| | 23 views |

Mafia: catturato in Toscana il latitante Concetto Bonaccorsi, capo dei “Carateddi”

Arrestato dalla polizia di Catania Concetto Bonaccorsi, 56 anni, detto “‘u carateddu”, pregiudicato, latitante, irreperibile dal settembre 2016 quando, recluso nel carcere di Secondigliano (Napoli), dopo avere beneficiato di un permesso premio di 3 giorni, non vi fece ritorno.

L’uomo è colpito da un’ordine di esecuzione emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Milano dovendo espiare l’ergastolo per omicidio aggravato, associazione per delinquere di stampo mafioso ed associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Bonaccorsi è stato rintracciato in un appartamento di una villa in località Massa e Cozzile (Pistoia), dove è stato arrestato in collaborazione con la Squadra Mobile di Pistoia.

“‘U carateddu” lo storico capo bastone dell’omonima famiglia, chiamata “Carateddi”, dell’organizzazione Cappello-Bonaccorsi, e vanta un curriculum criminale di assoluto valore, annoverando pregiudizi penali per associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidi, distruzione di cadavere, reati in materia di stupefacenti ed armi, rapine ed altro.

Considerato con il fratello Ignazio a capo dei ‘Carateddi’, ritenuta una frangia ‘armata’ del clan Cappello legata ai ‘Cursoti’, Concetto Bonaccorsi è stato catturato in una casa al secondo piano della frazione di Traversagna di Massa e Cozzile, in provincia di Pistoia.

Tags: ,

Commenti chiusi