| | letto 85 volte |

Transito lavoratori Ato in liquidazione

TRANSITO  LAVORATORI

ATO IN LIQUIDAZIONE  – SRR AGEST

SI AGGIORNA AL 23 MAGGIO 2017

Si è svolto il 09 maggio 2017 presso l’Ufficio Provinciale del Lavoro,  il tavolo tecnico fortemente voluto dalla Confael  di Agrigento, in rappresentanza dei lavoratori, sulla tematica  inerente il transito degli  stessi,  dagli Ato in liquidazione alla nuova Società SRR ATO4 AGEST.   Erano presenti  per la Confael Manlio Cardella Segretario Provinciale, Daniele Cardella Segretario zonale, Antonio Damaso Responsabile del Dipartimento Servizi di pubblica utilità.

Il  Tavolo Tecnico, d’intesa  anche con la Prefettura di Agrigento,   è stato  coordinato dal Direttore UPL Arch. Angelo Di Franco affiancato dalla Sig.ra Di Vincenzo e dal Direttore dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro Arch. Vincenzo Sciarrabba affiancato dall’Ispettore Antonino Micalizzi.

Erano presenti per la controparte il Direttore Generale della SRR Dott. Claudio Guarneri e  il Commissario Liquidatore della Dedalo Ambiente  Rosario Miceli.

Ci si chiede  come sia possibile  giustificare l’assordante assenza del Presidente e legale Rappresentante  della SRR Dott. Giovanni Picone  e  del  Commissario Straordinario Salvatore Gueli in un tavolo avente ad oggetto una così delicata ed importante tematica per la sorte dei lavoratori e delle loro famiglie.

L’ azione della Confael, da oggi,  rimette  l’Ufficio del Lavoro e l’Ispettorato del Lavoro  al centro delle vertenze che interessano l’occupazione  nella provincia di Agrigento.   L’abuso delle più semplici e comode conciliazioni in sede sindacale ha di fatto snaturato il ruolo e la funzione   di questi due uffici, che nel concreto rappresentano il luogo naturale delle tutele e dei diritti dei lavoratori.  Questa giornata dimostra che è possibile rivendicare la corretta applicazione dei Contratti di Lavoro,  delle norme e delle leggi  che regolamentano anche il transito dei lavoratori  in applicazione della Legge Regionale n.9\2010  art.19.

La ragione principale del tavolo tecnico  è che la Confael ha contestato la procedura secondo la quale i lavoratori sono stati costretti consensulamente a licenziarsi rinunciamdo ad una parte dei loro diritti  salariali per essere assunti dalla nuova SRR.

Secondo  la Confael, in applicazione del Decreto Legislativo n.18\2001,  i lavoratori hanno  diritto a transitare  nella nuova società senza licenziamenti individuali, con passaggio diretto ed immediato e con la salvaguardia e le tutele contrattuali previste.

Entrambi i direttori  dell l’Ufficio provinciale del Lavoro e dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro,

sono venuti a conoscenza  che sono state inspiegabilmente  applicate  tre diverse procedure per i tre ATO in liquidazione della provincia di Agrigento.

A Sciacca i lavoratori SOGEIR si sono tutti quanti dovuti dimettere, ad Agrigento i lavoratori dell’ ATO GE.SA AG2  hanno subìto una forzata conciliazione in sede sindacale, mentre alla DEDALO AMBIENTE di Licata  sono state  sottoposte,  ben tre versioni di “ Accordo tra le parti”. Tutto ciò con l’obiettivo di sgravare  proprio la SRR  da qualsivoglia onere  economico.

Onere economico che, con queste procedure, rimarrebbe così in carico ai tre ATO in liquidazione.

E’ un dovere precisare che quest’ultimi  sono al collasso causa l’accumulo di  debiti  e del mancato rispetto dei versamenti da parte dei  comuni soci, si manifesta pertanto la seria preoccupazione che questi non possono far fronte interamente ai loro obblighi economici nei confronti dei lavoratori.

Durante le concitate fasi del tavolo tecnico, la Confael ha inoltre contestato duramente  l’assurda affermazione della parte datoriale, secondo la quale ad erogare il TFR, in ogni caso,  sarebbe l’INPS  e non gli Ato in liquidazione.

Al di la dei toni più o meno pacati utilizzati in sede di dibattito, è importante sottolineare l’ inspiegabile  abbandono del tavolo tecnico da parte del  Commissario Liquidatore della Dedalo  Ambiente  Miceli,  proprio mentre arrivava il direttore generale della SRR Guarneri.  Impedendo così una completa e corretta discussione  tra le parti.

In  conclusione  i dirigenti degli uffici del lavoro, manifestando  dubbi e perplessità sulle procedure adottate hanno proposto di aggiornare il tavolo tecnico al 23 maggio 2017,  invitando la Dedalo Ambiente e la SRR a presentare un piano che assicuri ai lavoratori la corresponsione certa delle proprie spettanze.  Si verificherà  a quella data la procedura di transito più idonea,  in coerenza con quanto previsto dalle  norme di legge.

Il Segretario Provinciale

F.to Manlio Cardella

Dipartimento Prov.le Servizi Pubblica Utilità

A. Damaso

Commenti chiusi