| | 5 views |

Operaio di Bivona morto sepolto in una cava: in cinque saranno processati

Il giudice per udienze preliminari del Tribunale di Sciacca, Roberta Nodari, ha disposto il rinvio a giudizio per cinque persone indagate, per omicidio colposo, per la morte di Mario Cardinale, 59 anni, l’operaio di Bivona che morì in un incidente avvenuto in una cava di Villafranca Sicula il 6 febbraio del 2013.

Saranno dunque sottoposti a giudizio Alfonsina Marretta, 43 anni, rieberese, in qualità di rappresentate legale della ditta esercente la cava, Giovanni Sola, 45 anni, amministratore della suddetta ditta, Salvatore Castiglione, 35 anni, di Caltanissetta, responsabile del servizio sicurezza, Salvatore Gelsomino, 75 anni, di Caltanissetta, direttore tecnico dei lavori nella cava, Giuseppe Infantino, dipendente del Distretto Minerario di Caltanissetta. L’operaio morì a seguito del cedimento di un costone della cava dove rimase sepolto. La famiglia dell’uomo si è costituita parte civile.

La prima udienza si terrà il prossimo 20 giugno.

Tags:

Commenti chiusi