| | letto 2.605 volte |

Studenti del “Majorana” di Agrigento ospiti di “Uno Mattina”

Domani una rappresentanza di alunni delle classi V A, V B e V D del Liceo Scientifico “E. Majorana” di Agrigento parteciperà alla diretta della popolare trasmissione televisiva di Rai Uno “Uno Mattina”, condotta da Giorgia Luzi e Savino Saba. Nel corso della puntata, che avrà come tema i problemi della scuola italiana, gli studenti, accompagnati dalla Dirigente Scolastica, dott.ssa Teresa Maria Rita Buscemi, e dal prof Gaetano Di Giacomo, esprimeranno le loro opinioni in merito alle problematiche che investono il sistema scolastico italiano e che sono state alla base delle accese proteste studentesche che hanno caratterizzato l’autunno appena trascorso. In particolare si soffermeranno sul tema caldo dei pesanti tagli al finanziamento della scuola pubblica, sempre più costretta a far leva sullo spirito di servizio dei docenti e sull’entusiasmo degli studenti per dar vita ad esperienze formative che, pur tra innumerevoli disagi e inammissibili limitazioni, riescono ancora a caratterizzare l’attività di scuole quali il Liceo Scientifico Statale “E. Majorana” di Agrigento. Gli alunni del Majorana, infatti, grazie ai laboratori di scienze e di informatica che è stato possibile realizzare con i finanziamenti PON erogati dall’UE, hanno avuto l’opportunità di sperimentare quotidianamente la possibilità di coniugare lo studio teorico con l’esperienza empirica, riuscendo a raggiungere risultati di eccellenza, come il riconoscimento ottenuto lo scorso settembre dall’alunno Davide Diana, che è stato insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Alfiere del lavoro per meriti scolastici.Si parlerà anche dei problemi legati all’edilizia scolastica, che in provincia di Agrigento versa in condizioni veramente preoccupanti. In particolare verrà richiamata l’attenzione sul caso dell’IPIA “E. Fermi”, che dall’inizio dell’anno scolastico, ovvero da quando è stata dichiarata l’inagibilità dell’edificio che lo ospitava, vive un’odissea di cui ancora non si intravede la conclusione. Il collegamento televisivo offrirà la possibilità a quanti vivono quotidianamente i problemi della scuola di esprimere senza filtri di alcun genere le loro opinioni e di suggerire le possibili vie da percorrere per ridare alla scuola pubblica italiana la dignità che merita.

Commenti chiusi