| | letto 71 volte |

La raccolta dei rifiuti si ferma per due giorni nei comuni della Dedalo Ambiente di Licata.

La Funzione Pubblica CGIL ha proclamato per lunedì   3 e martedì 4 marzo  2017, lo sciopero dei dipendenti di tutto l’ambito in cui opera la Dedalo Ambiente AG 3 S. p. A.

Lo sciopero è stato proclamato per rivendicare il pieno rispetto del CCNL Utilitalia, per quanto riguarda il versamento delle spettanze che dovrebbero essere effettuate entro il mese a cui si riferisce la remunerazione.

La situazione del servizio di Igiene urbana nei Comuni dell’Ambito Agrigento 3 Dedalo Ambiente si trova in una grave crisi di gestione, economica ed organizzativa, per cui si hanno enormi costi con una bassissima qualità dei servizi;

I lavoratori subiscono un grave danno, non solo economico, per le gravi inadempienze dei Comuni i quali non assicurano i corrispettivi del servizio determinando una grave situazione finanziaria; con una confusione della governance mostruosa, frutto delle scelte del Goverrno regionale che continua a nominare commissari dei  commissari, dove la confusione dei ruoli è al limite di ogni ragionevolezza con il danno certo a tutto il sistema.

Paradossale è la situazione nel Comune di Licata, dove la gestione è assicurata con un’ordinanza sindacale con procedura d’urgenza e pertanto dovrebbe essere limitata nel tempo, invece, si continua a dichiarare il persistere di gravi rischi igienico-sanitari senza trovare la soluzione nel rispetto della legge.

In quella realtà si stanno superando tutti i record: servizio scadente, costi altissimi e lavoratori in rivolta per i mancati pagamenti delle spettanze e per i turni di lavoro massacranti.

Il Sindaco, anziché pensare a dare alla Città un servizio efficiente ed efficace, fa il capo popolo inscenando proteste contro i responsabili della Dedalo Ambiente che, essendo il Comune di Licata gestore, devono solo pagare gli stipendi; ad improvvisare proteste al Dipartimento Regionale, a convocare lavoratori, commissari senza mai avere  una proposta ed una soluzione di prospettiva.

Allo stato attuale il comune di Licata sarebbe debitore, della Dedalo Ambiente, di circa 800.000,00 €, per cui il Sindaco Cambiano, da un lato non versa le somme, dall’altro protesta per i mancati pagamenti agli operai. Per questi motivi nella giornata di giorno 04 marzo si terrà un sit-in davanti il municipio dove sarà chiesto un incontro al Sindaco per sapere come uscire fuori da questa situazione.

Per tutto questo i lavoratori sono costretti, ancora una volta, a scioperare e, senza l’impegno a versare le spettanze e a dare una prospettiva seria per la gestione di questo servizio andremo avanti con la protesta.

Tags:

Commenti chiusi