| | letto 100 volte |

Obbligo di firma dopo arresto durante Akragas – Messina

Il Tribunale di Agrigento ha convalidato l’ arresto per lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale, e minaccia di Daniele Galante, 46 anni, di Agrigento, che, durante la partita di calcio Akragas – Messina, allo stadio Esseneto, ha litigato con un suo coetaneo, e poi, intervenuti i militari, per evitare l’ identificazione, ha inveito contro i Carabinieri minacciandoli e aggredendoli fisicamente con calci e pugni. Accogliendo le istanze del difensore di Galante, l’ avvocato Daniele Re (nella foto), al tifoso dell’ Akragas, ristretto ai domiciliari, è stata restituita la libertà ma con obbligo trisettimanale di firma, compresa la domenica. Il giudizio per direttissima è in calendario il 20 dicembre.

Lascia un commento