| | 7 views |

Pozzallo, continuano gli sbarchi.

20170430-205131.jpg

Alle 18.00 di oggi è approdata, al porto di Pozzallo, la nave Acquarius con 187 migranti.
Venerdì scorso 28 Aprile, intorno le ore 7.00, la nave Acquarius, una ONG tedesca che collabora con Medici senza Frontiere ha ricevuto la richiesta di soccorso dal MRCC (Maritime Rescue Coordination Centre – Centro di coordinamento del soccorso marittimo) di Roma, di procedere verso due imbarcazioni in legno in serie difficoltà. Le stesse istruzioni la MRCC le ha inviate alla nave Sea- Eye trovandosi più vicina al luogo di recupero. La stessa infatti, appena giunta, ha distribuito giubbotti di salvataggio avviando le procedure per far salire i migranti a bordo..
Quando anche la nave Aquarius ha raggiunto la posizione ha effettuato il soccorso della seconda imbarcazione, soccorrendo 92 persone, trasferendo a bordo altre 54 persone già salvate da Iuventa.
Concluso il trasferimento a bordo, la nave Aquarius ha ricevuto istruzioni dal MRCC di continuare a pattugliare l’area individuando intorno le ore 13.30 una terza imbarcazione sovraffollata che andava alla deriva. Comunicata la situazione al MRCC, la nave Aquarius ha avviato, con la sua autorizzazione, anche il soccorso di questa imbarcazione.
Seguendo le istruzioni ricevute dal MRCC di Roma, che coordina il soccorso in mare in acque internazionali al largo della Libia, la nave Aquarius ha continuato a pattugliare la zona anche nelle ore successive al terzo salvataggio della giornata venerdì. Successivamente, la nave Aquarius ha ricevuto dal MRCC l’indicazione di raggiungere il porto di Pozzallo per lo sbarco delle persone soccorse
Nonostante le condizioni del mare avverse, la nave Aquarius ha tratto in salvo 187 persone di cui 174 uomini e 13 donne. I minori sono 64, 46 dei quali non accompagnati. Provengono in maggioranza da Bangladesh, Nigeria e Sudan.

Commenti chiusi