| | letto 57 volte |

Mafia, nasce una nuova associazione antiracket a Licata

Un gruppo di imprenditori e professionisti di Licata e dei Comuni limitrofi ha dato vita ad una nuova associazione antiracket che si propone di “diffondere la cultura della denuncia e di creare un movimento solidale a tutela di tutti coloro che decidono di non sottostare più alle imposizioni mafiose”. La nuova associazione, nata anche grazie all’aiuto dei volontari di LiberoFuturo che operano soprattutto nella Sicilia occidentale, aderisce alla Rete NOMafie ed è composta da imprenditori e professionisti “che hanno già vissuto in prima persone esperienze di resistenza antimafiosa, denunciando e costituendosi parte civile nei processi”. Proprio in virtù di queste esperienze i volontari di LiberoFuturo Licata “sapranno offrire assistenza adeguata ai colleghi che ne avessero bisogno”. “Questa parte orientale della provincia di Agrigento era completamente sguarnita di una presenza attiva dell’antiracket e negli ultimi tempi è crescuta forte la necessità di strutturare un gruppo attivo capace di operare incrementando il numero delle denunce – si legge in una nota – Da oggi tutti gli imprenditori che ne avranno necessità potranno trovare dei colleghi pronti a consigliarli, a rassicurarli e ad accompagnarli dalle Forze dell’Ordine per denunciare. Offriremo agli imprenditori denuncianti assistenza legale gratuita e inoltre ci impegneremo per la diffusione della pratica del Consumo critico NoPizzo che mettendo insieme consumatori e commercianti/imprenditori riesce a tenere lontani gli estortori ed a liberare pezzi di mercato”.

Tags: ,

Commenti chiusi