| | letto 603 volte |

Agrigento, “Rimborsopoli”, respinto ricorso Procura

il Trib di Agrigento, sez I pen, presieduto da G.ppe Melisenda Giambertoni (nel colleggio anche A. Tedde e G.Caruso) ha rigettato l’appello proposto dai P.M. Fornasier e Macaluso avverso il decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip presso il Trib di Agrigento, dott.ssa Vella in data 11.10.2016.

Con il decreto di sequestro, il Gip aveva disposto il sequestro preventivo nei confronti di Vassallo, Giambrone e Cicero, mentre aveva rigettato la richiesta di sequestro preventivo avanzata dal P.M. nei confronti di Mirotta, Picone e Vassallo  , avendo escluso la pur astratta configurabilità del delitto di truffa aggravata.
Si tratta della vicenda relativa all’uso di deleghe riportanti sottoscrizioni apocrife. Nel corso dell’udienza la difesa (avv. Tanja Castronovo per Mirotta, avv. Salvatore Guagliardo per Picone e avv. Daniela Posante per  Vassallo) , aveva sottolineato il fatto che nessuna norma del regolamento prevede l’uso delle deleghe quale condizione per poter legittimare il delegato a partecipare alla commissione in sostituzione del delegante.
Nei giorni scorsi il collegio presieduto dalla dott.ssa Turco aveva accolto il riesame presentato da Giambrone(avv. Tanja Castronovo e Stefano Catuara) e Vassallo (avv. Daniela Posante), revocando il decreto di sequestro preventivo, mentre per Cicero aveva revocato parzialmente il sequestro.

Tags: ,

8 Risposte per “Agrigento, “Rimborsopoli”, respinto ricorso Procura”

  1. Alberto scrive:

    Picone, Vassallo e Mirotta sono tre persone perbene, se dobbiamo prendercela con chi ha messo alla luce la vicenda Santa Marta, la vicenda Rifiuti, ha regolamentato la Farmacia Comunale, forse Agrigento non ha capito nulla, teniamoci gli attuali consiglieri che stanno dimostrando di rappresentare degnamente gli agrigentini, infatti “non esistono”. Amen

    • peppeb71 scrive:

      …. Forse? Ancora dubbi hai? È confermato che gli agrigentini non hanno capito niente!!!!!

    • gigi scrive:

      Sign. Alberto, se esiste la farmacia comunale a monserrato, dobbiamo ringraziare Cicero.
      http://www.trs98.it/?p=94712
      http://www.siciliaonpress.com/farmacia-comunale-di-monserrato-interviene-il-consigliere-cicero/

    • Giuseppe scrive:

      Gli agrigentini hanno capito e come che si tratta di una vera e propria pagliacciata artefatta. Tanto è vero che alcuni di questi sigonori si sono ricandidati alle ultime elezioni ottenendo centinaia di voti, a dimostrazione che si tratta di gente per bene.
      Si sta cercando in tutti i modi di far pagare qualcosa a qualcuno in modo da poter giustificare che “Gettonopoli” era qualcosa di concreto!
      Bisogna avere fiducia nella magistratura e spero che quei4 “giornalai” che ancor oggi continuano a gettare fango a questa gente, cambino lavoro!

  2. salvator3 scrive:

    Gettonopoli (Rimborsopoli) chiarissima giurgintanata artfetatta!!!

  3. Pino56 scrive:

    L’ennesima dimostrazione che la Giustizia fa sempre chiarezza su tutto. Complimenti a quei 4 “giornalai” che si sono divertiti, invano, a buttare fango gratuito su gente onesta!

  4. armando scrive:

    la giustizia non esiste.

Commenti chiusi