| | letto 58 volte |

Unione dei Comuni Platani – Quisquina – Magazzolo, 7 richieste giudizio

La Procura di Sciacca, tramite il sostituto procuratore, Michele Marrone, ha chiesto il rinvio a giudizio del sindaco di Alessandria della Rocca, Alfonso Frisco, il sindaco di Bivona, Giovanni Panepinto, il sindaco di Cianciana, Santo Alfano, il sindaco di San Biagio Platani, Filippo Bartolomeo, il sindaco di Santo Stefano di Quisquina, Francesco Cacciatore, e poi Vincenzo Marinello, già presidente dell’ Ato rifiuti Sogeir, e Salvatore Re, segretario e dirigente amministrativo. I 7 sono indagati per abuso d’ufficio aggravato in concorso tra di loro. I sindaci Frisco, Panepinto, Alfano, Bartolomeo e Cacciatore, che sono anche componenti dell’ Unione dei Comuni Platani – Quisquina – Magazzolo, di cui Alfonso Frisco è presidente, hanno assegnato a Vincenzo Marinello l’ incarico di responsabile del settore finanziario dell’ Unione dei Comuni Platani – Quisquina – Magazzolo. La delibera di affidamento dell’ incarico è la numero 19 del 9 novembre 2013, e l’ 11 novembre 2013 è stato stipulato tra l’ Unione dei Comuni e Vincenzo Marinello un contratto di lavoro a tempo determinato e orario parziale, regolarmente retribuito. Ebbene, secondo la Procura la delibera e il contratto violano le norme del regolamento di funzionamento dell’ Unione Platani – Quisquina – Magazzolo e le norme del testo unico Enti locali che vietano all’ amministrazione di ricorrere a personale esterno tramite nuovi contratti di lavoro per incarichi come l’ incarico affidato a Marinello. Prima udienza preliminare il 13 gennaio 2017.

Tags: ,

Commenti chiusi