| | letto 69 volte |

Uil Agrigento.Gero Acquisto:”Salvaguardiamo il CUPA di Agrigento,il governo regionale rispetti gli impegni e non smantelli e distrugga un’esperienza ventennale”

Nell’incontro di ieri al Cupa di Agrigento tra il Presidente Prof. Armao e Uil, Cgil e Cisl Confederali di Agrigento sulla attuale difficoltà oggettiva del Consorzio interviene la Uil con il segretario Gero Acquisto.

Erano presenti anche i Rappresentanti dei Consorzi Universitari delle altre province della Sicilia.

Il Presidente del Cupa Gaetano Armao ha chiesto ai rappresentanti degli altri Consorzi Siciliani di costituire un coordinamento e mettere a fattore comune esperienze progetti  e iniziative culturali per fare muro su ulteriore tagli che pregiudicherebbero l’esistenza in vita di tutti i consorzi decentrati nella nostra isola.

il Presidente del Cupa inoltre  ha rappresentato alle organizzazioni sindacali la realtà delle cose con evidente preoccupazione per  l’Avviso esitato dalla Regione Siciliana, da dove si evince di un ulteriore taglio di almeno il 20 % dei finanziamenti destinati ai Consorzi e che lo stesso contributo verrà determinato di concerto tra l’Assessorato al bilancio della Regione e le Università.

Non ultimo il paletto della rendicontazione che deve avvenire entro 60 giorni per i corsi universitari  e che in considerazione dei ritardi nel versamento delle quote dei soci, tali tempi contingentati rappresenteranno una ulteriore difficoltà poco superabile.

E’ chiara la volontà a questo punto di chiudere l’esperienza dei Consorzi Universitari che assolvono nei territori un compito culturale che le Università siciliane più grandi al contrario accentrano solo nelle città metropolitane ed il tutto creerebbe un vulnus per la nostra provincia agrigentina in maniera definitiva e senza prova di appello con un danno incalcolabile per studenti e famiglie.

Come Uil ribadiamo la nostra estrema contrarietà a tale disegno e ai ventilati tagli al personale, sia in termini di diminuzione delle ore che a maggior ragione di licenziamenti.

Siamo pronti ad una mobilitazione che oltre le OO. SS. coinvolga Sindaci, Deputazione Regionale e Nazionale che con chiarezza e buona volontà intervenga presso l’Assessore al bilancio e la Presidenza della Regione, per modificare i termini dell’Avviso cosicchè si eviti dalla chiusura la ventennale esperienza del Cupa di Agrigento che ha dato opportunità e centralità per gli studenti del nostro territorio e non solo.

Tags: ,

Commenti chiusi