| | letto 101 volte |

Maria Iacono PD: DAI SINDACI ED AGLI AMMINISTRATORI LOCALI UN IMPEGNO STRAORDINARIO SULLE RAGIONI DEL SI

La deputata Nazionale del P.D. ,Maria Iacono, si è rivolta, attraverso una lettera appello, ai sindaci ed agli amministratori locali della provincia di Agrigento sottolineando la portata storica che riveste il referendum del prossimo 4 Dicembre ed invitando gli stessi ad un impegno straordinario in termini di mobilitazione e promozione di confronto sui temi che riguardano la riforma e sull’esigenza di dotare il nostro Paese di una rinnovata impalcatura Istituzionale.
La stessa Maria Iacono ha aggiunto: “Da decenni, ormai, l’Italia dibatte sull’opportunità di addivenire ad una riforma del proprio sistema democratico in grado di superare il bicameralismo paritario, tagliare i rami secchi di una macchina statale fin troppo elefantiaca, ridurre i costi obiettivamente troppo alti della politica , in questo senso il referendum del prossimo 4 Dicembre costituisce un ‘ occasione storica che il nostro Paese deve sapere cogliere per fare un passo avanti e rendere la nostra democrazia , più semplice , moderna ed al passo con il resto d’Europa.”
“Con la vittoria del si sarà possibile dare un senso ad una grande battaglia iniziata 34 anni fa e che oggi possiamo finalmente portare a compimento.”
“In questi giorni , mi sono rivolta agli amministratori locali ed ai sindaci per chiedere loro una mobilitazione straordinaria proprio perché rispetto alla portata storica di questa riforma non possiamo e non dobbiamo tirarci indietro e pertanto è necessario continuare a spiegare e difendere la bontà di una proposta da cui dipende il futuro ed il destino dei nostri figli e delle nuove generazioni, perché questa riforma guarda proprio ai loro bisogni, alla loro richiesta di diritti e di modernità”, conclude Maria iacono.

7 Risposte per “Maria Iacono PD: DAI SINDACI ED AGLI AMMINISTRATORI LOCALI UN IMPEGNO STRAORDINARIO SULLE RAGIONI DEL SI”

  1. Cettina ex PD scrive:

    On.le Iacono la prossima volta lei alla camera dei deputati non ci sarà più. Scusi, ma chi dovrebbe votarla ammesso che il Pd la ricandidi? Si goda queste poche settimane Roma e La Camera dei Deputati, poi ritorni a fare la precaria alla Provincia.
    IL PD E NCD con questo governo abusivo guidato dal bullo di Firenze Renzi è al capolinea con la complicità di Angelino Alfano voltagabbana.
    Siete finiti tutti. Siete tutti a casa dopo il 4 dicembre. IL NO VI SOMMERGERA’.
    Prima votavo Pd oggi vado a votare NO al referendum e poi alle prossime elezioni vado a Votare per Matteo Salvini della Lega di Noi con Salvini. Lui si che parla di problemi concreti per la gente. La sinistra ha fallito, in molti esponenti prima del PCI-PDS-DS- oggi PD si e vi siete fatti solo gli affari propri e dei vostri familiari.
    ADDIO PD e PER SEMPRE!

  2. Guevara scrive:

    On.le iacona, stimoli i sindaci a trovare risorse per i paesi e città che governano, piuttosto che sperperare denaro pubblico per sponsorizzare una parte del referendum.

  3. giurgintanu scrive:

    On. Iacono in 4 anni alla camera dei deputati una cosa positiva da parte di lei non l’ho vista…si ricandida di nuovo alle primarie e vede quanti voti prende………….la sicilia e distrutta vede acqua pubblica,rifiuti,agricoltura in ginocchio,il mondo della scuola distrutto,la sanita’ che fa acqua da tutte le parti i precari abbandonati sia dal governo nazionale che regionale, le strade distrutte, la disoccupazione cresce ogni giorno,i giovani vanno tutti all’estero ecc ecc…………….e voi politici avete stipendi di 15 mila euro mensili…………..povera ITALIA..

  4. Osservatore scrive:

    Vincerà il no e ve ne andate a casa subito.
    Siamo stufi di voi.
    Punto punto punto

  5. giuseppina la corcia scrive:

    neanche morta voterei si. solo il pensiero di maria elena Etruria mi fa venir eil voltastomaco. la Costituzione è una cosa seria e pensarla associata a questa signorina mi fa vomitare. la iacono tornasse a fare la dipendente della provincia regionale che ci fa più figura.

  6. Antonella scrive:

    On Iacono ,ma il suo amico e compagno Angelo Capodicasa sa che Vota NO? Lo sa lei che è stata proprio sponsorizzata e fatta candidare nelle liste del PD proprio da Angelo Capodicasa e che ora sta dalla parte di Renzi con il si?
    Ma lo sa lei che anzi se dovesse vincere il si ,cosa improbabilissima che lei non verebbe mai più ricandidata nelle liste del PD?
    Si rassegni On Iacono e se vuole fare pace con la sua coscienza voti NO giorno 4 dicembre. La vera sinistra vota NO. Renzi è un democristiano che governa con il democristiano Alfano.
    IL 5 dicembre andate tutti casa PD,NCD e ALA di Verdini. Il NO vi sommergerà.

  7. agrigentino scrive:

    On. Iacono la vedo molto interessata per questo referendum…ma come mai non si interessa per i 16 mila precari degli enti locali che vivono la fame e lei non dice neanche una parola?????????”…………andate tutti a casa…il referendum non da lavoro…..

Commenti chiusi