| | letto 54 volte |

Raccolta differenziata a Caltavuturo, prime problematiche sul servizio….!

Primi intoppi sulla raccolta differenziata a Caltavuturo, dove è stata annullata la raccolta che và dal 1 al 15 Aprile, a causa di un problema di conferimenti anomali, cioè di materiale ch è stato mischiato al cartone per avere un peso maggiore, quindi a “beneficio” di chi effettua la raccolta . Ricordiamo come precedentemente pubblicato  su http://www.forestalinews.it/comune-caltavuturo-delibera-facciamo-la-differenziata/  ,che il comune ha messo in atto per i propri cittadini “facciamo la differenziata” il servizio di raccolta di rifiuti, un progetto con bonus per il riciclaggio dei rifiuti  dedicato alle famiglie e anche alle attività commerciali, avente scopo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Questo prevede una premialità per coloro che si sottoporranno a tale sistema, conferendo i propri rifiuti presso il “Centro Ambiente Mobile” ubicato presso l’area dell’ex macello, e che potrà anche essere spostato in altre aree pubbliche. La raccolta consiste nel fatto di apporre un talloncino identificativo nei sacchetti lasciati davanti casa per la raccolta porta a porta, nei giorni stabiliti dal calendario, con un conferimento che appartiene ai residenti del comune di Caltavuturo e intestatari della TARI.
Questo servizio porta dei benefici agli utenti , con dei bonus personali che andranno a beneficio sulla propria bolletta al momento di pagare l’anualità, quindi un servizio importante per azzerare i costi degli utenti ed effettuare nel migliore dei modi la raccolta.A questo momentaneo stop non sono mancate le lamentele degli utenti sul modi di gestire il sistema, dove in tanti lamentano principalmente il fatto di andare ad individuare i colpevoli non andando a penalizzare chi effettua il servizio nel migliore dei modi, visto che se fatto correttamente, può arrivare a ridurre di molto il costo della propria tassa sui rifiuti. controlli che a nome dei sindaco Giannopolo tramite la pagina face book di Caltavuturo puntualizza –  «La sanzione sarà attutita perchè così è eccessiva ma rimarrà una sanzione generalizzata perchè non siamo in grado di capire chi è stato. Si deve sapere che questi comportamenti saranno sanzionati duramente perchè non ci dovrebbe essere bisogno di controlli per conferire il materiale nel suo giusto peso fermo restando che vanno controllati attentamente per evitare successivamente le generalizzazioni. In questo caso il dipendente che si riceveva il materiale sarà stato complice, indolente o strafottente. Abbiamo cambiato il personale all’ecopunto anche con questa motivazione. In quanto ai cittadini che conferiscono vorrei ricordare che questo servizio è stato istituito non per fare un favore al Comune ma per fare un favore a se stessi. Il fatto di aver voluto triplicare la ricompensa va nella direzione di far crescere la differenziata in modo più sostenuto per abbattere proprio la bolletta del cittadino. Chi meno differenzia più paga. chi più differenzia meno paga».
Giustamente i cittadini chiedono lumi e ragioni per un sistema che vogliono portare avanti e che non possono pagare conseguenze di altri che per negligenza o per demeriti propri tentano di boicottare un sistema importante ed essenziale, quindi in molti chiedono maggiori controlli , senza andare ad intaccare chi scrupolosamente porta avanti un sistema nuovo e di prospettiva per l’ambiente e per le proprie tasche.
Antonio David

Tags: ,

Commenti chiusi