| | letto 79 volte |

Porto Empedocle, spaccio, truffa e abusi sessuali: 14 anni e mesi di carcere a Nicastro

I giudici della prima sezione penale, presidente Giuseppe Melisenda Giambertoni, del Tribunale di Agrigento hanno condannato a 14 anni e 6 mesi di carcere per una serie di imputazioni, Luigi Nicastro, 43 anni, di Porto Empedocle. Tra le accuse spiccavano quelle di rapina, truffa ai danni del Comune empedoclino ed atti sessuali con una minorenne. La richiesta del pm Matteo Delpini era stata di nove anni. Nicastro era stato intercettato al telefono e si vantava di andare a spacciare invece di recarsi al lavoro. Il 43enne era beneficiario di un sussidio economico che lo obbligava a prestare attività lavorativa presso il Comune di Porto Empedocle del quale non era comunque dipendente.

Commenti chiusi