| | letto 340 volte |

Sequestro per 2 milioni di euro alla famiglia Marturana di Canicattì

Ad Agrigento, la Polizia e la Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Agrigento hanno sequestrato beni per circa 2 milioni di euro alla famiglia canicattinese dei Marturana, inquisita nell’ ambito dell’ inchiesta anti – usura cosiddetta “Tie Break”. Il sequestro comprende numerosi beni immobili, mobili e rapporti finanziari di proprietà o nella disponibilità dei fratelli canicattinesi Gaetano e Roberto Marturana e della loro madre Angela Luvaro. Gli accertamenti patrimoniali sono stati compiuti dalla Divisione Anticrimine della Questura di Agrigento, capitanata da Giovanni Giudice, con il supporto del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Agrigento diretto da Fabio Sava. L’operazione “Tie Break” risale al settembre 1998 e il processo si è concluso nel 2010 con 11 condanne per complessivi 66 anni di carcere, 31 mila euro di multa e quasi 16 mila euro quale provvisionale di risarcimento danni alle parti civili. La condanna più severa, 13 anni di carcere, è stata inflitta a Gaetano Marturana, 51 anni, ritenuto tra i promotori dell’organizzazione di usurai. E’ stata condannata anche la madre, Angela Luvaro, a 7 anni di reclusione, ed il 38enne fratello minore, Roberto Marturana, a 5 anni.

Tags:

Lascia un commento