Home / Agrigento  / MNC, Ficarra ai partiti: "Rinnovare i direttivi e liberarsi del vecchio"

MNC, Ficarra ai partiti: "Rinnovare i direttivi e liberarsi del vecchio"

Sandro Ficarra, coordinatore provinciale del Movimento Nazionale Cristiano Liberale interviene sull’attuale convulso  momento politico vissuto dai partiti ma anche dalla popolazione:
“Il riassetto politico cui tende l’Italia, pone l’MNC in una posizione di riflessione, di meditazione, sulle strategie che i vari partiti stanno cercando di adottare per il riassetto dell’equilibrio democratico. C’è una grande tendenza all’intercettamento dei moderati e si cerca di proporre il nuovo. Ma la purificazione all’interno dei partiti sta avvenendo? Qual è il migliore servizio che si vuole offrire alla Nazione?Il fallimento della politica che ci ha consegnati al governo tecnico di Monti, con conseguenze di estremo rigore per le famiglie italiane, sta generando sfiducia e allontanamento dalla politica di tanti cittadini. Le ultime notizie di BANKITALIA indicano il debito pubblico ancora elevato nonostante il calo a 1928 miliardi, registrato nel mese di febbraio. Monti annuncia di volere tagliare la spesa di 25 miliardi ma dai dicasteri Difesa, Interno, Giustizia, Istruzione ed Esteri arriva un freno sul taglio ai loro bilanci (TGCOM 24) per il timore di non farcela. Il popolo sta facendo con spirito di sacrificio la sua parte, la politica dia lo stesso esempio. In questo palcoscenico del trasformismo sembra che non si vuole cambiare nulla. Emergono progetti di mutamento che mostrano l’ironico sorriso quando si leggono i nomi che da uno schieramento passano all’altro. Si propone “ il nuovo” cercando di riciclare “il vecchio”. Sempre gli stessi personaggi, le stesse facce, le stesse idee. Il popolo è stanco, vuole credere e sperare cercando di riconoscere il vero. La proposta del Movimento Nazionale Cristiano Liberale ai leader politici è di rinnovare i direttivi e liberarsi del vecchio. Il popolo vuole gente nuova, capace di determinare la svolta con maggiore equità sociale. Diamo sovranità al popolo che ha chiesto di ridurre la spesa del finanziamento ai partiti, aboliamo il numero delle provincie come si è sempre affermato, riduciamo gli stipendi che sono altissimi rispetto la media europea. Dalla purificazione delle nullità la politica acquisterà sicuramente maggior prestigio – conclude Ficarra -.”

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO