Ing Vitellaro speriamo sia l’ultim suo exploit.

  • Avatar
    birtinu 25 Aprile 2012

    Strano paese l’Italia, stranissima città Agrigento, è una cosa positiva, oserei dire un sollievo, l’apprendere che un uomo, un funzionario comunale sia stato assolto dalle accuse che gli venivano mosse. Gli va dato merito per avere difeso il suo onore rifiutando la prescrizione, ma da qua ad Esultare perchè un Delitto, perchè di questo si parla, di un delitto contro la città, l’ambiente e gli agrigentini presenti e futuri (delle ville fatte passare per magazzini dove si dovevano trasformare prodotti agricoli), è rimasto impunito, come traspare dagli interventi che ho letto in precedenza c’è da rimanere con l’amaro in bocca. La giustizia anche questa volta non riesce a perseguire i colpevoli dell’imbroglio guardacaso sempre portatori di interessi miliardari, mentre colpisce inesorabilmente chi magari ha rubato una gallina per bisogno o chi per sbaglio non emette uno scontrino fiscale. Esultate pure cari concittadini, io oggi seppur contento per l’assoluzione di un innocente sono amareggiato nell’apprendere che ancora una volta un episodio di malaffare avvenuto nella mia città ai danni del territorio è rimasto impunito.

    • Avatar
      francesco 25 Aprile 2012

      …basterebbe rilasciare le concessione edilizie per fabbricati ad uso agricolo a chi è realmente agricoltore o bracciante agricolo o imprenditore agricolo iscritto nelle apposite categorie.

      • Avatar
        amore per il vero 25 Aprile 2012

        giusto e non che qualcuno qualche consigliere che si vanta milionario che ha tutto intestato alla moglie per evitare risarcimenti faccia arricchire ulteriormente un imprenditore che ha a capo una televisione perchè lo fa comparire ogni santo giorno….visto che siamo in tema di concessioni edilizie per i terreni agricoli

      • Avatar
        antonio 25 Aprile 2012

        Qualora ciò fosse possibile per legge

  • Avatar
    Umberto 25 Aprile 2012

    Gradirei che l avv Zambuto dichiarasse che nella sua ipotetica nuova giunta non ci sarà l avv Arnone o chi per lui !!!!!!!
    Lo aspetto prima del primo turno altrimenti voto Pennica

  • Avatar
    gerlando m 25 Aprile 2012

    ERRRATA CORRIGE;NON GLI CONVIENE, O SE LO FA LA VICENDA LA GIRA A MODO SUO.
    MI COMPLIMENTO CON LA GIUDICE CHE LO HA PERSEGUITATO, E LO HA FATTO ANCHE CON ALTRI, TANTO NON PAGA UN C….
    EVVIVA IL REFERENDUM SULLA RESPONSABILITA’ CIVILE DEI GIUDICI, COME AL SOLITO DISATTESO DALLA CASTA CHE CI HA SEMPRE GOVERNATO.

  • Avatar
    francesco 25 Aprile 2012

    …rimangono le ville che sono state fatte passare per magazzini ad uso agricolo…ma dico io, una sanzioncina ai proprietari? Ai progettisti? O erano ignari di tutto? O ad “Agrigggendo” non esistono regole?

    • Avatar
      antonio 25 Aprile 2012

      Infatti sono proprio le “regole” (piano regolatore) che impediscono di applicare anche la sanzioncina ed hanno “regolarizzato” tutto

  • Avatar
    vito 25 Aprile 2012

    Aspettiamo di sapere se Zambuto si preoccuperà di risuscitare Arnone da una ulteriore debacle: questa volta quella elettorale. Farà bene Zambuto a dare assicurazioni che con Arnone non ha niente a che spartire, altrimenti se lo può scordare il consenso elettorale di tre quarti della cittadinanza agrigentina. Zambuto faccia chiarezza una volta per tutte, se ne ha il coraggio.

    • Avatar
      FRANCO 26 Aprile 2012

      Caro Vito,la risposta non arriverà mi in quanto i due,temendo il successo di Pennica,si sono già coalizzati e ,anche in caso di sconfitta elettorale,Arnone sarà veicolato in Giunta da Zambuto.In questo modo il Nostro continuerà a massacrarci.

  • Avatar
    alberto 25 Aprile 2012

    Quindi tutte quelle ville…..perdon magazzini rurali non sono abusive e sono conformi al piano regolatore. Tutti i “magazzini” con il piano interrato e alcune predisposizioni di finestr….. perdon fori che servivano per l’umidità delle fondazioni. Tutti gli scavi a girare di questi magazzini e i bellissimi viali con le palme per far passare i trattori per coltivare le terre. Straordinario, quasi quasi invece di perder tempo con una laurea in architettura dovevo fare il bracciante agricolo. Ma per favore…..
    N.B. sono contento per l’ingegnere ma gli altri?

  • Avatar
    ilaria 26 Aprile 2012

    iNVECE DI FARE PARLARE IL SUO ALLEATO MACEDONIO, PERCHE’ IL SINDACO ZAMBUTO NON DICHIARA APERTAMENTE – DI PIRSONA, PIRSONALMENTE, COME DIREBBE CAMILLERI – LE SUE DISTANZE DA ARNONE? SE NON LO FA E’ SEMPLICEMENTE UN VASETTO DI TERRACOTTA, PER DIRLA CON MANZONI, CHE CERCA DI NAVIGARE TRA TANTI VASI DI BRONZO. CHE MISERA FIGURA PER UNO CHE FLIRTA CON CHI LO HA TRATTATO A PESCI IN FACCIA. E A COSTUI DOVREMMO AFFIDARE IL GOVERNO DELLA NOSTRA CITTA’?

POSTA UN COMMENTO