| | 11 views |

Terrorismo, Pagano (Lega): “Da pg Caltanissetta allarme preoccupante e fondato, ‘buonisti’ facciano mea culpa”

“L’allarme terrorismo nel nisseno e nell’ennese è serio e concreto. Non lo dicono i leghisti di Noi con Salvini, ma lo dice il procuratore generale di Caltanissetta, Sergio Lari che parla anche di soggetti radicalizzati nei centri per migranti. Chi in questi giorni ha accusato il nostro movimento e il nostro responsabile a Caltanissetta, Arialdo Giammusso, di fomentare la paura faccia ammenda e si sciacqui la bocca. Se ci troviamo in questa situazione di pericolo è proprio per colpa di coloro che o per motivi di sottomissione culturale o in malafede, boldriniani, Pd e grillini, continuano a minimizzare, sostenendo in questi anni le politiche delle porte aperte e dell’accoglienza indiscriminata di clandestini e potenziali terroristi. Se la Sicilia è diventata terra di conquista del radicalismo jihadista lo si deve proprio a questo”. Così il deputato Alessandro Pagano, della Lega-Noi con Salvini, coordinatore Sicilia occidentale.
“Forse i buonisti di professione non si sono accorti che nell’ultimo mese ci sono stati quattro attacchi terroristici a Londra, San Pietroburgo, Stoccolma e in Egitto. Forse dimenticano che in Francia in questi mesi sono state prese di mira anche altre cittadine oltre alla capitale Parigi. Forse non ricordano che il killer di Berlino era stato al Cie di Caltanissetta e lì pare si fosse radicalizzato. Forse ignorano che in Sicilia negli ultimi tempi ci sono stati diversi casi di clandestini, o anche di migranti con protezione internazionale, espulsi perché vicini al terrorismo islamico. E forse – aggiunge Pagano – fanno finta di non ricordare, perché in realtà ne sono complici, che nel nostro Paese negli ultimi tre anni sono sbarcati oltre 500 mila migranti, di cui almeno 400 mila clandestini. A fronte di questi numeri ne segnaliamo altri due per rendere l’idea: nel 2016 sono state state 123 mila le richieste di protezione internazionale presentate alle questure su 181 mila arrivi, mentre solo 12 mila sono stati rimpatriati. È chiaro, quindi, che c’è qualcosa che non torna, che ci sono decine e decine di migliaia di clandestini scomparsi, invisibili, sfuggiti al sistema di accoglienza che non si sa dove siamo ne’ cosa stiano facendo. E che per questo sono facile preda della delinquenza e del proselitismo jihadista. Allora, ci chiediamo, il M5S, i boldriniani, il Pd da che parte stanno? Stanno dalla parte di chi vuole farci invadere e fare della Sicilia il più grande centro d’accoglienza mondiale o terra di conquista dei tagliagole dell’Isis? Con la Lega tutto questo non accadrà mai”.

20170411-172103.jpg

Commenti chiusi