| | letto 68 volte |

Rapina nell’agrigentino finita nel sangue: in carcere una donna di 27 anni

E’ diventata definitiva la sentenza di condanna di 3 anni 4 mesi di carcere per Francesca Dina Iacobielli, 27 anni, la donna, di origini russe, ma residente a Burgio, coinvolta nella vicenda della sanguinosa rapina avvenuta, nel 2013, nel paesino agrigentino ai danni di Liborio Italiano, 90 anni, del luogo. Italiano perì a seguito delle ferite riportate e per la sua morte, per omicidio e rapina, sono stati condannati i romeni Adrian Ciubotariu, 25 anni, e Mihai Catalin Simion, 23 anni. Ad entrambi sono stati inflitti 18 anni di reclusione con sentenza di primo grado confermata in appello. La donna, che ha un anno fa ha patteggiato la pena avrebbe fornito indicazioni utili alla rapina a Ciubotariu, suo fidanzato all’epoca dei fatti. L’ordinanza emessa nei confronti della romena è stata eseguita in Calabria dove la donna si trovava in casa di parenti

Tags:

Commenti chiusi