| | letto 62 volte |

Servizio “antibullismo” dei vigilantes Mondialpol nelle scuole di Termini e Trabia

Si allarga il fenomeno del bullismo in tutta la penisola e certamente anche nel territorio siciliano non vien da meno. Un fenomeno crescente a cui tanti giovani sono attori e vittime per vari motivi, ma semplicemente dal fatto che vogliono mettere in atto quell’incoscienza di protagonismo che a tanti non si addice. Anche nel territorio madonita questo fenomeno ha preso la mano e i metronotte della Mondialpol Security Spa hanno voluto mettere a disposizione il loro servizio nelle scuole di Termini Imerese e Trabia, punti nevralgici a cui i ragazzi si lasciano trascinare da questo cattivo uso.
In orari di entrate e uscita le guardie mettono in atto un vero servizio “antibullismo” a cui il sindaco di Trabia Leonardo Ortolano  e il commissario straordinario di Termini Imerese Girolamo Di Fazio, hanno aderito e accolto benevolmente la proposta fatta dalla società che da quindici giorni circa è entrata in opera, con un servizio appostato di agenti che monitorano il comportamento di entrata e uscita degli alunni. Le scuole interessate sono: l’Istituto comprensivo statale “Balsamo – Pandolfini” di Termini Imerese, l’Istituto comprensivo Papa Giovanni XXIII di via P. Mattarella a Trabia, l’Istituto superiore “G. Ugdulena” di Termini Imerese che comprende il Liceo classico e il Liceo artistico termitani e il Liceo di Scienze umane “T. Panzeca” e l‘Ipsseoa di Caccamo.
Il presidente di Mondialpol Giuseppe Campagna ha voluto precisare che l’impegno preso dalla sua azienda viene messo in atto con uno spirito attivo su un problema che ha “preso la mano” sui giovani, visto i tanti fenomeni che si notano quotidianamente, e si augura che anche altri istituti di vigilanza possano seguire lo stesso esempio di sensibilità nei confronti dei giovani e delle loro famiglie che vengono trascinati da una paura che purtroppo è all’ordine del giorno.
Antonio David

Tags:

Commenti chiusi