| | 10 views |

Lega Pro, 31ª giornata: Melfi – Akragas 0-0 pareggio d’oro

L’Akragas esce imbattuta dal “Valerio” di Melfi e – con l’odierno 0-0 – mantiene inalterate le distanze di quattro lunghezze dai gialloverdi. Un punto che viene accolto con favore dagli agrigentini il cui scopo principale era quello di non perdere con una diretta rivale per la salvezza. Pareggio che, in virtù anche degli altri risultati, permette ai biancazzurri di rimanere appena fuori dalla zona play out e guardare con più tranquillità le gare delle 18.30 in cui scenderanno in campo diverse squadre impelagate – con Akragas e Melfi – nella bagarre salvezza.

Melfi

GRAGNANELLO – BRUNO – LAEZZA – DE GIOSA- LODESANI – ESPOSITO – DE VENA – ROMEO – GIAMMONE – VARANO – VICENTE

Akragas

PANE – MILETO – RIGGIO – CHAZE’ – COPPOLA – BRAMATI – PALMIERO – SEPE – LONGO – COCUZZA – SALVEMINI


PRIMO TEMPO. Sfida delicata quella del “Valerio” di Melfi in cui i padroni di casa ,allenati da Aimo Diana, ospitano l’Akragas di Lello Di Napoli. Due squadre in forma ed in piena lotta salvezza. Di Napoli cambia qualcosina rispetto alle precedenti uscite preferendo Salvemini a Klaric, non al meglio per un acciacco. Anche Diana non rischia l’ex Cosenza De Angelis e manda in campo un tandem offensivo inedito composto da Gammone e De Vena. Prima occasione del match al con Gammone che, per ben due volte, si ritrova a tu per tu con Pane dopo uno svarione difensivo di Riggio. E’ bravissimo l’estremo difensore agrigentino a non andare per terra e rimanere in piedi fino all’ultimo, neutralizzando per ben due volte. Melfi vicino al vantaggio. Si fa vedere anche l’Akragas dalle parti di Gragnanello: al 20º Coppola conclude in porta dopo una bella iniziativa degli agrigentini. Il Melfi tenta di guidare la gara mentre l’Akragas è attendista sperando di ripartire in contropiede. Due, fin qui, gli ammoniti: De Giosa per i padroni di casa, Sepe per l’Akragas. Brivido per il Melfi allo scadere della prima frazione: su un calcio di punizione dai 35 metri è De Vena che rischia un clamoroso autogol deviando di testa verso il proprio portiere.

Tags: ,

Commenti chiusi