Home / Agrigento  / Emergenza rifiuti, Cgil Cisl e Uil: irritante comportamento Ati
   

Emergenza rifiuti, Cgil Cisl e Uil: irritante comportamento Ati

 

“Siamo seriamente preoccupati per il silenzio, che proviene dall’Ati, Associazione Temporanea di Imprese, impegnata, per conto dell’Ato Gesa Ag 2, nel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani nei 19 Comuni consorziati. E’ irritante il suo comportamento, che rimanda le interlocuzioni al proprio legale, dal quale ligittimamente può farsi rappresentare, in un momento di grande emergenza a seguito della decisa protesta, che va avanti ormai da 10 giorni, da parte degli operatori ecologici che rivendicano, legittimamente, il diritto a ricevere il pagamento delle spettanze arretrate”. Lo affermano in una nota i segretari di categoria di Cgil, Cisl e Uil, Buscemi, Stella e Manganella. Secondo i tre sindacalisti, “non si capisce come, di fronte ad una situazione così difficile, l’Ati non previlegi il dialogo, così come proficuamente è avvenuto in altre occasioni, sollecitato dalle organizzazioni sindacali. Si trincera dietro la mera formalità, ponendo questioni di termini e di tempi. E non certamente questo il modo di affrontare la vicenda che piuttosto impone senso di responsabilità da parte di tutti. E il dialogo e la mediazione sono inevitabilmente gli strumenti più efficaci. E quello che più sorprende è che le imprese in passato, pur in presenza di sole promesse da parte del commissario liquidatore, hanno sempre dimostrato sensibilità e apertura, oggi, invece, in presenza di garanzie economiche certe, concrete, c’è la disponibilità di 5 milioni e 300 mila euro, non danno risposte”.

3 COMMENTI
  • Avatar
    giuseppe71 3 Aprile 2012

    ….magari anche le ditte si son rotto i c……i delle solite promesse di pagamento e spesso non mantenute??!!??!!

  • Avatar
    Totò 3 Aprile 2012

    E le stelle stanno a guardare……mentre la città muore. Vergognatevi tuttiiiii

  • Avatar
    giuseppe71 3 Aprile 2012

    ….e per dimostrare di chi potrebbero essere le colpe……… Denunciamo l’attuale situazione debitoria in euro dei Comuni alla data del 31 dicembre 2010:
    Agrigento 10.486.964
    Aragona 1.609.879
    Cammarata 851.496
    Casteltermini 1.336.092
    Castrofilippo 1.431.579
    Comitini 78.736
    Favara 8.063.169
    Grotte 329.142
    Joppolo Giancaxio 591.371
    Lampedusa e Linosa 2.493.719
    Montallegro 470.740
    Porto Empedocle 4.630.320
    Racalmuto 529.786
    Raffadali 1.889.349
    Realmente 1.818.215
    San Giovanni Gemini 813.862
    Sant’Elisabetta 891.166
    Sant’Angelo Muxaro 451.754
    Siciliana 1.894.569
    Provincia Reg. Agrigento 169.087
    VOI SINDACATI NON NE SAPEVANO NIENTE????????????????

POSTA UN COMMENTO