| | letto 49 volte |

Si interviene sulla viabilità occidentale – Rimane chiusa la SP n. 86

La disastrosa giornata di ieri ha lasciato un segno pesante sulle strade provinciali del comparto ovest. Ovunque si segnalano danni per le abbondanti colate di fango e detriti, in diversi casi con veri e  propri smottamenti di grosse porzioni di terreno sulle carreggiate. Già ieri comunque tecnici, cantonieri e agenti della  polizia provinciale hanno messo in sicurezza le strade di competenza con gli appositi segnali di pericolo, e dalle prime ore di stamattina un bobcat è al lavoro per rimuovere i detriti e consentire un passaggio più agevole degli autoveicoli. Pochissimi i mezzi a disposizione del Settore Infrastrutture Stradali, con risorse economiche talmente limitate da non consentire più nemmeno l’ordinaria manutenzione, e per questo motivo ci vorranno parecchi giorni per ripristinare la normalità sui vari tracciati. Riaperte al traffico la SP 32 e la SP 47 mentre rimane chiusa  la  SP 86 Ribera-Magone. Liberate dal fango anche le altre strade segnalate nella giornata di ieri.
La situazione resta comunque difficile, come evidenziato nella riunione di ieri in prefettura tra il Prefetto e i tecnici del Libero Consorzio con i comandanti dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, il Questore e i vertici dell’Anas.
Ovviamente si raccomanda la massima prudenza a quanti per necessità dovessero transitare su tutte le strade provinciali del comparto ovest.

Lascia un commento