| | letto 54 volte |

Protezione Civile: organizzato corso per bisogni formativi in ambito psicologico.

Continua senza sosta l’impegno del Libero Consorzio Comunale di Agrigento nella formazione dei volontari di protezione civile. Il Gruppo di Protezione Civile, coordinato dal funzionario responsabile dr. Marzio Tuttolomondo, ha infatti organizzato un incontro di formazione-informazione su “Bisogni Formativi Psicologici in Emergenza” in collaborazione con il Gruppo di Lavoro di Psicologia dell’Emergenza dell’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana.
L’incontro è rivolto a tutti i volontari delle associazioni di volontariato di protezione civile della provincia ed è finalizzato alla formazione di un aspetto non secondario nella gestione dell’ emergenza di massa: la prevenzione dell’insorgenza dei disturbi d’ansia e dei disturbi post-traumatici che interessano i soccorritori, generalmente dopo l’intervento, anche a causa della mancanza di conoscenze e competenze specifiche nella gestione degli aspetti psicologici.
Un problema attuale, emerso in particolare in seguito alle continue e gravi emergenze che si sono susseguite negli ultimi anni sull’intero territorio nazionale, e che rende necessaria un’adeguata formazione e sensibilizzazione in ambito psicologico per i volontari di Protezione Civile. Il benessere dei volontari in emergenza è, infatti, fondamentale per permettere di continuare il lavoro di soccorso e assicurare la soddisfazione dei bisogni primari delle vittime.
Durante l’incontro formativo saranno trattate tematiche riguardanti gli aspetti psicologici dei soccorritori in contesti emergenziali e l’apporto fattivo della psicologia dell’emergenza in tali situazioni.
L’incontro si svolgerà sabato 22 Aprile dalle ore 10,00 nelle aule del Libero Consorzio in via Acrone n. 27 e in Piazzale Aldo Moro n. 1 ad Agrigento, e sarà così articolato:
-         presentazione della ricerca da parte del Gruppo di Lavoro sulla Psicologia dell’emergenza dell’Ordine degli Psicologi della Sicilia;
-         compilazione telematica del questionario “Bisogni Formativi Psicologici in Emergenza” (i volontari compileranno il questionario attraverso lo smartphone personale e/o tablet con connessione a internet);
- attività psicoeducativa ed informativa circa la psicologia dell’emergenza in contesti di gestione di emergenza di massa.

Tags:

Commenti chiusi