Home / Agrigento  / Montenegro, Rametta (Pdl): basta false promesse, politica dia risposte
   

Montenegro, Rametta (Pdl): basta false promesse, politica dia risposte

 

“Non è mai stato facile parlare asetticamente di politica né spronare all’impegno politico senza mai prendere una posizione. Ma nei molti momenti in cui la Chiesa tutta ha saputo incoraggiare un dibattito forte e franco, pluralista e fedele al Vangelo e al Magistero, quando ha dimostrato coi fatti che democrazia e stile fraterno possono andare di pari passo, ciò ha contribuito ad accendere la passione civile e a rifondare il Paese”.(Bachelet). E questa l’ottica con cui si deve guardare al messaggio e all’invito che il nostro Arcivescovo Mons. Montenegro ha rivolto alla cittadinanza e agli amministratori agrigentini la notte del venerdì santo. Egli ha esortato a credere che sia possibile un “servizio politico”  che passi attraverso un preciso e quotidiano impegno che esige una grande competenza nello svolgimento del proprio dovere e una moralità a tutta prova nella gestione disinteressata e trasparente del potere” come ha detto lo stesso Santo Padre in diverse occasioni”. Lo afferma in una nota il coordinatore cittadino di Agrigento del Pdl, Renato Rametta.
“Una politica – prosegue – che deve riscoprire il senso della partecipazione, coinvolgendo sempre più i cittadini nella elaborazione di idee e programmi ; che deve essere sempre più attenta alla famiglia, ai diritti della persona, primo fra tutti la vita nella sua interezza, alla giustizia: una giustizia che non si contenti di dare a ciascuno il suo ,ma tenda a creare tra i cittadini condizioni di uguaglianza nelle opportunità. Una politica attenta ai poveri, in un mondo in cui il divario tra chi ha e chi non ha cresce  sempre più”.
“E’ un dovere, pertanto, di tutti i cristiani, cittadini, politici, amministratori, a sentire la politica come un dovere a servire la Città rinunziando a scorciatoie immorali o illegali per cedere il posto alla conoscenza e alla competenza che sono le virtù che devono caratterizzare chi ha scelto di avventurarsi nel difficile sentiero della politica : ”Non ci si inserisce nelle istituzioni e non si opera con efficacia se non si è scientificamente competenti, tecnicamente capaci, professionalmente esperti”.(Pace in terris).Ecco quindi il dramma gridato dal nostro Pastore, l’assenza di politica e della sua etica: cresce la disoccupazione, si tagliano i servizi sociali, e quindi gli aiuti ai vecchi ,ai poveri ,agli handicappati, mancano iniziative che possano dare un futuro ai nostri giovani costretti ad emigrare. Basta con gli annunci gratuiti mai seguiti da fatti concreti ,basta con la politica fatta solo a scopo di propaganda elettorale continua! Ascoltiamo ,quindi, l’invito del nostro Arcivescovo : non possiamo più stare a guardare e a subire l’inesorabile degrado della nostra città ,dobbiamo svegliare le nostre coscienze ,ed ascoltare la voce del nostro cuore”, conclude Rametta.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO