| | letto 89 volte |

Petralia Soprana; si è insediato il consiglio dell’Unione delle Madonie

Si è insediato il consiglio dell’Unione Delle Madonie. Dopo la costituzione della nuova Unione, nata dell’ex “Unione delle Petralia e dell’Imera Salso”, i consiglieri dei  sedici comuni aderenti sono stati convocati a Petralia Soprana, sede legale, per  eleggere gli organi direttivi e dare avvio al nuovo corso.

La scelta di non rinviare le nomine, così com’era auspicata da qualcuno, non è stata accolta in quanto c’è l’urgenza di avviare delle procedure che non possono attendere l’insediamento delle nuove amministrazioni comunali che nasceranno dopo l’11 giugno prossimo. Infatti, secondo la tempistica analizzata, per completare tutto l’iter bisognava rinviare e tenere in standby l’operatività del nuovo organismo fino a dopo l’estate.  Questa attesa non è stata ritenuta proficua dal consesso che ha proceduto all’approvazione dell’ordine del giorno.

Alla guida dell’Unione Delle Madonie sono stati eletti: Presidente del Consiglio Pier Calogero D’Anna (Comune di Bompietro) Vice Presidente e Maria Rita Cirrito ( Comune di Collesano).  Alla presidenza dell’Unione è stato confermato il sindaco di Petralia Soprana Pietro Macaluso.

Tutti e tre gli eletti, per accordi presi in seno al Consiglio, rimetteranno il loro mandato il 20 settembre prossimo in modo da consentire ai nuovi entranti, dopo le prossime elezioni amministrative, di nominare gli organi direttivi.

“Oggi prende il via un progetto di sviluppo territoriale ambizioso –  ha detto il Presidente dell’Unione Pietro Macaluso. Inizia un processo di crescita culturale ed economica del territorio. Una opportunità che vedrà protagonisti tutti i Comuni con l’obiettivo di invertire il trend dell’intero territorio e di affrontare in modo sinergico le problematiche generali.”

Nella stessa seduta il Consiglio dell’Unione delle Madonie ha anche approvato lo schema di convenzione con la Città Metropolitana di Palermo e la nomina di due componenti, Martino Spallino e Santo Quattrocchi,  che faranno parte della rete scolastica Madonie.

Dell’Unione dei Comuni delle Madonie fanno parte i comuni di  Alimena, Aliminusa, Blufi, Bompietro, Caccamo, Castelbuono, Castellana Sicula, Collesano, Gangi, Gratteri, Isnello, Montemaggiore Belsito, Petralia Soprana, Petralia Sottana Pollina e San Mauro Castelverde.

A questa Unione si aggiungono,  con specifiche convenzioni per la gestione associata di funzioni e dei servi,  i comuni di Caltavuturo, Geraci Siculo, Polizzi Generosa, Scillato e Sclafani Bagni.

Il tutto è finalizzato all’attuazione della strategia di sviluppo elaborata dal territorio madonita nell’ambito della strategia nazionale aree interne (SNAI)

Commenti chiusi