| | letto 52 volte |

Sciacca, la Guardia di Finanza recupera pregiati reperti archeologici


A conclusione di una intensa attività info-investigativa, volta alla tutela del patrimonio artistico e culturale, la Guardia di Finanza di Sciacca ha scoperto e sequestrato numerosi e pregiati reperti archeologici di età bizantina, detenuti illegalmente nel proprio domicilio da un pensionato di Sciacca. Le indagini, coordinate dal capitano Carluccio, sono state avviate a seguito di un furto, alcuni anni addietro, nel cimitero monumentale di Burgio. I reperti appena recuperati, in ceramica settecentesca, sono stati in origine mosaico ornamentale della tomba Virgadamo, bersaglio del furto, espressione unica di artigianato locale, e tutelata con decreto dalla Soprintendenza ai beni culturali di Agrigento perché ritenuta di interesse storico, artistico ed etno – antropologico. L’attività delle Fiamme Gialle è stata coordinata dal procuratore di Sciacca, Roberta Buzzolani, e dal sostituto procuratore, Cristian Del Turco. Il pensionato risponderà di ricettazione e impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato.

Commenti chiusi