| | letto 985 volte |

I consiglieri di maggioranza rispondono ai dimauriani: “Nuova stagione politico-amministrativa? La smettano i soldati di Di Mauro…”

20170429-150932.jpg

“E’ davvero sconcertante che i soldatini di Roberto Di Mauro continuino a parlare di avviare “una nuova stagione politico-amministrativa”. Mentre il manovratore si conferma artefice dell’opportunismo e del tatticismo della peggiore e vetusta politica, i “consiglieri mal consigliati” si dicono pronti a proporre qualcosa di “nuovo”: si rivolgono agli agrigentini come a degli smemorati e creduloni, a cui poter rifilare l’idea di un governo della città che proprio dal loro capitano e da altri suoi soldatini è stata fatta oggetto per decenni dei peggiori disastri. E’ di tutta evidenza che non possono apprezzare la ventata di novità che nell’amministrazione della città è stata portata dal sindaco Firetto: una capacità di visione a lungo termine che non si piega a biechi ricatti, perché guarda sopra ogni cosa all’interesse di Agrigento, una città che oggi può finalmente alzare la testa dal fango in cui era impantanata. Provano ad andare contro il corso della storia, sia quella politica che quella della città, giocando ancora con le loro vecchie armi senza accorgersi che la loro guerra è finita da un pezzo.”
Pietro Vitellaro
Nino Amato
Gioacchino Alfano
Margherita Bruccoleri
Gabriella Battaglia
Enzo Licata
Nello Hamel
Mariagrazia Fantauzzo
Piera Graceffa

14 Risposte per “I consiglieri di maggioranza rispondono ai dimauriani: “Nuova stagione politico-amministrativa? La smettano i soldati di Di Mauro…””

  1. antonella dispinzeri scrive:

    che tenerezza!

  2. Piero scrive:

    Il novello Hamel presente sulla scena politica di Agrigento già da decenni questa volta varca il portone di Sala Sollano con la procedura Meschina della distribuzione delle derrate alimentari alla povera gente nei quartieri popolari – bastava entrare nella sua segreteria per vedere quanti c’erano -. Il novello Hamel entra subito in conflitto con l’eminenza grigia Firetto, perché quest’ultimo aveva durante la campagna elettorale promesso la presidenza del Consiglio allo stesso, i fatti sono noti Firetto – il nuovo che avanza – non manteneva gli impegni assunti e Hamel già al secondo consiglio si dichiarava indipendente. Vergogna…
    Vergogna…
    Vergogna…

  3. turiddru scrive:

    uno lo conosco per essere uno yes-man, un altro ricordo che e’ sempre sgattaiolato nei momenti di voto di cose importanti ma sempre presente per altro, uno apprendo solo ora che un consigliere comunale, una e’ li perche’ le e’ stato chiesto (certo viene da sorridere pensare che prima difendeva le posizioni della citta marinare per il rigassificatore contro il capoluogo oggi siede nel civico consesso dello stesso capoluogo), una (lasciamo stare), l’altro bravo caruso ma non ho ancora capito che ci sta a fare, il terzultimo ha condotto molte battagle mediatiche sull’acqua ma in consiglio quali atti ha prodotto? Le ultime due !!!!! una totalmente sconosciuta mi verrebbe da dirle ma sa qual e’ il suo ruolo o anche lei e’ stata messa li da qualcuno, l’altra sebbene non credo abbia fatto piu di dire si nelle votazione almeno ha avuto la dognita’ di rinunciare al suo emolumento. Personalmente lo avrei intascato ed utilizzato per opere di bene e non lasciato al comune.

  4. FRANCO scrive:

    Tranne qualche Presepe,unica attivita’ annuale di qualcuno,tutto il resto dei firmatari non ha fatto una beneamata.

  5. il biondo scrive:

    Egreggio Direttore,
    Ancora una volta questi servi sciocchi hanno perso un’occasione buona per stare in silenzio e o non ripetere sotto dettatura.
    Il Divino Biondo Firetto da Porto Empedocle È stato consigliere comunale nella stessa città tra il 1990 e il 1993, e assessore alla provincia di Agrigento dal 2001 al 2006 per volere dell’allora Presidente della Regione On.le Salvatore Cuffaro.

    Nel 2006 e nel 2011 si candida e viene eletto sindaco di Porto Empedocle sempre per volere di Totò Cuffaro e dell’On.le Saverio Romano, ma da lì a qualche anno tradirà ancora una volta (come fatto qualche migliaio di anni fa da un certo Giuda Escariota) per rimanere nelle fila dell’UDC di Casini e Cesa e così da potersi candidare per il rinnovo dell’Ars – ma non passerà tempo e tradirà pure questi, perchè nella sua indole c’è il tradimento.

    Nel 2015 il Divino Biondino dalla Marina sbarca nel Capoluogo, ma nello stesso tempo la Cote dei Conti delibera tutte le criticità del Comune di Porto Empedocle durante l’amministrazione Firetto e di conseguenza la neo Sindaca non può che dichiarare il deflaut dello stesso comune, ma già il danno è stato fatto perchè il più Bello tra i Belli, il più Bravo tra i Bravi diviene SINDACO di Agrigento ed insieme ai suoi ruffiani pensa di demolire la città come già fatto con Porto Empedocle per tentare un’ennesima scalata…, tipico del suo stile.

  6. Luca scrive:

    Basta leggere i verbali dei consigli comunali per capire che i soldatini sono loro vergogna

  7. Giuseppe Di Rosa scrive:

    Ma i firmatari sono tutti consiglieri al comune di agrigento ?

  8. il biondo scrive:

    Ma questi pretoriani quali film hanno girato???
    Oltre ad eseguire maldestramente gli ordini del loro padrone, quali risposte Danno alla cittadinanza…?
    Invito l’ufficio di Presidenza affinché trasmetta a tutti i consiglieri una circolare con la quale invita tutti a una pulizia maggiore

  9. francesco scrive:

    Complimenti al consigliere Hamel…….. la coerenza non e’ di casa. Chissa?????

  10. Luca scrive:

    Caro Direttore leggo con sconcerto che tra i firmatari ci sia uns tale battaglia la quale nell’ultimo periodo ha passato più tempo in segreteria da Di Mauro che non a lavoro…Ella eletta esclusivamente con i voti di Di Mauro si è poi venduta al sindaco per una presidenza in Commissione ecco questa è Agrigento vi prego datemi un malox

  11. il biondo scrive:

    Credo ormai che la situazione vi sia scappata di mano…, che l’imperatore non sia in grado di dare risposte tangibili alla città di Agrigento e agli Agrigentini…, tra i firmatari se non ricordo male c’è qualcuno che in maniera del tutto meschina si è candidata nella lista dell’onorevole Di Mauro per poi tradire per una presidenza di commissione (come qualcuno tanti anni fa per trenta denari). Spero almeno che la stessa si inizi a lavare…

  12. Alberto scrive:

    Ma chi siete e cosa avete fatto voi Firettiani, vergogna

Commenti chiusi