| | 12 views |

TEATRO DELLA POSTA VECCHIA, Giufà – una vita da fiaba –

Il Teatro della Posta Vecchia di Agrigento diretto da Giovanni Moscato, nell’ambito della SETTIMANA DEL MANDORLO IN FIORE, organizzata dall’ENTE REGIONALE DEL PARCO ARCHEOLOGICO DELLA VALLE DEI TEMPLI di AGRIGENTO, è stato protagonista di una iniziativa di grande spessore culturale, trovando entusiastico interesse e partecipazione nelle diverse scuole medie primarie e secondarie della provincia di Agrigento coinvolte.

Il progetto è consistito nell’organizzare dei laboratori teatrali che hanno visto come tema la figura del Giufà, personaggio raffigurante un uomo semplice e ingenuo, insofferente alle autorità; uomo stolto, talvolta imprudente e briccone, di una qualsiasi comunità di un qualsiasi paese siciliano. Personaggio caratterizzato dal gusto del paradosso e dotato di una sorta di talento in negativo che lo spinge a cacciarsi nelle situazioni più infelici, da cui non sempre riesce a uscire senza combinare guai. Uno sciocco per tutti, si, ma proprio perché sciocco capace di salvarsi la vita, con la caratteristica di essere un solo, perché non facente parte del coro.

Gli studenti delle scuole che hanno partecipato al progetto insieme ai loro insegnanti, sono stati lasciati liberi di affrontare il tema a secondo della loro idea e della loro inventiva, facendo uno studio del personaggio Giufà presso le loro scuole, che ha poi permesso loro di concludere il percorso con una esibizione tenutasi presso IL TEATRO DELLA POSTA VECCHIA di via Giambertoni ad Agrigento.

Oltre ai laboratori, gli studenti hanno potuto assistere allo spettacolo teatrale GIUFÀ- una vita da fiaba– scritto appositamente per l’occasione da Camillo Mascolino, che ne ha curato anche la regia, prodotto dalla Compagnia del Teatro della Posta Vecchia. Il risultato che ne è venuto fuori è stato quello di un grande entusiasmo da parte del giovane pubblico nell’assistere alla pièce, il quale ha elargito agli attori ed al regista scroscianti applausi di consenso.

Lo spettacolo è stato replicato, con lo stesso straordinario successo, nella settimana della sagra, anche nel pomeriggio per un pubblico non scolastico, formato da adulti e giovani di tutte le età, turisti presenti nella Città dei Templi e pubblico locale che ha gremito, nelle repliche effettuate, il Teatro della Posta Vecchia, tanto da spingere l’organizzazione del teatro ad effettuare una replica straordinaria in modo da accontentare il numerosissimo pubblico che non era riuscito ad assistere allo spettacolo nelle repliche previste.

Grande successo quindi sia dello spettacolo che dell’iniziativa dei laboratori per le scuole, che attribuisce il giusto merito all’idea avuta dal Direttore dell’Ente Parco Archeologico di Agrigento che ha voluto realizzare l’iniziativa per riconoscere la figura di Giufà, da parte dell’UNESCO, come PATRIMONIO IMMATERIALE DELL’UMANITÀ.

Tags:

Commenti chiusi