| | 9 views |

Porto Empedocle: stamattina e venerdì sit- in degli operatori ecologici. In arretrato ci sono 8 stipendi

Due sit -in degli operatori ecologici di Porto Empedocle, sono in programma per la tarda mattinata di oggi, dalle 12,20 alle 13.20 e per la stessa ora di venerdì prossimo, 19 maggio.
Entrambe le manifestazioni si terranno dinanzi al Palazzo Municipale di Porto Empedocle in via Roma, fuori dall’orario di lavoro.
Le iniziative, organizzate dai sindacati confederali di categoria, sono state organizzate per tenere alta l’attenzione sui continui ritardi dei pagamenti degli stipendi agli operatori ecologici di Porto Empedocle che, al momento, devono ricevere otto mensilità arretrate.
“Per la precisione – spiega Umberto Nero della Cisl – si tratta degli stipendi di maggio, giugno, luglio e agosto del 2016 e di quelli di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2017”.
Disagi senza fine per gli operatori ecologici che hanno origine nella scarsa liquidità del Comune di Porto Empedocle, alle prese con una crisi con pochi precedenti ed una dichiarazione di dissesto da cui non si riesce a trovare la via d’uscita. Una scarsa liquidità che porta le imprese che hanno in gestione il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, Iseda, Icos ed Ecoin a non ricevere mesi e mesi di fatture arretrate per servizi già resi.
In particolare, le ditte dell’Ati avanzano dal Comune empedoclino, le fatture di giugno, luglio e agosto del 2016 relative al vecchio appalto, le fatture di novembre e dicembre 2016 e gennaio e febbraio 2017 relative al nuovo appalto.

Commenti chiusi