| | letto 47 volte |

Referendum, per il no tra Castrofilippo, Palma e Sciacca

A Castrofilippo, presso la villetta del Bar Tre Stelle, si è svolta una partecipata manifestazione per il no al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Su iniziativa di amministratori, in particolare l’ architetto Rosario Serravillo, già vice sindaco e presidente del consiglio comunale, e Giusi Sferrazza, consigliere comunale e già presidente del consiglio, poi attivisti e rappresentanti dell’area del no, tra cui Angelo Arnone e Domenico Augello, componenti del coordinamento locale di Forza Italia, e poi Filippo Caci, Simona Franciamone, Michele Termini e Arsenico Coiro, tutti vicini alle posizioni del deputato nazionale di Forza Italia, Riccardo Gallo, è stato allestito un banchetto informativo, con dei volantini esplicativi, a disposizione dei cittadini interessati ad approfondire le ragioni del no al quesito referendario del 4 dicembre. La stessa iniziativa, altrettanto partecipata, si è svolta al mattino di oggi sabato 26 novembre a Palma di Montechiaro, in Corso Sicilia, nel centro cittadino. Domani, domenica 27 novembre, ancora amministratori, consiglieri, attivisti e rappresentanti dell’ area del no, vicini alle posizioni del deputato nazionale di Forza Italia, Riccardo Gallo, allestiranno un banchetto informativo sulle ragioni del no al referendum in piazza Scandaliato, dalle ore 10 in poi. Lo stesso Riccardo Gallo commenta : “Riteniamo la riforma Renzi – Boschi inefficace e inutile. Basti l’ esempio del Senato, che, anziché cancellarlo del tutto, risparmiando risorse finanziarie e velocizzando il procedimento di esame e di approvazione delle leggi, è stato creato sotto altra forma, dalla composizione e dai compiti ancora più complicati, a danno del sistema. Inoltre, la riforma costituzionale e il premio di maggioranza della legge elettorale, assegneranno poteri enormi al capo del governo, chiunque egli sia, con gravi danni per l’ assetto democratico del nostro Paese”.

Tags: , ,

Commenti chiusi