Home / Auto  / Di Benedetto vince 1° ediz. del rally ronde Città delle Maccalube

Di Benedetto vince 1° ediz. del rally ronde Città delle Maccalube

Con la vittoria di Alfonso Di Benedetto sono stati rispettati i pronostici della vigilia della prima edizione del Rally Ronde Città delle Maccalube. Il pilota di Canicattì, insieme alla fidanzata Valentina Russo e la sua fedele Peugeot 207 Super 2000 curata dalla LB Tecnorally, ha vinto tutte le prove speciali, confermando ancora una volta il suo talento a bordo di questi potenti bolidi.
Il Ronde Città delle Maccalube è andato in scena ieri con le verifiche e la serale cerimonia di partenza, prima di partire oggi alle 8:31 per il primo dei quattro passaggi previsti nei 9 km della prova speciale “Aragona”, intervallati da quattro parchi assistenza, che sono stati allestiti nel Centro ASI presso la Zona Industriale di Aragona. Un percorso lungo in totale 270,08 km, che insieme al suo trasferimento ha fatto conoscere le caratteristiche strade che circondano la “Riserva Naturale Integrale Macalube di Aragona”. Un contesto paesaggistico unico che, grazie al prezioso supporto di Federalberghi Agrigento, è stato proposto nel migliore dei modi ai piloti e al pubblico proveniente da tutta la Trinacria.
La manifestazione è stata quindi patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Aragona, dall’Assessorato Regionale al Turismo e Sport, dalla Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, dal Comitato Provinciale del Coni e dalla Provincia Regionale di Agrigento grazie all’assessore allo sport Dott. Pino Montana.
Preziosa la partnership con “Mancuso Gelati” e “Iperc s.r.l.”, come la collaborazione con l’associazione Alba Chiara diretta da Totò Parello e Angelo Galluzzo. Un impegno attivo da parte di molti appassionati locali che hanno fortemente desiderato la nascita della gara, organizzata dalla società sportiva dilettantistica Proracing s.r.l. presieduta da Leonardo Cognata.
La tabella di marcia in realtà è stata modificata dopo l’uscita di strada della piccola Peugeot 106 di Callari, avvenuta sul primo passaggio. Per fortuna nessun problema ne per il pubblico ne per l’equipaggio, uscito indenne dal “fuori programma” che però ha compromesso la sicurezza della prova speciale. E’ stato proprio questo il motivo del successivo trasferimento sul secondo passaggio. Gli organizzatori in concerto con l’attenta direzione gara hanno inoltre deciso di garantire la sicurezza del percorso, decidendo di eliminare i primi 3,5 km di prova interessati dal sinistro. Sono stati infine i due passaggi sui restanti 5,5 chilometri a decidere la classifica assoluta, costituita dalla somma dei tre passaggi regolarmente svolti.
Il tanto atteso appuntamento che ha inaugurato la stagione rallistica 2012, ha visto sul secondo gradino del suo podio un’altra coppia agrigentina, quella composta da Pietro Mazza ed il rientrante Francesco Picarella, anche loro su Peugeot 207 Super 2000 ma curata dalla Br Sport. Un podio tutto agrigentino grazie alla terza posizione dell’aragonese Pietro Gandolfo, ritornato al volante grazie ad una performante Renault New Clio R3C e coadiuvato alle note da Calogero Luca Vitello. Alle spalle del podio un’altra New Clio, quella di Davide Rizzo e Giuseppe Caramazza, che hanno preceduto la più vecchia ma sempre verde Williams del locale Stefano Calleia, autore insieme al suo codriver Mirko Catuara di una gara molto tirata contro le altre Renault FA7 di Domenico Morreale e di Paolo Piparo.
L’arrivo presso il Bar Europa nella centralissima via Roma ha chiuso in bellezza una manifestazione ricca di spettacolo e colpi di scena, seguita da un vasto pubblico, che ha approfittato della bella giornata per tifare a bordo strada i propri paladini del volante.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO